Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

LACRIMA...
Fiori interiori...
Oltre...
Il modo diverso...
La poltrona...
Un freddo gelo...
Giustezza palesata- ...
AMAMI SE VUOI...
Il perdono non è un'...
La lettrice...
FRAGRANZE...
Solo chi conosce la ...
Istanti immortali...
BOLLA DI SAPONE...
Scrivi Andrea!...
Una donna innamorata...
L' anima custodita...
Il sole sulla fronte...
L'INCENDIO NEL CIELO...
Silenzio...
Dolce Ricordo...
Oltre l'orizzonte...
Giustezza palesata- ...
La donna amata,o l'i...
Ti ho rivisto...
SEMPRE PIU' LONT...
Inverno...
Haiku XIII...
Il tempo che va...
Welcome back...
-Haiku-...
Amenità...
Poeta tra le bombe...
Orvieto...
Quando arriva la not...
Una foglia di artemi...
L\'aurora...
AMARTI...
Pensieri d\\\\\\\'in...
Riflessiobe 11 La so...
Se tramontana soffia...
L'alba insiste...
NON SOLO DIARI...
DOLCE CALORE...
Di 14, 13 e 10 anni...
Fermo immagine...
Pagine nere...
Ricordati di me...
I raggi di sole dei ...
Alla fine è solo un ...
Con me stesso...
Tu Sei Leggenda, Ma ...
Al mondo ci sono cos...
Solo gli stolti fug...
Quale goccia di rugi...
Litorali d'inverno...
Ubriachezze...
La quiete del fondov...
La tempesta perfetta...
Ma basta!...
Ho imparato il futur...
In giorni radiosi...
LA VERA BELLEZZA ...
Gaute da Suta!...
La Strega...
L\'UOMO CHE HA DATO ...
Bucce di aurora...
RONDINE...
Haiku 4...
E così sia...
La morte...
Uno sguardo...
SMART...
Il mio tempo...
INGANNI...
Ricominciare...
A mie spese...
Cuori di cartapesta....
Nell'epoca dell'acce...
Sei la mia ragazza s...
COME VA?...
iIncubi...
SENSO MORALE...
Tuareg...
Sono le 19 di una fr...
Il Mastio...
IL DISUMANO (PERL LA...
Ouverture...
Tornerà a posarsi su...
Artù...
RICORDI NEL CUORE...
IL LUOGO DELL’ ABISS...
Ho creato il tempo...
Echi Lontani...
L'AVVOCATO DEL PARTI...
La Pietra...
Partenze...
Briciole di benevole...
Vita...
ELOGIO ALLA SC...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com



Caran d'Ache

Fu il dono tra molti più gradito
la scatola di metallo col Cervino
colori e colori -quaranta ne contai
incredula ad uno ad uno li contai col dito-


li guardavo con ossequio e meraviglia
allineati frammenti d'arcobaleno
le mine appuntite come il monte
i numeri -segreti sui dorsali


e i loro nomi che lesta imparai
la varietà di rossi, carminio scarlatto vermiglio...
i verdi, chiaro smeraldo veronese
il blu oltremare tuttoattaccato
che mi piaceva tanto
suggeriva un mondo adulto e sconosciuto.


Non vi ho più, miei primi colori ufficiali
compagni della scuola e di cartelle
in ore piovose eppure belle
vi consumai con foga e disincanto
tra fumetti paesaggi greche
accorciandovi con disegni e temperino-


vi ricomprerò: la stessa scatola
ho veduto fra le teche
di una fornita lussuosa cartoleria
la vostra indistruttibile mina
l'onda composta di vero arcobaleno


ma potrò mai comprare quello stupore di bambina
la sorpresa l'incanto l'allegria
di quel tempo fra tutti il più sereno?





(L'immagine è un mio disegno eseguito all'età di sette anni).



Share |


Poesia scritta il 16/01/2023 - 17:58
Da Carla Vercelli
Letta n.66 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


Una poesia emozionante che racconta, mi son piaciute particolarmente gli ultimi tre versi a chiudere il meraviglioso testo dove in effetti si evince quel sacro stupore infantile dei primi colori avuti e usati.
Complimenti, chapeau!!

Maria Luisa Bandiera 17/01/2023 - 07:43

--------------------------------------

Ah, che bella poesia. Che bei ricordi. Io conservo il mio primo pennino da calamaio di prima elementare.
Complimenti. Un saluto

Loris Marcato 16/01/2023 - 19:08

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?