Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

La quercia...
Vento dell'est...
Pearl River...
LA VITA...
L’alba dai Colli Eug...
Soggetto Beta I°epis...
Giorni...
Reprobi Angelus 12....
Ora che non guardo p...
Albeggia...
Svegliarsi...
La casa di Elisabeth...
RICORDI PENSIERI ...
Fido Randagio...
Abitudine...
Pensieri confusi...
GRIDA...
Cravatte...
Incredibile che rina...
Come Fa Il Vento...
Dove sei.......
LA SCARPETTA DOMENIC...
Il Tramonto...
Il viaggio...
Incendio...
FINALMENTE SI SPOSA...
Tutto senza capire...
Illusione d'amore...
Le promesse spese...
Trovare la chiave pe...
Dio è in te,nella mi...
L'uomo può avere con...
Fabbrico nostalgie ...
Oltre i tuoi capelli...
Uomini e Donne… Sold...
Murales...
Il fieno tra i capel...
Malinconico Maggio...
Sete di libertà...
Case dalle finestre ...
GIOVANE AMORE...
HAIKU 6...
Vento d'estate...
Calde lacrime...
Confusa e felice...
LUCCIOLE...
Pianto di stelle...
....interferenza...
Granito...
Canto dell' amore ri...
Il Papavero...
haiku 10...
I GATTI DEL QUARTIER...
Reprobi Angelus 11....
In questi momenti bu...
“MADRIGALE” PER LA M...
La chiglia s'incagli...
Il palcoscenico dell...
Donna Violante...
SOGNO E PENSIERO...
Follia dell'uomo...
ACCENDI LA PASS...
Talvolta...
Ovunque ella or sia...
Petali...
lago Maggiore...
E' solo tardi...
PAREIDOLIA...
I malati diversi fra...
Un dono gradito....
DELIZIATO INCANTO...
Supermarket question...
Ovattati pensieri...
LA BUSTA PAGA...
Reprobi Angelus 10....
RONDINI...
NOZZE DI CORALLO DEL...
Cuore di farfalla...
Arruda...
Haiku 2...
La porta del cuore...
Affresco di primaver...
Raccolto di vita...
FELICITA’ NASCOSTA...
LA VIA DEI CAMPI - P...
IO NON SO...
Vuoto a perdere...
Soggetto...
VILI...
Tempesta...
HAIKU 5...
La Cinciallegra...
Il dono più prezioso...
Insieme...
LA RUSSIA HA OLTRE C...
Domanda antalgica....
Tempi sbiaditi...
Profumo di pane...
La luna rossa...
La Rosa senza Spine...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com



Aritzo

E furono le tue
castagne e funghi e ricci
foglie bagnate di mille capricci.
Scivolate di bimbi
entusiasti di canti antichi.
E risate di gola, di petto, di cuore
con gran rispetto e amore.
Una radice scoperta,
la tua scivolata più forte
la mia risata più argentina.
Fra castani e attoniti,
biancospini
il tuo sorriso di labbra carnose
per il calore di spose e tenere rose.
E furono ancora, nel muschio,
risate incoscienti
nel vedere il fascino degli armenti.
Cadde la prima nebbia
e fu subito autunno
Aritzo oramai era il tuo turno.
Un trancio di castagnaccio mangiato al volo
profumo di cannella nell'aria
nella vicina chiesa millenaria.
E furono le tue braccia
possenti che non temono
burrasche e venti.
Un rientro dolce, Aritzese
tornando al mio paese,
e fu Viver bellezza mai tristezza,
e in campidano fu subito primavera.
Non più tintinnio …
Di campanacci
degli umili armenti,
di bicchieri di vino
tra racconti di vecchi …
Scese silenzio in me,
stupito, sorrido e non capisco
ma oramai partivo.
E inizio freddo buio,
e qui fu, subito inverno
pregando al padre eterno.


Share |


Poesia scritta il 19/01/2022 - 17:16
Da ziofrank storie del gufo
Letta n.207 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Unica e profonda ricchissima di significato Bravo Tonino

FADDA TONINO 21/01/2022 - 08:04

--------------------------------------

Unica e profonda ricchissima di significato Bravo Tonino

FADDA TONINO 21/01/2022 - 08:04

--------------------------------------

Immenso rispetto per il tuo buon cuore Tonino

FADDA TONINO 20/01/2022 - 08:44

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?