Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

L’ultimo atto...
Un COLPO al CUORE...
LA FELICITÀ È...
Il volo senza fiato...
SGUARDI NEL NULLA...
La preghiera di un a...
Il paradosso di Zeno...
la felicità? due big...
Burka...
IL CORAGGIO DI ...
Fantastica follia...
Semplici sensazioni...
Il vento scompiglia ...
Felicità...
Martina si sposa...
Fragile Impercettibi...
Buco nero...
è passato tanto temp...
Colpa del sale...
LA FELICITÀ ...SAI...
Il duetto dei fiori...
BIANCO...
La maledizione dell’...
L'ULTIMO DONO...
Cechin...
IL CANCRO È UN CLAND...
Antoine e il Piccolo...
Ragazza col turbante...
Mille...
Il buon pirata...
Il Ritratto Di Doria...
HAIKU DEDICATO...
SUDORI ROVENTI...
IL PRESAGIO...
La mia storia- DICEM...
Amore che torni...
Banditi...
Toro nero ebano...
Sulle note dei poeti...
LE DONNE E IL ...
D\'amaranto colore...
A capo chino...
ORRORE...
Millennials...
Liberi di volare...
La tua voce...
Prigionieri...
Forse...
ODE AI MIEI RICCI...
Posso?...
Imbalsamato giorno...
TEMPESTA...
Imparerò...
IL SAPORE DELLA FELI...
Canto della voce del...
La felicità ? La fel...
Fiore di cardo...
Baciala. Sempre. An...
Allora navigo...
AMAMI SENZA RITEGNO...
Veleno...
Potessi o dovessi......
Così vicini, così lo...
Ombre e silenzi...
Corridoi di lacrime ...
quell'ultimo addio...
Consapevolezza dell'...
E veglio su di te...
La sottoveste rossa...
Stazione...
Anche il nero può di...
La vita è gioia...
haiku - caramelle...
Dare il meglio di se...
Artisti in convento...
L' UOMO NERO NON ...
SQUARCIO...
Il tuo silenzio...
NON DEVO PIÙ NASCOND...
Non sarai mai sola...
Tu puoi...
Da Argada a Runcatin...
Il mulino...
Occhi negli occhi...
Tutto il bello che c...
La ballata di Rocky ...
Vorrei poterti dire....
Colori miei disegnat...
Passato....
OLTRE IL RESPIRO...
Volcano...
Un qualche fiore...
Ricatto...
Partita persa...
QUANDO VORRAI, SOLO ...
Tramonto...
Se volesse il cielo...
HAIKU N.16...
La Sera...
Impermeabile...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



Gennaio

È nel momento più freddo dell’anno
“tre” gradi “mizzega” che danno.
Il pino e il cipresso,
perdono le foglie
passano a noi le voglie,
rivelando con tenacia
che venga la bonaccia.
il premio Nobel per il freddo
e qui io mi congelo.
Oggi sono stato in un bar
ho chiesto qualcosa di caldo
e mi hanno dato un cappotto
e successo un quarantotto,
tutto era gelato, anche il rumore
era un pianto.
Il giorno si fa freddo di più verso sera…
Ma il calore dalla mia mano,
ha lo stesso sangue della primavera
di chi ancora spera.
Come deve essere freddo
l’inverno per coloro
che non hanno ricordi caldi.
Tu pittrice fammi un quadro del sole…
che il cielo ti benedice.
Dammi l’illusione che ruggine e gelo
non debbano arrivare mai!
non siamo nei ghiacciai
ma non e un mistero.



Share |


Racconto scritto il 05/01/2019 - 15:55
Da Francesco Cau
Letta n.74 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


Solo a leggerla fa venire freddo.Una bella trasposizione parole realtà.Bravo Francesco.

Antonio Girardi 06/01/2019 - 15:05

--------------------------------------

Veramente simpatica la tua poesia. Complimenti!

mare blu 06/01/2019 - 10:30

--------------------------------------

Bella! Mette di buonumore...

Grazia Giuliani 05/01/2019 - 20:03

--------------------------------------

"come dev'essere freddo, l'inverno
per coloro che non hanno ricordi caldi"
bellissimo

laisa azzurra 05/01/2019 - 19:37

--------------------------------------

... ma dicono che farà ancora più freddo per cui prepara un'altra poesia calda come questa...
brrrr...

Adriano Martini 05/01/2019 - 19:24

--------------------------------------

Troppo simpatica, Francesco...

Teresa Peluso 05/01/2019 - 18:31

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?