Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Rosso cuore...
Stolta malinconia...
Caro babbo...
Insieme fino al mare...
Luna...
La vanità è causa di...
Alfa, beta, gamma e ...
La stanza che aspett...
Nel sottobosco quand...
Una via d'uscita...
LA DEBOLEZZA DEL...
INNO ALLA SHOAH Lacr...
Siamo atomi strettam...
je ne savais pas...
FINALMENTE IO...
IN QUEL DIVINO VOLER...
È solo una sera d’Au...
SCORCI...
La Laguna...
Vite da guerra...
Come carne viva...
Porto i tuoi sogni c...
L'impercettibilità d...
Cielo d'ottobre...
STELLE E SOGNI...
Miss Spring...
Arriva sempre l'ora ...
Negli occhi di una m...
Al Buio...
Stancamente...
Voglia di volare...
First Time...
Il ballo dell'ombra...
Donna...
Il tempo non passa m...
PANETTONE STRADALE...
Un'avventura...
Gretchen...
FOGLIA IN AUTUNNO...
Ultima volta al civi...
I pensieri...
Preferisco...
Non giudicare le per...
L' ARTE DI AMARE...
Il movente...
Letture leggere...
In un combino Creati...
AUTUNNO...
Ad altri insegna il ...
Gabbiano...
La copertina d’ocra ...
Nove Ottobre ‘sessan...
Distrazione...
La foglia...
SOGNO E DESIDERI...
Presso la fonte anti...
Fiammella delicata...
IL GIOVANE SAGGIO...
La speranza....
La scrittura, la mus...
Donna fugata...
Il mio pensiero...
Il profumo dei giorn...
Una Voce...
Solitudo...
La notte scorsa...
Fuori piove...
Dal canestro su per ...
Nuvole...
Poesia su tela bianc...
AUTUNNO...
LA CASA DEL SEGRETO...
Girotondo...
MANIFESTO FUNEBRE...
Il Dolore...
AFRICA...
Le giuste attenzioni...
Voglia di castagne...
USURAI...
Haiku D'autunno...
Passaggio a livello...
Piccoli vortici...
Notevole...
Olfatto...
Aspettando una lacri...
Ci sono poveri che r...
Soltanto allora...
IL POST PANDEMIA...
Nascita, vita, morte...
Un Attore, un Dottor...
Immaginario sentire...
BAGLIORI DI SPE...
Malinconia d’autunno...
CASTELLO...
Tutto tace...
Desidero il pensiero...
BREVE...
Chiedo venia...
Haiku...
La signora in bianco...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com



Rorshach

Macchie casuali da specchi raddoppiate.
Visioni e frasi spezzettate e silouhettes di parvenze, niente a che vedere con l'arido vero.
Un piccolo giro dalle parti di Villa Corridi e l'ho visto in lontananza, era mio padre. Il training bianco e verde e l'andatura erano quelli e poi il tempo mescola le carte e non sai se le macchie sono vere o sono dentro all'anima soltanto.
E' chiaro che non era possibile fosse lui visto che era morto due anni prima. Però sembrava proprio. Anche i capelli canuti erano i suoi.
Sono rimasto a seguirlo a distanza per non perdere quell'immagine dai sogni seminata.
Fino alla prima curva, poi è sparito.



Share |


Racconto scritto il 28/06/2021 - 12:57
Da Glauco Ballantini
Letta n.341 volte.
Voto:
su 6 votanti


Commenti


"Rorshach" assume sfumature di significato, il lettore più lo legge, più lo rilegge, piùnlp rilegge ancora e ancora... si accorge di quanto lo scritto è unico nel suo genere, come nessun altro.
Colpo da maestro l'ultima riga, idealizzo l'effetto dissolvenza.
Complimenti + cinque stelline.

Giuseppe Scilipoti 13/10/2021 - 13:39

--------------------------------------

Immaginabile le difficoltà di gestazione da parte dell'autore per strutturare, completare e finalmente pubblicare l'opera.
In questo componimento c'è ermetismo, estetismo, pittorialismo, surrealismo e "chiazze" di psicologia, a cominciare dall'immagine di copertina.
(segue)

Giuseppe Scilipoti 13/10/2021 - 13:38

--------------------------------------

Il racconto risulta ben fatto, raffinato, non scontato. Lo scritto arriva anche a conclusioni mature, surreali e più articolate del semplice "È lui o non è lui"
Nel suo piccolo fa riflettere e offre varie chiavi di lettura.
Glauco Ballantini, ho letto altri tuoi lavori. Ritengo che sei uno dei pochissimi autori da tenere d'occhio e da leggere ancora, visto che la stragrande maggioranza degli autori di questo sito, offre opere di bassa qualità o banalmente estemporanee...

Simona De Nardis 28/09/2021 - 22:36

--------------------------------------

Grazie dei commenti, è un racconto che è rimasto fermo per un paio di anni perchè non c'era l'idea per non farlo restare piatto. Le macchie di Rorshach hanno dato la chiave...

Glauco Ballantini 30/06/2021 - 07:44

--------------------------------------

Molto bello, Glauco...forse uno dei tuoi migliori. Mi è piaciuto molto. ciaociao.

Giacomo Collins 29/06/2021 - 20:50

--------------------------------------

La dimensione creativa è un potenziale di particolari figure confinate in aree convenzionali; appare interessante la spontaneità non inibita, la facilità espressiva rispetto all’inatteso che a volte attrae.

GiuliaRebecca Parma 28/06/2021 - 17:51

--------------------------------------

Io penso che in una famiglia di artisti, padre e due figli maschi, la carica emotiva della perdita , in questo caso di uno dei tre, il padre recentemente scomparso, può tramutarsi in un breve racconto in 110 parole: l’avere scritto un libro di 110 racconti di 110 parole ognuno, ha donato a Glauco la maestria di base per ripetersi cantando il padre. L’ apparato psicologico degli artisti è così: artistico.
La saluto.

Ralph Barbati 28/06/2021 - 17:47

--------------------------------------

Questo è un testo di classe, un poco oscuro come il tipo di scrittura che amo.
La tavola 7 è quella che più mi incuriosisce. Il suo significato, il rapporto materno, è tutta un'altra storia..
Complimenti

Mirko D. Mastro(Poeta) 28/06/2021 - 14:42

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?