Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Decisioni difficili ...
Esperienza di vita e...
Quando più occhi non...
LE OMBRE DELLE ...
Segmenti sahariani...
Tanka 5...
Zum-zum...
SOGNANDO A OCCHI APE...
Noi (Tanka)...
E poi...
Distacco...
Il Fonte Pliniano (S...
Speriamo in estate...
L'orsetto (Alzheimer...
Ispirazione...
Colori e musica...
Autunno...
Mare a Caorle...
Uniti...
Mistero...
L'Ordinazione...
Sensazioni notturne...
coscienze orfane...
Gli occhi della mamm...
Endorfine o delle co...
Come nascono i bambi...
Rosa ribelle...
Ciliege rosse...
Frammenti...
Senza stagione...
Una candela spenta...
LA SOFFITTA DEI ...
Il ricamo...
La bellezza collater...
Ci si perda (la paro...
L'ORA DELLA CENA...
TRENI PERSI...
Tanka 4...
Il sole di Maggio...
In Rima...
Mi piacerebbe ti pre...
LA DITTATURA DELL’AP...
SognoAntropomorfo....
Bosco Verticale a Mi...
La Bugia...
Vivere la vita...
Davanti allo specchi...
Il vento...
Sposa fiorita...
L’illusione...
Natura...
La metempsicosi...
Accusata di non aver...
In alto mare...
Credo che nel mondo ...
Nome di donna...
Fucsia...
HAIKU B2...
Pianificare...
Fugacità...
E Ti Sogno Ancora...
Max Stirner...
Domani senza di te, ...
Vorrei volare come u...
L'ignoranza,che non ...
Tra le tue braccia, ...
VERSO L\' ETERNIT...
Milena e i doni dell...
Elisir...
Los Angeles notturno...
NATURA...
Desiderio...
IL NAUFRAGO...
È l'amore che conta...
Canzone triste...
Amaro...
Un biglietto, come u...
L'isola che non c'è...
Orme sulla sabbia...
TESTIMONIANZA DI FED...
PENSIERI...
Respirando l'aria...
Vorrei chiederti...
Shot down...
Dentini bianchi...
Sentiero interrotto...
Voglia di scrivere...
shhhh...
L'attrazione fisica ...
Vortice...
HAIKU A2...
Spiragli di luce...
Qualcosa è stato...
Sulle rive del nostr...
RIPARTENZA...
LUNA DEI FIORI 2020...
Ho dimenticato...
Bella Viola...
Chi rimane fanciullo...
Si fa giorno...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

Alla stazione ferroviaria

Alla stazione ferroviaria di Trossingen, binario 5. Attendo il treno per Stoccarda. Ho due valigie e una borsa. Al mio fianco una signora anziana. Le chiedo:
Anche Lei va a Stoccarda?
No, risponde l’anziana, vado ad Amburgo.
Bene, e io cerco la biglietteria.
La saluto con un “buon viaggio” e lei risponde:
Anche a te, amore.


Non ci faccio tanto caso, sempre in cerca della biglietteria. Senza le valigie, solo la borsa e la biglietteria che non trovo mai. Mi sveglio in un bagno di sudore nelle ore pomeridiane.


Vado a fare delle compere in un grande negozio. Dopo avere scelto due magliette faccio la coda alla cassa. Davanti a me un’anziana signora. Mi chiede:
Lei abita ancora a Trossingen?
Io rispondo:
Lei come sa che io abito a Trossingen? Per caso noi ci conosciamo?”
Ma certo, risponde la anziana, ci siamo visti ieri alla stazione. Non si ricorda?
Io cado dalle nuvole, pago la mia merce e la saluto.


Verso sera vado dal mio medico curante, uno psicoanalista. Dopo avergli raccontato l'accaduto mi somministra una ricetta miracolosa.
Come? … Sì!!!! ...
Il resto alla prossima puntata.




Share |


Racconto scritto il 17/10/2019 - 19:57
Da Salvatore Rastelli
Letta n.198 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


E poi? Anch'io aspetto il seguito!!!

Maria Isabel Mendez 19/10/2019 - 00:11

--------------------------------------

Salvatore non avevo mai letto un brano tuo...bel ritmo serrato e...aspetto il seguito! Bravissimo

Grazia Giuliani 18/10/2019 - 19:15

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?