Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

E ora cala il vento...
Le scarpe sotto l'or...
Proxima...
Combinazioni...
False promesse...
Il nostro tempo...
Storia degli intenti...
Gogyoshi - IL SOGNO...
Un libro...
Mettete l’impermeabi...
Attendere che ti por...
Dolofortia in poema...
Danza celeste...
Tiepidamente...
ECHI...
Ovunque si vada si è...
Volo di gabbiano...
Una storia unica...
Vino alla mescita...
Il potere della mamm...
Paura...
Buona notte...
Singolo momento...
Metà del Mondo...
UNA VALIGIA...
Inumato fuorimano al...
Dimmi di chi sei...
GLI AMORI DI UN TEMP...
Hai mai visto?...
Bianchi pensieri...
Stabilimento balnear...
La musa epatologa...
Il filo sottile dell...
IL SOGNO SPEZZATO...
Albe dorate...
Il fischio del merlo...
Rispettare la natura...
10...
La forma di una paus...
Il cuore pulsa di vi...
Povero gatto...
Il motivo delle dimi...
Il sellino lilla...
Piazzetta Gattamelat...
Questo è troppo!...
L'arrogante miseria ...
Veduta prospettica...
Cagliari, Via Napoli...
Mani...
IL PARADISO INFERNAL...
Oltre l'Infinito...
Aria di Luna...
Affiorano ricordi...
Il dominio del fuoco...
Smeraldi...
Notte tostata...
NOTTE DI AGOSTO...
SOTTO ASSEDIO...
Dove tramonta il sol...
Gogyohka...
Monotonia...
Appuntamento rionale...
Fantasia...
PISA...
Una foglia come cigl...
Gli incattiviti...
Giallo pervinca...
I CINQUE FRATELLI...
Odori antichi...
Internet è come una ...
Dietro le case la se...
GENERAZIONI DI S...
Ortensie e falesie...
Effimero Trionfo...
Come farfalla che su...
Pippo (no uno de i m...
Il mondo è taglia XS...
Cagliari castello Vi...
Profumo di mare...
nel gioco assorto di...
LA DOTE DELL' I...
Una stella...
Per caso....
Udite...
E ti penso...
Il maestrale...
Nostalgia e......
Azioni rionali...
Sto invecchiando...
Soggettiva...
Respirandoti...
GLI OCCHI DELL'...
Di primo taglio...
Choka...
Un reato commetti...
NOTTURNO...
Birre and bacon...
Il clown...
Santo Graal...
PER COSTRUIRE IL FUT...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com



In prigione

Troppo giovane per finire dentro quella grande e squallida prigione. Per José, essendo il primo giorno di gattabuia, prestare estrema attenzione era il minimo. Fin da subito gli venne caldamente consigliato di farsi gli affari suoi, qualora avesse notato delle armi, i cellulari e la droga che circolavano nel penitenziario, altrimenti gliela avrebbero fatta pagare a caro prezzo.
José assorbì interamente la difficile e angosciante atmosfera di quella sorta d'inferno tanto più che in tarda serata, grondante di sudore, se ne stava seduto ai piedi del letto, incapace di dormire in quanto decisamente preoccupato di quale sarebbe stato l'andazzo della mattina successiva.
Quasi in lacrime, rimuginò il suo imperdonabile "crimine" ovvero di non aver continuato gli studi, scegliendo di diventare un agente della polizia penitenziaria di Caracas, in una delle più pericolose prigioni del Venezuela.



Share |


Racconto scritto il 22/09/2023 - 09:35
Da Giuseppe Scilipoti
Letta n.266 volte.
Voto:
su 5 votanti


Commenti


Cara Mary, le prigioni venezuelane sono SUPER toste, degradate, affollate e violente. Ci vogliono i maroni come dite voi al nord, anzi in questo caso... i maroni d'acciaio.
Ah, sei una appassionata spettatrice de "Prigionieri di viaggio"?
Allora, questo racconto è datato 2019. Quando scrissi questo brano, visionavo tante puntate su YouTube su un canale. Successivamente come spesso accade, per questioni di copyright sono state rimosse.
Alla prox!

Giuseppe Scilipoti 29/09/2023 - 06:23

--------------------------------------

José sembrava dietro le sbarre e invece sorpresa
Giuseppe, prigionieri di viaggio dove lo vedi? È passato per tv ??

Mary L 28/09/2023 - 14:14

--------------------------------------

Ho visto cose pazzesche, tra cui le cattive condizioni dei penitenziari e i numerosi omicidi o ferimenti che avvengono spesso tra bande rivali o tra detenuti e agenti.
In riguardo il finale a sorpresa, inizialmente era mio intento far credere che José fosse dietro le sbarre. Poi nelle righe finali si scopre che José sta davanti alle sbarre.
Un abbraccio a tutte voi!

Giuseppe Scilipoti 27/09/2023 - 22:59

--------------------------------------

Anna, Mary, Maria Luisa e Santa, vi ringrazio per aver letto e commentato. Per scrivere questo brevissimo pezzo narrativo mi sono avvalso del mio docudrama preferito intitolato "Prigionieri di Viaggio". Dopo aver visionato numerosi episodi, posso certamente affermare che le prigioni Venezuelane risultano tra le peggiori al mondo.
(segue)

Giuseppe Scilipoti 27/09/2023 - 22:56

--------------------------------------

Il tuo stile comporta sempre un finale a sorpresa, e anche questa volta non hai deluso le aspettative di chi ti conosce come autore. Un racconto che descrive una situazione tra le più brutte. Hai evidenziato un lavoro che non è certamente piacevole, anzi a volte anche angosciante. Sulle spalline della divisa ci troverai sicuramente cinque stelline.

santa scardino 22/09/2023 - 19:39

--------------------------------------

Credo che sia un lavoro veramente duro!

Maria Luisa Bandiera 22/09/2023 - 17:34

--------------------------------------

Eh già, ci vogliono 4 occhi per controllare cosa succede.
Forse era meglio continuare gli studi, non è per tutti questo lavoro..
Ti fai le ossa e vivi di paura, serve caxxima come si dice qui

Mary L 22/09/2023 - 15:03

--------------------------------------

Quanta è vera questa storia, ma tu poi l'hai edulcorata, perché è pure peggio. Per chi sorveglia e il sorvegliato!!

Anna Cenni 22/09/2023 - 11:20

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?