Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Grigio e Senzanome...
Isocronismo 2.0- 16,...
SIRENE...
Rosa...
Ruvidi gradini...
Il grillo parlante...
Vespasiano rionale...
Dadi...
Keiryu...
Ti ho inventato io...
LASCIARSI OGGI...
Il battesimo del mar...
La notte...
Indispensabile...
Isocronismo 2.0- alt...
IL MATRIMONIO FALLIT...
Quando la giustizia ...
La fiammante monopos...
Policromia...
Oh mare!...
Se mi chiedi perché...
Toti, uno de’ míi om...
Ubbia legislativa...
Il volto di mia madr...
La stanchezza che ...
QUESTA SONO IO...
Di sera...
Isocronismo 2.0- nei...
Che si dice?...
Un violinista in met...
Che colori ha la tua...
Rilassano i pensieri...
iIl mio micino dorme...
Unione Sarda...
UN GIORNO D\\\'AUTUN...
In treno...
Un salto nel futuro...
Profumo di Mare...
Delicato...
Isocronismo 2.0- nei...
Cinerina libertà...
D'un cuore svanito...
Inverno eterno...
Le parole usate...
IL MONDO RESTA...
Grazia Deledda...
IL TEMPO UN MO...
Mani in pasta...
Caduche fiammelle ac...
SCHEGGE...
Il violino a tracoll...
Coesi e coevi (tutti...
Estate venti ventiqu...
Nel bosco...
Bungei Senryu...
L'albero della vita...
Un capolavoro...
L' anima tòrta...
I savoiardi...
Le persone si lament...
Ci sei solo tu...
Bianca...
Rime libere...
Insigne professore...
LA BELLEZZA CI ...
A fili di refe...
Alghe...
Alcuni dei miei pens...
IL DESIO...
Che macello!...
Il mio necrologio...
Gio Gio...
A Giulia...
PICCOLA CHIESETTA...
In riva al mare...
L'essere umano stolt...
Ilarità e mestizia...
Mi hai dato un bistu...
Come se...
Il di me sguardo...
Come parigine sulle ...
L'amico improvvisato...
Anime in volo...
Fin oltre la cima...
Il Tempo...
Nunc scitote de dubi...
VICINO A TE...
Rosso di neve...
L'innaffiatoio di po...
Mani rotte (tutti i ...
Chartreuse (thème)...
MADRE...
Come aria respirando...
La stanza... La visi...
La libertà dei penta...
L’arcobaleno dell’an...
Ali di cielo...
Rilievi Celesti...
Forse il Mare...
SCI...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

Amaro

Affogato nell'amaro
di un ostello non curato
solo nella stanza
si dispera a voce alta
colpi di pugni
abbattono la fiamma.


Share |


Poesia scritta il 15/05/2023 - 19:50
Da Sara phoenix
Letta n.325 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Apprezzo molto la tua poesia.

Sara phoenix 23/05/2023 - 20:00

--------------------------------------

Il diritto del mare

Un foglio, una penna,
una bottiglia ed un tappo.
Poco importa il motivo
che mi ha fatto sporcare quel bianco.
Desiderio, voglia, necessità o altro
è servito a me
e in questo umano mare
l’ho gettato … però vi prego,
leggete, tappate e in mare gettate,
ci penserà la corrente.

Chiedo scusa io a te, hai scritto versi intensi e bellissimi, tanto che mi hanno fatto scrivere un commento chilometrico.
Mi sono permesso ti scrivere a braccio ora il “diritto del mare” ….
Scrivere è meraviglioso… grazie e scusa ancora.
Quanto scrivo commenti e perché con la poesia letta mi si apre un cassetto della mente e mi emoziono.
Grazieeee


Paolo Pedinotti 19/05/2023 - 18:21

--------------------------------------

Mi dispiace!!
Devo ammettere di essere stata un po'egoista, perché come hai detto la poesia è di chi la legge.
Il messaggio ribelle che ho trasmesso con questa poesia non era nel mio intento.
Ti ringrazio, non penso che ci avrei mai pensato se non fosse stato per il tuo commento.
Grazie!

Sara phoenix 17/05/2023 - 16:53

--------------------------------------

La poesia non è di chi la scrive … ma di chi la legge … (non l’ho detto io) … e allora scrivo.
Forti, Fortissime sono le emozioni.
L’ostello non è la casa di origine,
c’è ribellione palesata,
la violenza interiore,
è figlia di una speranza di luce che intorno non c’è (non entro nel merito perché non so).
Quella speranza di luce allora è meglio soffocarla prima che produca una finta/falsa luce e se la luce non c’è ma la si spera, sarebbe ancora peggio per la persona.
Ora parlo io per ciò che sono, senza dare giudizi…. perché’ “ il giudizio” per natura non mi appartiene.
Nessun pugno, nessuna voce alta… viviamo tutti in ostelli (dipende dalle aspettative non raggiunte, dai sogni non realizzati, dai vaneggiamenti che il mondo di oggi ci impone per essere al passo).
La mia risposta a questa rabbia?
Fuori gli attributi, la nostra vita ha un unico pregio, nel bene e nel male ci fa “scuola” sempre.
Non spegnere la luce di altri ma impegnati per accendere la TUA.
Bellissima e scusa

Paolo Pedinotti 15/05/2023 - 21:16

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?