Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Rispettare la natura...
10...
La forma di una paus...
Il cuore pulsa di vi...
Povero gatto...
Il motivo delle dimi...
Il sellino lilla...
Piazzetta Gattamelat...
Questo è troppo!...
L'arrogante miseria ...
Veduta prospettica...
Cagliari, Via Napoli...
Mani...
IL PARADISO INFERNAL...
Oltre l'Infinito...
Aria di Luna...
Figlio...
Affiorano ricordi...
Il dominio del fuoco...
Smeraldi...
Notte tostata...
NOTTE DI AGOSTO...
SOTTO ASSEDIO...
Dove tramonta il sol...
Gogyohka...
Monotonia...
Appuntamento rionale...
Fantasia...
PISA...
Una foglia come cigl...
Gli incattiviti...
Giallo pervinca...
I CINQUE FRATELLI...
Odori antichi...
Internet è come una ...
Dietro le case la se...
GENERAZIONI DI S...
Ortensie e falesie...
Effimero Trionfo...
Come farfalla che su...
Pippo (no uno de i m...
Il mondo è taglia XS...
Cagliari castello Vi...
Profumo di mare...
nel gioco assorto di...
LA DOTE DELL' I...
Una stella...
Per caso....
Udite...
E ti penso...
Il maestrale...
Nostalgia e......
Azioni rionali...
Sto invecchiando...
Soggettiva...
Respirandoti...
GLI OCCHI DELL'...
Di primo taglio...
Choka...
Un reato commetti...
NOTTURNO...
Birre and bacon...
Il clown...
Santo Graal...
PER COSTRUIRE IL FUT...
Innamorarsi...
Cento euro...
Almeno fosse stata l...
Finire...
In un vicolo stretto...
Mondo a colori...
POESIA è AMORE...
Gomma a terra...
Bacca...
HAIKU N. 22...
STELLINA...
Un motivo per vivere...
Amarsi un po'...
Sotto il cielo dei m...
L' AMORE...
Comodato d'uso (offe...
Scrittura dedica Cam...
Firenze SMN...
Fiat voluntas tua...
Spazio Vuoto...
Pippo...
TI SENTO...
La mia libertà...
Idromele...
ESPLODE L' AMORE...
Perla...
Più....
In intimità lo chiam...
Diversamente intelli...
IL NOSTRO PRIMO INCO...
E fu subito sera...
Acciughe e accalappi...
È solo una sera d’Au...
Il complesso del ses...
Cerco costantemente ...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

Fiat voluntas tua

A compimento del lungo lavoro
Iddio creò l’uomo
lo predispose per essere bianco
giallo rosso e nero
gli incusse regole e comportamenti
ed infine
il compito di procreare
onde popolare il globo.


Bisognava però raggirare
la norma del copulare
sangue dello stesso sangue erano quelli
carne della stessa carne.


Un soffio d’umana scaltrezza
aleggiò dintorno
e senza mai svelare l’arcano mistero
il mondo si popolò in tutte le lande
montagne … villaggi … distese.


Si emanarono nuove leggi
e commi intrisi di furberie
si affermarono governi despoti e signorie
in una girandola di soprusi e violenze
per sottomettere i simili
che reagirono corrispondendo.


Sopruso dopo sopruso
scoppiarono lotte … diatribe … guerre.


Ovunque la morte stendeva il sudario
a quel punto
per non fare estinguere la specie
intervenne ancora Iddio
che s’inventò la categoria dei fessi.


Questi ebbero il compito
di ammansire l’umana bestialità
non reagendo ai soprusi
ponendo così rimedio
laddove imperante regnava il caos.


L’sperimentò durò un lustro
Lui si accorse che funzionava
e lo certificò.


Ancora oggi
il mondo malconcio si regge
sulle spalle ammaccate dei fessi.




Share |


Racconto scritto il 30/06/2024 - 15:13
Da Francesco Scolaro
Letta n.110 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti


Credo che qualsiasi cosa si pensi di chi chiamiamo Dio, è solamente un limitato pensiero a misura d'uomo e mai potrà essere ciò che era all'origine il vero pensiero (se mai potesse esserci un pensiero) del Creatore della vita...

Maria Luisa Bandiera 01/07/2024 - 08:56

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?