Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Il coraggio...
VACCINO...
Bambino...
FRONTIERA...
LA NATURA E\' ...
AURORE...
Nuovi mondi nei prob...
Giovedi...
Il vero benessere in...
Ieri, oggi...
IL BUIO NELLA STANZA...
Ventitré Giugno 1964...
Dietro la tenda...
Evaporato in una nuv...
Tormenti tragicomici...
Copèrta di foglie (u...
In palla...
Resta con me......
ULTIMO SALUTO...
Amore, in pratica...
Costiera...
QUANDO NON E' ...
Coccole primaverili...
I viaggi del sole...
Non c’è luce se l'...
Un fragile tappeto...
Le Chiavi del Destin...
Nizzarda...
La fata Nina...
Raccontami di quando...
Icaro...
Orizzonte...
Il mio primo e grand...
Modella di uno splen...
Non smetteranno mai...
Mio cuore...
Dita di bambina...
LA SECONDA OPPORTUNI...
SCRIVO PER VOI...
SEI NEL MIO SO...
Maestro...
A ritroso e in avant...
La farfalla...
Sulfinia...
Universo blu...
A MAMO MIO AMICO DI ...
Haiku 27...
Non sappiamo nuotare...
La vera conoscenza s...
Con una pennellata v...
Verso...
Il cassetto dei rico...
Lettera di un alunno...
Orizzonti...
Imitando Guccini...
il bacio della luna...
Notte infernale...
LA MARIONETTA...
IL PESCIOLINO ROSSO...
Che botta!...
Dall'homo sapiens (p...
Una nuova conoscenza...
La Vita...
Discernere...
Addio...
Vorrei...
A FAVORE DI VENTO...
Giugno 2021...
Cuoreremita...
Odore di foglie bruc...
Non scomodate DIO...
La felicità non va c...
Artigli...
ELEMENTI...
UN FOGLIO UNA ...
IL SETTE LUGLIO DEL ...
La solitudine dell'a...
Tanka 20...
Centosessantasette s...
Ricordi d’estate...
La suora di Vigevano...
Prima che arrivassi ...
Solitari addii...
Da riproporre...
Caffè e impressioni...
Una sola gioia...
Le parole son l'onda...
Richiamo dell\'Eden...
DIDATTICA RAVVICINAT...
Per mano...
Giglio di mare...
POLPETTE...
le stagioni della vi...
Poesia...
Guccini Presidente...
EMOZIONI E SOGN...
Il profumo dell'atte...
L'ultimo libro...
Un avvocato , un sov...
Chiederò mare in bur...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com



Miriam

C'era una volta una bellissima principessa di nome Miriam che viveva in un bel castello nel Regno di Borgo Bio.
Suo padre, il re, per questioni politiche, e soprattutto nel timore di una guerra impossibile da vincere, diede la giovane in sposa a Nicholas, un re vedovo, particolarmente spietato, del Regno di Fallacia. Il sanguinario regale, guerrafondaio fino all'osso, assieme al suo fortissimo esercito, espugnò i principali regni del Casso, eliminando senza pietà svariati monarchi e intere guarnigioni di soldati, per non parlare della moltitudine di coraggiosi avventurieri che cercavano di liberare la principessa.
Passarono alcuni anni, finché una notte, Miriam, a tradimento, uccise lo sposo, mutilandolo con un sol colpo tramite una taglientissima ascia. Con freddezza infilò la testa dell'uomo (con corona annessa) in un sacchetto di iuta e lo strinse con dello spago.
La diabolica ragazza, prima della fuga, fece esplodere il castello, incendiando la stanza coi barili strapieni di polvere da sparo. Non sopravvisse nessuno.
Miriam tornò a Borgo Bio e servì al padre in un piatto d'argento (nel vero senso della parola!) il capo mozzato di Nicholas.
«Il nostro piano ha funzionato! Il Regno di Fallacia è in mano nostra!» esclamò la figlia con un sorriso mefistofelico.
«Ottimo lavoro! Oltretutto anche gli altri regni risultano indeboliti, dal momento che il caro satanasso si è occupato di decimare i relativi contingenti nonché importanti figure militari, nobiliari e reali» osservò con perfidia il re. «Praticamente il Casso ha soltanto un sovrano, cioè io.»
E vissero felici e crudeli.



Share |


Racconto scritto il 25/05/2021 - 10:23
Da Giuseppe Scilipoti
Letta n.244 volte.
Voto:
su 10 votanti


Commenti


Ciao Angela, GRAZIE per il tuo arguto e ricercato commento. Hai scovato aspetti nascosti o nuovi aspetti che senz'altro arricchiscono la mia pubblicazione. Wow, ne ricavi un "taglio"... pedagogico. Addirittura?
La modalità guardinga ci sta per i crudeli reali, un giorno potrebbe arrivare qualcuno che renderà pan per focaccia, con sopra del... rosso. Oh, non sarà di certo pomodoro.

Giuseppe Scilipoti 10/06/2021 - 00:51

--------------------------------------

Una vittima che si rivela carnefice e il cinismo che si erge a modello pedagogico si fondono in un finale che ribalta i canoni classici del perbenismo. E' la favola che più che circumnavigare l'isola che non c'è, affonda le sue radici in una terra il cui principio di realtà deve fare i conti col paradosso disarmante che ci spiazza e che nello stesso tempo ci porta a mirare nuovi orizzonti con uno sguardo guardingo.
Bravo!

Angela Randisi 09/06/2021 - 17:53

--------------------------------------

Grazie Glauco, oltre ciò che affermi, il testo dispone a suo modo di un taglio, anzi di un doppio "taglio" cioè black humour e thriller.

Giuseppe Scilipoti 31/05/2021 - 13:38

--------------------------------------

Citazioni e doppi sensi in salsa machiavellica. Ah Remirro de Orco quanto ci hai insegnato!

Glauco Ballantini 31/05/2021 - 13:19

--------------------------------------

Mirella, Mirko e Afrodite grazie anche a voi per i vostri bei commenti.
Da un po' di tempo a questa parte ritengo che il genere fiaba a lieto fine, alla fin fine (e mi scuso col gioco di parole!) credo abbia rotto le balle, quindi ho voluto puntare sul fiabesco nero, anzi, rosso sangue ed ho provato a rendere più "colorite" le cose.
A giudicare dai vostri commenti, penso proprio di esserci riuscito.
Un abbracciollo a tutti voi!

Giuseppe Scilipoti 29/05/2021 - 12:20

--------------------------------------

E brava la bella Miriam, che con un colpo mancino riesce a stupire i lettori ed a salvare il regno, ma non la sua reputazione di principessa arrendevole e garbata, che l'aveva contraddistinta fino ad allora.
Bravissimo Giuseppe, come sempre!

Afrodite T 26/05/2021 - 16:14

--------------------------------------

Una puntata di Criminal Minds...d'altri tempi. Divertente, e anche d'attualità.


Mirko D. Mastro(Poeta) 25/05/2021 - 19:53

--------------------------------------

GIUSEPPE...In questo racconto più che la principessa Miriam vedo una spietata Salomè che fa collezione di macabri trofei come teste di uomini. Speriamo che nel regno del Casso i poveri sudditi si augurino di avere sempre la testa sulle spalle.
Fiaba macabra ma originale.

mirella narducci 25/05/2021 - 17:34

--------------------------------------

Maria Luisa, Giacomo e Santa, vi ringrazio di cuore per aver fatto "accetta" delle righe di questo breve brano. Il testo, naturalmente dispone di humour... un po' macabro. Come ci insegnano le favole e le fiabe i cattivi o comunque i "personaggi" non graditi fanno sempre una brutta fine.
Ho immaginato il Re Nicholas con le stesse fattezze di un autore/lettore che da settimane funge da osservatore sparando UNA stelline un po' a tutti, me compreso.
Sicuramente negli anni di matrimonio con la bella ma maliarda Miriam, ecco... Re Nicholas troppo impegnato a scannare opponenti... non ha sicuramente consumato. Ah, a peggiorare le cose... le sue palle secche.
Francamente ho scritto questa brano con un gusto che non vi dico, soprattutto durante la sequenza del taglio. Oh, non della torta nuziale anche perchè non viene mostrata.
Parole sante quelle di Bud Spencer:
--- Non c'è niente di più cattivo di un buono che diventa cattivo ---
Au revoir, grazie ancora per i commenti.

Giuseppe Scilipoti 25/05/2021 - 14:24

--------------------------------------

Lodevole racconto o favola. La tua capacità nel mettere insieme tanti aspetti, sono divertenti,umoristici, scorrevoli, metaforici, anche la crudeltà non è più tale perché sopraffatta dall'umorismo. Insomma hai tutte le carte giuste dello scrittore. Complimentarsi è d'obbligo,almeno per me. Un saluto affettuoso con tante lodi.

santa scardino 25/05/2021 - 14:04

--------------------------------------

favola non solo particolare, direi unica. Il regno del Casso è una novità letteraria mica male. In questo brano ho colto numerose metafore di ampia e variegata interpretazione. Ciao Giuseppe. 5 stelline ( ma nel tuo ultimo commento mi dici che non merito 5 stelline ma il voto non lo conferma che tu mi abbia dato un voto basso...cosa intendevi? )

Giacomo C. Collins 25/05/2021 - 14:03

--------------------------------------

Una favola/thriller ... e anche questo tipo di narrazione ci può stare, bravo!

Maria Luisa Bandiera 25/05/2021 - 13:21

--------------------------------------

Ciao Paolo, grazie per il tuo commento. Come vedi so essere anche umoristicamente... crudele. Nella scrittura di certe composizioni, intendo.
Grazie per aver "accettato" positivamente la mia pubblicazione, le tue cinque stelline valgono un occhio della testa.

Giuseppe Scilipoti 25/05/2021 - 11:58

--------------------------------------

Come sai scrivere tu Giuseppe nei tuoi generi, nessuno ti arriva. Umoristico anche nelle favole. Bravissimo!

Paolo Ciraolo 25/05/2021 - 11:52

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?