Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Francesca Manzella...
Tra uno strappo e un...
Io ti canto...
Giaccio...
Vado sfogliando...
Dove sei andata ?...
Elisei...
Il testa di caxxo...
Un piccolo pianto...
Alla mia meraviglia...
Umanità fallita...
PETRA...
Anima solitaria...
Poteva essere...
Scale verso il nulla...
Nonostante il freddo...
RICORDANDO L' AMOR...
Come fogli di carta...
Ritrovarsi...
PLACIDO...
L'ombra (lipogramma...
Non conosce falsità ...
Stampata sugli euri...
Carcerieri di noi st...
Pippo il Polpo...
Sprazzi Vitali...
Nuvole bianche...
CON STILE...
Ideare e progettare ...
Brividi assalgono...
Dove osano le oche o...
QUANDO SCRIVO...
Orologio...
Anche se (100 parole...
Proverbio indù (100 ...
Câblé n.5...
Luce e penombra...
Il meteorite gigante...
La solitudine bisogn...
mila pezzi...
Autunno Asseminese. ...
HAIKU 37...
È ancora primavera...
Il Dolore...
E tra I flutti una s...
L' AMORE HA CONOS...
Ti scrivo (100 parol...
VIVERE IL PAESE...
Velatura...
Fascio...
Non temere l’insicur...
Moto Zen (1)...
La tomba di Renzo eL...
Guadando il fiume...
Ciò che rimane ( con...
melograno...
Anima....
Masai...
Inquietudini...
L'autocontrollo è un...
Attesa...
Attimi (concorso poe...
Essere...
La pastora...
Qualche rivolo in me...
SULL’ORLO DEL BARATR...
DANZANDO CON TE...
Alla mia cara gatta ...
I lucchetti che apro...
Il buio...
Io prendo la minima...
Primitives...
Io e te per sempre...
Se guardi nel rifles...
Ho chiesto alla brez...
Il cambiamento clima...
Nuovo giorno...
Politica e corruzion...
Villaggi scomparsi...
RAGGI D'OMBRA...
I pensieri di oggi...
IL LABIRINTO DEL...
Avvelenata...
Quando seppellirono ...
TRIAGE...
Stille dal camino...
Il giglio d',Italia...
Amore...
GLI ASINI DI BRUXELL...
Predatore del silenz...
Un bacio, ovunque se...
Fu...
ATTIMO...
CORIANDOLI E' CA...
Hanno scelto il sile...
Il raglio dell'asino...
Una donna sta anche ...
Attesa...
Raggio verde...
Dioniso...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com



Diventerai respiro alle dipladenie

Diventerai respiro alle dipladenie
la sete delle estati
una sedia vuota al tavolo
dove lo incontravi
taciute parole
come nenie di boschi
su raggi beffardi di sole


un bacio non dato in un'alcova
quando era il momento
la speranza nuova
e un dolore maturo
come grappolo,
una cerimonia pagana
celebrata fra muschi
e tra rovi.


A lui e agli altri che ti dissero "Bella"
negherai il riconoscimento
di un pensiero. Non sarai mai
come ti volevano- disponibile e lontana-
non sarai neanche un loro pieno ricordo
di sicuro,
perché ometteranno sempre qualcosa
la tua tenerezza, per esempio.


Ma tu diverrai
dall'essere cosa
-semplice bisogno-
e sarai tormento


perché lasciasti evaporare il sogno,
su iniziativa del tempo.



(L'immagine allegata è opera dell'autrice, "Autoritratto", olio su cartone telato).



Share |


Poesia scritta il 06/02/2024 - 15:06
Da Carla Vercelli
Letta n.105 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


Nel silenzio della notte, un pensiero si risveglia,
Un autoritratto nell'oscurità, un'immagine che brilla.
Olio su cartone, un tocco di realtà,
Un'artista nel suo mondo, un sogno che diventa verità poi per miracolo poesia.

Francesco Cau 07/02/2024 - 09:38

--------------------------------------

Poe molto delicata ma che esprime un contenuto doloroso, uno di quegli eventi che nessuna donna vorrebbe vivere. Molto bella, ciao

Francesco Scolaro 06/02/2024 - 16:23

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?