Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

00:00...
...Cosa ne avremo?.....
Mese d'Agosto...
L'estate che vorrei...
L' autoritratto...
Fragole...
In punta di piedi...
Tanka...
I binari...
Del tramonto ne fann...
Il peggior danno che...
Il fiore della felic...
Certi pensieri...
LE POESIE NASCONO da...
Canto di dove esiste...
Ombre...
MADONNA INCORONATA...
Sputacchio...
La materia cosmica s...
L\'anima mia è nuda...
NELLA CASA DELL EMPI...
Transumanza...
Certi momenti......
Lo sbaglio di una ro...
Da quell’ultimo (mio...
Nel silenzio ritrovo...
Haiku (1)...
Cammino...
Il temporale...
San Lorenzo...
Vorrei essere un gla...
Meditando...
SICCITÀ...
Sentenza planetaria...
ONDE...
Il denaro è quella c...
La nuit de Aimèe...
Mezza estate...
Acqua 8...
SACCO A PELO...
Lettere filanti...
STELLA CADENTE...
si dice sempre il l...
Storia di un seme...
Il velo del tempo...
Che nostalgia Obama!...
Al mio caro babbo...
Prendi il mio cuore...
Cavaliere errante...
A te...
E i pinguini non vi ...
LUOGHI DEL PAS...
Il rumore della risa...
Versi tersi....
Buone vacanze...
Zio Primo...
Ammonite...
L\' omino di latta...
Tu, la mia vita...
Senza armonia...
Una nota d\'amore...
Inverno...
Ormai è sera......
SCRITTURA AGOSTO...
Compleanno...
Un'altra vita mi ucc...
NEL CUORE DEL MONDO...
Il veliero...
L’uomo del buonumore...
Bella e lucente...
AMO LA SOLITUD...
CLOCHARD...
Tinte tenue...
Nuraghe Losa...
Per i veri amici, co...
Il Privilegio...
Torneranno a cadere ...
La corona di alloro...
Nell'azzurro...
Margherita...
Notte di rugiada e g...
La farfalla di Falco...
LUCE CREMISI...
Gladiolum detto di p...
Avere una mente calm...
MILLE E NON PIU’ MIL...
Polvere di farfalla ...
RICAMI...
Baci casti...
Miseri resti...
Del Sole...
L'ironia della besti...
Trovano posto verso ...
Chi sa e finge di no...
Fiamma...
Soffermati...
Ma quanto tempo......
LA COSCIENZA...
Senza permesso...
Morire senza morte...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com



L\'uomo che conobbe Don Chisciotte quattro

Il camposanto



Era una mattina abbastanza ventosa.
Aspettando il bel tempo, restavo ancora a letto.
La colf preoccupata, perché non era abituata nel vedermi così tardi ancora coricato ma io avevo bisogno di pensare
Bussa alla porta, la faccio entrare, un caffè mi faccio portare.
Gli dissi oggi sono così, un po giù,
Ma tra poco mi alzo e farò qualche passo.
Quindi metto un giaccone ed esco, finalmente appare il sole.
Salgo su in collina dove c'era la chiesetta e il piccolo camposanto.
Attirato di chi sa cosa.
C'era un viale di rose rosse più avanti, alberi di glicini che facevano da riparo nei giorni di calura estiva.
Poiché avevo tempo, leggevo le epigrafi, alcune addirittura del settecento.
Croci e sculture bellissime, sembrava un pezzo di paradiso e nell'aria profumo di santità.
La chiesetta medievale con sopra una nicchia con un San Pietro sicuramente al santo dedicata.
Sarei voluto entrare ma era chiusa.
Mi feci la croce e mi girai per tornare al casale.
A un tratto vedo arrivare il solito vecchietto, lo saluto, con rispetto mi risponde con un inchino di quelli dei nobili antichi.
Gli chiedo come mai tutti i giorni li a pregare.
Mi risponde tristemente e mi segnava con la mano una tomba.
Guardo e leggo, e con mio stupore una foto e un nome che mi ricordava qualcuno.
Qui giace Sancio Pancio che fu scudiero di un nobile guerriero.
Chiesi lei chi sarebbe ?
Risponde con voce tremolante sono "Napoleone Bonaparte"!
Lo guardai un po stupito, facendo finta di niente, lo saluto e lo lascio lì ma lui non si scompone si inginocchia mette i fiori nella tomba.
PS: del resto hanno vissuto una vita assieme? Chi sa forse tutta fantasia… Ai posteri l'ardua sentenza.
Chiedo alla golf se lo conosceva, mi risponde con in sorriso sardonico…
E un povero demente, che conobbe fasti e sollazzi ma pure in manicomio con i pazzi.
Lui prima credeva di essere Don Chisciotte, faceva con tutti a botte, persino con le pale del mulino vostro dove diceva di voler fare con la lancia i giganti fuori.
Ma anche tanti altri personaggi tutti grandi blasonati.
Capii che chi scrisse il manoscritto conobbe veramente il personaggio del racconto.
Dopo alcuni giorni seppi che era caduto dalle scale e con una triste lenta agonia era deceduto.
Rimasi molto dispiaciuto.
Mi interessai personalmente del suo seppellimento, ma tutto il paese fece una colletta per fare un monumento.


Poi ripresi il manoscritto si faceva più interessante, e dipingere era la mia arte.


Sempre in mente Don Chisciotte che nella mia mente faceva capolino.




Share |


Racconto scritto il 28/06/2022 - 13:41
Da Zio Frank Storie del gufo
Letta n.95 volte.
Voto:
su 3 votanti


Commenti


Molto avvincente,spero continui..

Anna Cenni 29/06/2022 - 08:33

--------------------------------------

Trovo molto gradevoli ed interessanti tuoi racconti. Complimenti. Ciao

santa scardino 28/06/2022 - 20:39

--------------------------------------

E' simpaticissimo,
Zio Frank, prima o poi recupererò le precedenti puntate.
Un caro saluto e 5*

Marina Assanti 28/06/2022 - 19:14

--------------------------------------

Don Chisciotte, un personaggio bizzarro che alimenta la fantasia dell'Autore forse perchè voleva, nel suo intento, fare giustizia che è come lottare contro i mulini a vento. Molto apprezzato.

Francesco Scolaro 28/06/2022 - 19:03

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?