Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Sul far nemboso...
Mora...
Non chiudiamo O.S....
LA NOTTE...
Al webmaster Mauro...
La goccia si posa...
Villamar...
Il nuovo giorno...
Quasi a gocciare...
Il dolore non si est...
Il Treno...
AU.F.O...
Vicoli ombrosi...
API...
ETEREO...
La sindrome del nido...
Addio al nuovo giorn...
Ritornare sui propri...
AMORE DOLCE OPPR...
HAIKU 41...
Elfchen...
CANTO...
Ai tempi della pesta...
Quando ti scrivo...
Sa spendula...
Donna senza volto...
In bici per le colli...
Voleva essere un dra...
Còlubri...
Lunedì mattina...
CHE AFFANNO QUEST...
Necessità...
SBAGLIANDO...
Tutto è relativo...
Il rumore dell\'addi...
Commiato...
Si chiude un capitol...
Vittorio...
Versi sul Passaporto...
Nel foyer dell’alba...
Ascolta Cielo...
Incombe il sonno...
Noi l'immenso...
L’ultima goccia...
VOGLIA DI VOLARE...
L\\\'uomo ballerino...
Sedoka - 3...
L'odissea di un poet...
Addio Oggiscrivo...
SUPEREROE...
La dimora dell'anima...
Intonaco battuto a m...
Passo sospeso ( Reda...
Rifiniture...
Resilienza...
PIZZICAGNOLO...
Oasi di scrittura (...
Echi di un Tempo Pas...
Mario...
PAROLE...
IMPENETRABILE OCE...
Ciglia che sorridono...
Il sogno di Anna...
Ipocrisia...
Un Angelo d'erba...
Dott. Scholl’s, trop...
Sorpresa…e pizza con...
Battigia...
E se piove ti penso...
Transumanza...
Amara vita...
La misericordia del ...
0429...
La lasagna di Pasque...
Lo sguardo di una ma...
Terre desolate...
PROVARE A VIVERE...
Pazienza!...
Fiore d'inverno...
Primo aprile...
E ti berrei ancora...
Il sole brucia...
Alla rugiada d’ulivo...
Acquerello...
haiku.......
Lacrima di salice...
STATO DI GUERRA...
Il profumo della Pas...
Oggetti...
Ancora silenti...
Dove vanno le parole...
Dopo il mio funerale...
Binari...
Io Sono...
Pasqua di neve...
GRIDERO'...
Frammenti di emozion...
Rugiada...
RONDINE...
SORELLA MORTE...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

Lacrime dal cielo

Lacrime dal cielo


Quell' amor mortale, che lega in terra
chi s 'unisce in una sola speme,
fondendosi in unico respiro,
non si dilegua al guastar della carne e dell 'ossa.
Il pensier che tutto move vive si diffonde in infinito,
senza il cruccio d' esser perso.
In quelle giornate di sole, mute senza vento,


par che l 'universo si move a sentimento,
per quell' amor un di concesso.
Allor ,quasi lacrime dal ciel sereno
cadono,
gonfie del ricordo di chi fu lieto un tempo.
Si confondono quelle gocce d 'amore
coi petali odorosi di maggio,
con il polline dei fiori ,
la terra che si veste di primavera.
Cola' ove la notte mai puo pugnar col giorno,
e' un girar d'intorno all 'aterna vampa.
Sereni, e senza pavor del domani, in un 'unica danza.
Ma noi nella terra stanca lacrimiamo ,
aspra e ' la mancanza lacera come fil di coltel il cor lamentoso.
Un unico filo teso, invusibile,
ma fiero unisce
Il mortal respiro al sussurrar dell immenso.
Salga a voi il singulto ,al vostro marmo il nostro petto
Dall 'etra di zaffir perfetto,
cadon le vostre lacrime d 'affetto.
Saremo viso a viso,
senza piu' il mortal difetto


Corrado cioci



Share |


Poesia scritta il 18/03/2024 - 09:18
Da corrado cioci
Letta n.70 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?