BENVENUTO SU QUESTO SITO, dedicato a chi ama scrivere poesie, racconti, aforismi e desidera comunicare agli altri le proprie emozioni o competere piacevolmente in esercizi di scrittura creativa. La pubblicazione è gratuita



     
 

REDAZIONE - AVVISI IN BACHECA

ANTOLOGIA DEGLI SCRITTORI 2018

Si informa che hanno aderito 23 autori e che l'antologia è in fase di allestimento

PUBBLICAZIONE DELLE OPERE

Si informa che è stato introdotto il nuovo sistema di presentazione delle opere. Gli autori che contribuiscono al sostegno del sito con il versamento minimo di 15 euro potranno presentare un’opera ogni 2 giorni. Tale beneficio ha durata annuale per cui durera' 12 mesi dalla data del versamento effettuato nel 2018 e fino al 31 dicembre di questo anno per coloro che hanno effettuato pagamenti di sostegno in precedenza. Il sito verrà comunque mantenuto gratuito con un limite di presentazione di un'opera ogni 5 giorni per tutti gli altri.

Il sistema ha due obiettivi precisi: evitare che qualche autore pubblichi, come avvenuto finora, opere senza il rispetto dei tempi previsti e introdurre un sistema che premi l’apporto economico degli autori che sostengono il sito attraverso le contribuzioni.

Non cerchiamo di certo fondi con finalità lucrative ma per rendere migliori servizi agli autori attraverso interventi tecnici al sito e per avviare altre iniziative progettate (incontri, premiazioni ed altro). Non è nel nostro stile insistere su tale punto per cui non rivolgeremo altri appelli visto che situazione ed obiettivi sono ora noti a tutti. Abbiamo preso comunque atto che sono molto pochi gli autori che hanno finora aderito.

CONTRIBUZIONI

La contribuzione minima è di 15,00 euro che può avvenire secondo le modalità più sotto descritte. Come già detto chi ha già versato un contributo di sostegno nel 2017 è esentato dal pagamento per il 2018.

Due le modalità opzionali di pagamento:

- ricarica carta POSTEPAY n. 4023 6009 4149 8935 (intestata a Martini Adriano MRTDRN38E06L424N). E' l'operazione meno onerosa perchè si può fare in posta esibendo carta d'identità e codice fiscale (costa 1 euro) oppure presso qualsiasi ricevitoria (costo 2 euro). SI DEVE IN QUESTO CASO COMUNICARE IL PAGAMENTO tramite messaggistica alla redazione o via mail a redazione@oggiscrivo.it PERCHE' DALL'ESTRATTO CONTO non ricaviamo il nome del versante,

OPPURE

- bonifico nel conto intestato a Martini Adriano IBAN IWBANK: IT67V 0308 301605 0000 0001 5662 che già funziona come conto del sito, sia per gli introiti che per i pagamenti. Come causale si può inserire qualsiasi dicitura (ad esempio contribuzione sito oggiscrivo). Il bonifico per chi ha un conto on line è in genere gratuito o quasi ma è più caro nelle ricevitorie on line. Il bonifico presso la propria banca costa in relazione alle condizioni pattuite. Abbiamo sempre la visibilità di chi effettua il pagamento per cui non occorrono in questo caso ricevute (le segnalazioni sono facoltative).

--------------------------------------

COMMENTI

Raccomandiamo di ponderare attentamente ciò che si scrive a livello critico NEI COMMENTI in quanto basta poco a scoraggiare chi già con molta timidezza ha fatto dono delle proprie emozioni più riservate.

Critiche a livello pubblico non devono essere fatte per non ferire l’interessato. Con l’occasione ribadiamo che, pur nel rispetto delle valutazioni, censureremo quei commenti che riterremo lesivi della dignità dell'autore. Se poi dovessimo riscontrare la malafede di chi commenta in modo inappropriato non esiteremo ad allontanarlo dal sito. Insistiamo col ricordare che i commenti sono pubblici.

La Redazione

 
     
     
 

Le migliori opere del mese di OTTOBRE 2018 sono risultate le seguenti:

POESIE (elencazione casuale)

Il passato di Santa Scardino
Riflessi di Lago di Damiano Gasperini
Che cos'è questa solitudine di Stefano Medel
Io ti libero di Ele Nicco
Passa il tempo di Vincenzo Russo
Tempo di okrimij 78

RACCONTI (elencazione casuale)

Fervore latente di Silvia Simona Biolcati Rinaldi
Giochi tecnologici di Teresa Peluso
Una storia di paese di Anna Rossi

SCRITTURE CREATIVE (elencazione casuale)

La triste storia di Angelina di Vincenzo Scuderi
Mestizia di una tavola filosofica di Anita La marca
Pranzo indimenticabile di Mirella Narducci

ATTESTATI: A coloro che lo richiedano, e questo vale sia per le poesie che per i racconti e scritture, spediremo un ATTESTATO del riconoscimento ottenuto. Gli interessati dovranno comunicarci nome, cognome ed indirizzo tramite mail a redazione@oggiscrivo.it o tramite messaggistica alla redazione.
Non necessariamente quelle elencate sono le opere migliori in senso assoluto perché non sono state considerate quelle degli autori già selezionati negli ultimi mesi.

TEMA DI SCRITTURA CREATIVA

Insistiamo ogni mese con delle nuove proposte per stimolare gli autori a partecipare al nostro LABORATORIO DI SCRITTURA CREATIVA che abbiamo istituito perché siamo convinti che questo gioco invoglia a scrivere. Forse siamo uno dei pochi siti che percorrono questa strada. Coraggio quindi ... e buon divertimento.

Per il mese di NOVEMBRE 2018 il tema di scrittura creativa è il seguente: UNA FAVOLA MODERNA scrivi una storia che abbia questo incipit e finale. INCIPIT: C’era una volta una prostituta di nome Veronika. Come tutte le prostitute era nata vergine e innocente e nell’adolescenza aveva sognato di incontrare l’uomo della sua vita, di sposarsi e di avere dei figli e una bella casa…… FINALE: Walter era lì ad aspettarla, alla stazione, con un mazzo di rose rosse e gli occhi inondati di luce. Veronika trasalì perché non se l’aspettava, lo abbracciò e gli diede un bacio sulla guancia. Poi s’incamminarono verso l’uscita. Pensò che quell’uomo l’aveva conosciuto tutto sommato da poco, che aveva fatto l’amore con lui solo il giorno prima, che era stato sposato due volte e che non tutte le credenziali erano impeccabili. Ma non si chiese ciò che accade dopo che la scritta “fine” e' apparsa sullo schermo. Se un giorno qualcuno le avesse chiesto di raccontare la sua storia gli avrebbe soltanto chiesto di iniziarla come una favola, con le parole…c’era una volta …(Incipit e finale liberamente tratti dal romanzo "Undici minuti" di Paolo Coelho)

La Redazione

 
     
     
 

INFORMAZIONI IN EVIDENZA

TEMPISTICA APPROVAZIONE OPERE

Poiché abbiamo notato che molti autori hanno la tendenza ad inserire le opere in tarda serata riproponiamo quelli che sono attualmente le fasce orarie di esame ed approvazione:
- ore 8 antimeridiane - ore 14 pomeridiane ed ore 20 serali. Da ciò si evince che tutte le opere che arriveranno dopo le ore 20 saranno visionate e pubblicate il mattino successivo.

APPARTENENZA DELLE OPERE

Per quanto superfluo si raccomanda di pubblicare opere proprie. Nel caso in cui dovessimo accorgerci che l'opera è stata copiata avviseremo l'autore e quindi elimineremo d'opera in questione. Al ripetersi dell'infrazione l'autore sarà allontanato dal sito.

VIRGOLETTE NEL TITOLO

Non inserire nel titolo le virgolette o apici e tanto meno altri simboli perché il programma li utilizza nelle codificazioni. La conseguenza è quella che sparisce completamente la visibilità del testo dell'opera. Questo avviene più frequentemente negli aforismi

PUBBLICAZIONE GIORNALIERA DELLE OPERE

Nell'interesse degli autori il sistema inibisce la pubblicazione di più di un’opera al giorno in modo da consentire ai lettori una lettura differenziata degli scritti. Qualcuno riesce tuttavia a vanificare il blocco inserito nel programma ed a proporre più di un'opera. In questi casi approviamo una sola opera e respingiamo le restanti

La Redazione

La Redazione

 
     

Ultime pubblicazioni

     
 

Pomeriggio

Anche il cielo se fatto bigio.
le nuvole dell’orizzonte
sono lì di fronte
colorando di grigio e nero.
Vedo in lontananza
un barcone a vela che avanza
portato dal vento di scirocco
e mi diret... (continua)

Francesco Cau 14/11/2018 - 19:18
commenti 1 - Numero letture:82

Voto:
su 1 votanti


Implacabile divenire

Fra albe e tramonti
si susseguono i giorni.
Inarrestabili
e implacabili
nel loro divenire.
Sembra solo ieri
che sognavo
traguardi impossibili,
lontani nel tempo.
E quali vittorie
quali trof... (continua)

Loris Marcato 14/11/2018 - 17:57
commenti 2 - Numero letture:41

Voto:
su 0 votanti



Poesia in “Codice Beta”.

Ero a Gallipoli in villeggiatura negli anni ottanta a divertirmi come farebbe un qualsiasi quattordicenne. Ma una sera un nostro amico ci stupì, raccontandoci cose del tipo che tutto è relativo e che ... (continua)

Paolo Ciraolo 14/11/2018 - 15:14
commenti 3 - Numero letture:36

Voto:
su 1 votanti


Una lacrima sul viso

Conosco lo sguardo della mia faccia,
di un bimbo che tiene la croce
e sotto la chiesa allunga le braccia.

Il tempo è stato clemente,
le foglie cadute d’autunno
il vento le incita nella mia ment... (continua)


Luigi Berti 14/11/2018 - 14:54
commenti 1 - Numero letture:17

Voto:
su 1 votanti



Serenata d'inverno

Negli alberi
ritrovo
quegli occhi, i suoi.
Quieta obbedienza alle radici
dolce ribellione nei rami,
quei rami che come braccia
si aggrappano al cielo.

Nella terra
rivedo
quella mente, fec... (continua)


Rossella P 14/11/2018 - 13:34
commenti 4 - Numero letture:39

Voto:
su 4 votanti


Non c'è

Dormi, tranquilla coscienza
e non urlare.
Pesaggi di fata, monti turchini
e albe dorate siano la tua meta
e non ti voltare,
che macerie fumanti
sono in agguato.
Dimentica, segui l’onda dell... (continua)

Valerio Poggi 14/11/2018 - 11:40
commenti 2 - Numero letture:24

Voto:
su 2 votanti



Vento

Lasciarsi andare, aggrapparsi
sornione un mare attende la mia fine
…o il mio riemergere.

Rampicante senza appiglio… io
lama affilata d’un coltello…tu!

Di te privo, purtroppo rappresento
un... (continua)


luciano rosario capaldo 14/11/2018 - 11:21
commenti 1 - Numero letture:20

Voto:
su 1 votanti


Ode a Cuore di Burro

ODE A CUORE DI BURRO

Ti guardo mentre ti sciogli
sopra la fiamma del peccato,
prendi un colore ramato
nella padella felice.
Respiro il tuo profumo antico
bianco panetto solitario
che vaghi ne... (continua)


Luca Fiazza 13/11/2018 - 23:43
commenti 6 - Numero letture:63

Voto:
su 3 votanti


Attendo la notte

Attendo la notte,

la attendo sempre,

attendo il suo ghigno d'argento

e la chioma stellata in alto,

le sue ali di nottole

e la beata pace dei campi;

la attendo il giorno

per tutto... (continua)


Matih Bobek 13/11/2018 - 22:33
commenti 2 - Numero letture:30

Voto:
su 1 votanti


Cose così

Cose così, quasi per scelta nella non scelta, ma che pensi non accadano mai ed invece te le vedi cadere addosso una per una, come una goccia o una martellata.Del resto per molti tutto è accaduto, senza vie di scampo.
La giornata che inizia tardi, così finisce in fretta.
Le ore che passano ed oramai non le senti più.
La notte come il giorno, i giorni tutti uguali, anche le domeniche o i Natali ... (continua)

Adriana Sergi 13/11/2018 - 22:12
commenti 1 - Numero letture:24

Voto:
su 1 votanti


Gloria

Fare l’amore è la cosa più bella che ti possa capitare. Una pioggia di petali di rose rosse che ti viola la pelle.
“Gloria” urla il soffitto.
Il mio corpo contro quello di lei. E poi il lavello.
Il suo corpo contro il lavello.
Non sono un idraulico, sono smarrito
“acqua nel deserto” dice il soffitto.
-Laura, l’amore uccide- le dico.
-Quello trasparente o quello liquido?- chiede lei.
C’è vi... (continua)

Bruno Gais 13/11/2018 - 19:47
commenti 3 - Numero letture:34

Voto:
su 2 votanti


COMPLEANNO

Ogni volta che arriva
il compleanno
vorrei mandarlo indietro
al mittente
ma nella busta non c'è
chi lo manda
e lo rispedisco
a qualche parente.

A chi ne ha fatto
anni già tanti
ed è a... (continua)


Aldo Messina 13/11/2018 - 18:19
commenti 1 - Numero letture:16

Voto:
su 0 votanti


Un gatto in cielo

Maggio;
le ginestre
dell’isola d’Elba
incominciano a profumare,
il mare laggiù
si scalda ai raggi solari.
Un gatto beve
nella ciotola dei cani,
poi traballando se ne va,
nascondendosi in un c... (continua)

giovanni benvenuto vavassori 13/11/2018 - 18:05
commenti 3 - Numero letture:27

Voto:
su 1 votanti


LUCERTOLE

Foglie morenti
su muri rugosi;
come schegge impazzite
esplodono
al cadere dei passi
di umani giganti
che divorano
il caldo raggio.

Pavidi mostri,
indifesi, spiano
l'ostile guizzando
verso... (continua)


Gaetano Antonioli 13/11/2018 - 16:44
commenti 1 - Numero letture:16

Voto:
su 0 votanti


La ragazza che divenne regina

C’era una volta una prostituta di nome Veronika. Come tutte le prostitute era nata vergine e innocente e nell’adolescenza aveva sognato di incontrare l’uomo della sua vita, di sposarsi e di avere dei figli e una bella casa, ma la vita le rise in faccia. Il padre rapinatore finì per vivere nell’ombra, fuggitivo dalla legge come dalla famiglia, che s’imbatte in una tragica decadenza. Per permettere ... (continua)

Roberto Magomma 13/11/2018 - 15:46
commenti 0 - Numero letture:22

Voto:
su 0 votanti


AMORE MIO

Stretto ora tra le mie braccia,
ci sei tu,
Amore.
Una rosa che profuma
d' autentico sentimento.
Felicità,
che spazza via con il suo calore
il passato
e mi fa vivere appassionatamente
solo ... (continua)

Mary L 13/11/2018 - 15:19
commenti 11 - Numero letture:73

Voto:
su 7 votanti


DOVE NASCE L’ALBA

Andrò ancora sul sentiero di sempre,
a destra il mare pronto ad ascoltarmi,
a manca il resto, la vita mia compresa.

Del sale odorerò il profumo antico
e, gli occhi chini, chiederò perdono
se ma... (continua)


Aurelio Zucchi 13/11/2018 - 14:12
commenti 4 - Numero letture:48

Voto:
su 1 votanti


L'inconscio, follia, talento

L'inconscio, follia, talento o quello che tu sia,
Mi sprechi il tempo prezioso della quotidianità,
Congelando Mi nella sensazione di dover osservare un istante che assume una strana forma infinita... (continua)

Michaela Patricie Zaludova 13/11/2018 - 13:36
commenti 3 - Numero letture:33

Voto:
su 0 votanti


Chi è il malvagio?

Ho creduto nuovamente di poter gestire
o per lo meno allestire
un grande palcoscenico,
pieno di gente pronta
ad interpretare ogni singola parte.
Ed io rimanevo sempre li,
in disparte.

Volevo... (continua)


Domenico Urgo 13/11/2018 - 13:11
commenti 0 - Numero letture:36

Voto:
su 0 votanti


Haiku

Forze d'intenti
Trovano il riscontro
Dura realtà... (continua)

Antonio Girardi 13/11/2018 - 13:03
commenti 11 - Numero letture:80

Voto:
su 6 votanti


La notte dell'uomo

Mi spaventa l'uomo, più che la Natura.
Mi spaventa la totale inconsapevolezza, più che la mancanza.
Mi spaventa il male, quello radicale, quello che viene portato avanti senza un briciolo di domanda... (continua)

Mirko Rossi 13/11/2018 - 12:50
commenti 2 - Numero letture:21

Voto:
su 1 votanti


Senryu nr. 4

Paura agisce
nel razzismo incalzante,
fumetti gli eroi... (continua)

Wilobi . 13/11/2018 - 12:09
commenti 0 - Numero letture:30

Voto:
su 0 votanti


omaggio a san Paolo VI

Concesio, del mio respir esil natale
or ch'in simbiosi giaccio con l'Iddio ricamato di bontà
ad accoglier t'appresti celestiale
il figliuol tuo che rivestito sarà di santità.
nacqui quel dì i... (continua)

cristiano comelli 13/11/2018 - 11:52
commenti 1 - Numero letture:7

Voto:
su 0 votanti


La carne è fragile

"La carne è fragile" -
tutti dicon così,
dillo al macellaio
poi ti dice lui!... (continua)

Claudio Sciarretti 13/11/2018 - 11:22
commenti 1 - Numero letture:19

Voto:
su 0 votanti


Verde

I fiori ardono di colori
fiammelle impazzite
fingono d'esser soli
tra le primavere
e gl'inverni
dei nostri giorni

Anche gli uomini
sfidano un mondo
di precarie illusioni
col cappello e gli ... (continua)


Vincent Corbo 13/11/2018 - 11:00
commenti 1 - Numero letture:34

Voto:
su 1 votanti


 
     

Poesia del mese

     
  Il passato

Il passato è come pioggia
che cade su di noi.
Vano è nascondersi
sotto l’ombrello.
E’ pioggia che bagna,
è pioggia che penetra
in tutto il nostro essere.
A mano a mano che
ci scivola addosso... (continua)

santa scardino 29/10/2018 - 21:06
commenti 12 - Numero letture:165

Voto:
su 5 votanti
 
     

Racconto del mese

     
  Una storia di paese

Quanto era bella Rosalia, ogni domenica mattina andava a messa insieme alle sue zie Assuntina e Totuccia, tutte vestite rigorosamente di nero, com’ era consuetudine nel piccolo paese siciliano, per le donne rimaste zitelle. Anche lei, non essendo ancora maritata, indossava prevalentemente il nero o colori scuri, ma ciò nonostante non passava inosservata.

Rosalia camminava tra le sue zie, quasi che dovessero farle da guardie del corpo ed in effetti non avevano tutti i torti, al suo passaggio tutti gli uomini scapoli e ammogliati si voltavano per guardarla e fare apprezzamenti non sempre delicati. Rosalia dal suo canto pensava: come posso trovare marito, se non mi lasciano nemmeno andare a messa da sola o a fermarmi a chiacchierare con qualcuno?

Prima di uscire le impartivano le ultime raccomandazioni: ” Rosalia, con gli occhi bassi devi stare, capito? Una donna perbene non fissa gli uomini, ma al posto suo sta, intesi?”

Lei annuiva ma sotto la “ veletta” che la obbligavano a m... (continua)


Anna Rossi 20/10/2018 - 06:54
commenti 3 - Numero letture:98

Voto:
su 1 votanti
 
     

La grande sfida

     
 

Ti piacciono le sfide ? Ti piace dimostrare che sai creare ? Vuoi far stupire per la tua fantasia ?
Allora confrontati nella sfida della scrittura creativa ! Clicca qua ed inizia l'avventura, e che vinca il migliore !

 
     

IL Vincitore

     
  La triste storia di Angelina

Quel convivio maledetto

In quella famiglia, più che notizie piacevoli e rilassanti, chissà perché, principalmente a tavola, proprio nell’ora del pranzo, si riversavano certe discussioni, quelle per intenderci negative più disparate, oserei definirle pure maledette.
Non certo perché quella in esame fosse una parentela disgraziata.

Il motivo si potrebbe spiegare, forse, nel caotico quotidiano parapiglia ostile, vissuto tra quelle quattro mura, che poi si scatenava proprio in occasione di quelle solite conviviali.

In poche parole costituiva, per alcuni componenti, momento sdegnoso tanto atteso per la resa dei conti, proprio per “riversare” accuse, comunicare malumori, ostilità, mugugni, frustrazioni, e perché no, anche occasione di vendette.

Si ho scritto bene, si “riversavano” conflitti variegati in quella tavola imbandita, come se ciascuno volesse vomitare risentimento, malanimo covato nell’animo da chissà quanto tempo e aspettasse quell’occasione.
Alla stessa maniera fac... (continua)


Vincenzo Scuderi 30/10/2018 - 08:05
commenti 2 - Numero letture:72

Voto:
su 0 votanti
 
     

- oggiscrivo.it - Copyright 2009 - 2018 - Tutti i diritti sono riservati - Webmaster Mauro -