BENVENUTO SU QUESTO SITO, dedicato a chi ama scrivere poesie, racconti, aforismi e desidera comunicare agli altri le proprie emozioni o competere piacevolmente in esercizi di scrittura creativa. La pubblicazione è gratuita



     
 

REDAZIONE - AVVISI IN BACHECA

Comunicato del 6 luglio 2016 (variazione regolamento del sito)
Si informa che è stato modificato il regolamento del sito con il seguente inserimento:
"E’ consentita la registrazione con pseudonimi ma nei limiti del decoro e della serietà. La Redazione si riserva pertanto di cancellare coloro che si registrano con dizioni che, a insindacabile giudizio della Redazione stessa, possono squalificare il sito. Questo, previo invito inascoltato a rifare la registrazione in modo corretto".

Comunicato del 4 maggio 2016 (valutazioni delle opere):
Anche se riteniamo che l’attribuzione del voto mediante stelline sia del tutto relativa (contano maggiormente i commenti), dobbiamo tener conto di recenti segnalazioni, da parte di alcuni autori, di valutazioni negative avvenute a quanto pare in malafede. Abbiamo compreso il loro disappunto e li abbiamo già informati che, sempre nel rispetto della privacy e dei giudizi, indagheremo su questi episodi attraverso l’individuazione dei malintenzionati con ricerche dei dati memorizzati nel sistema e che, in caso di comprovata irregolarità, adotteremo gli opportuni provvedimenti.
Non è una ricerca agevole ed è delicata perché è giusto rispettare la segretezza del voto e di giudizio ma è altrettanto giusto proteggere gli autori da persone che utilizzano lo strumento del voto in modo improprio. Così il nostro intervento sarà limitato ai casi in cui ravviseremo la lamentata malafede.
Il sistema adottato dobbiamo peraltro mantenerlo soprattutto per la scelta delle opere del mese perché ci consente da un lato di tener conto in qualche modo del parere degli autori e dall’altro ci evita di dover rileggere le opere pubblicate (cosa questa impossibile visto il gran numero delle opere pervenute).

Comunicato del 29 aprile 2016 (commenti):
Portiamo rispetto per tutti gli autori ma non possiamo più tollerare interventi diretti sui commenti in modo anche aggressivo, a ragione o meno, quando esistono modi diversi di dissenso attraverso l’uso di altri canali (mail alla redazione, messaggistica interna alla redazione o al titolare del sito).
Abbiamo quindi deciso di intervenire sul regolamento prevedendo come infrazione l'intervento diretto sui commenti in modo improprio. Preciseremo inoltre che al ripetersi di tale infrazione la redazione sarà costretta ad adottare provvedimenti adeguati nei confronti dell'autore interessato.

Comunicato del 15 marzo 2016 (commenti)
Già a suo tempo abbiamo ripetutamente raccomandato di ponderare attentamente ciò che si scrive a livello critico NEI COMMENTI in quanto basta poco a scoraggiare chi già con molta timidezza ha fatto dono delle proprie emozioni più riservate.
In questi ultimi giorni, in conseguenza di un qualcosa che è successo in tale ambito, si è improvvisamente cancellato dal sito un autore molto benvoluto. Questo ci dà modo di suggerire agli autori di evitare certe critiche a livello pubblico ma di utilizzare la messaggistica privata per non ferire l’interessato. Con l’occasione ribadiamo, a prescindere dall'accaduto, che, pur nel rispetto delle valutazioni, censureremo quei commenti che riterremo lesivi della dignità dell'autore. Se poi dovessimo riscontrare la malafede di chi commenta in modo inappropriato non esiteremo ad allontanarlo dal sito. Insistiamo col ricordare che i commenti sono pubblici.


La Redazione

 
     

Ultime pubblicazioni

     
  Scorri e scivola naturalmente ...

Scorri e scivola naturalmente nella vita come fa l’acqua quando scende a valle.... (continua)

Maria Luisa Bandiera 10/07/2020 - 08:51
commenti 8 - Numero letture:60

Voto:
su 5 votanti



Poesia (Haiku)

Il mio pensiero
errante nella notte
nel sonno balza.... (continua)

Angela Randisi 10/07/2020 - 08:21
commenti 12 - Numero letture:107

Voto:
su 3 votanti


Sabato quattro luglio

Sabato quattro luglio

Sabato quattro luglio,il lenzuolo
sgualcito,un lampo squarcia nel cielo.
Oggi che piove,rimasto a casa mi sembra
di rivivere il lockdown di qualche mese fà.
Non si festegg... (continua)


FEDERICO CARUSO 10/07/2020 - 08:10
commenti 1 - Numero letture:30

Voto:
su 0 votanti



Il Diluvio universale oggi

Drin drin drin pronto, chi parla?
Sono Yu figlio dei figli dell’eroe Yu , ti parlo da Wuhan, piovosa cittadina attraversata da numerosi laghi e dal Fiume Giallo. Da noi c’è una gran massa d’acqua in circolazione senza permesso di soggiorno. Non abbiamo fatto esperimenti misteriosi.Forse è colpa dei laghi e del Fiume Giallo. Da oggi siamo in quarantena,
non venite più da noi.
Noè, anche lu... (continua)

GIOVANNI PIGNALOSA 09/07/2020 - 22:39
commenti 5 - Numero letture:42

Voto:
su 2 votanti


LA LUMACA

Da una grossa lattuga
da poco sterrata,
sguscia pian piano
una vecchia lumaca.

La notte è arrivata
e con calma esemplare
la ghiotta insalata
incomincia a mangiare:

lambisce le foglie,
ne ... (continua)


Domenico De Marenghi 09/07/2020 - 22:28
commenti 6 - Numero letture:44

Voto:
su 2 votanti



C'est l'ètè

E’ tempo d’estate,
è tempo di sconfinate
distese di profumata lavanda.
E’ tempo di case bianche,
di vicoli arsi dal sole.
Di glicini abbarbicati
a vecchi cancelli, la cui chiave
si è persa tra ... (continua)

santa scardino 09/07/2020 - 19:44
commenti 16 - Numero letture:144

Voto:
su 5 votanti


La Ranocchia

Un giorno in aperta campagna una Ranocchia si appresta a salutare la mamma e papà rana per attraversare il ruscello soleggiato dinanzi casa. Voleva raggiungere la radura degli stagni ricchi delle opportunità più varie.
La Ranocchia incominciò a guardare il ruscello per trovare il passaggio più agevole di attraversamento. Sentiva la sguardo della sua famiglia alle spalle e già questo la metteva i... (continua)

marco cugnata 09/07/2020 - 19:38
commenti 1 - Numero letture:38

Voto:
su 0 votanti


SE POTESSI...

Se potessi...
cancellerei le giornate di pioggia
e tornerei indietro a quel primo giorno.
Se potessi ...
camminerei per ore
guarderei la schiuma del mare posarsi sulla sabbia dormirei per gi... (continua)

barbara tascone 09/07/2020 - 18:27
commenti 10 - Numero letture:93

Voto:
su 3 votanti



Non sono di questa epoca

Dissuaderò la notte
che non sa di che dormire
dall’appoggiarti il caldo
dall’inconsueto puzzo
di petrolio misto a farina
col suo respiro corto sul petto
in un greve torpore.
Dal profilo falc... (continua)

Mirko D. Mastro(Poeta) 09/07/2020 - 18:23
commenti 12 - Numero letture:146

Voto:
su 2 votanti



Il cielo

Il cielo sopra di me
Infinite volte lo osservo
Infinite volte mi meraviglia
Vorrei tuffarmi nei suoi azzurri
limpidi e tranquilli
Vorrei rincorrere
le sue nuvole bianche
dalle forme mutevol... (continua)

Astra Sil 09/07/2020 - 17:37
commenti 6 - Numero letture:96

Voto:
su 2 votanti



Trasognanza

Rotta e rifratta
piegata
dalla perpendicolare alla superficie
nel punto d'incidenza
effimera in sostanza
come assenza
che diviene presenza
in apparenza

Come il cielo
che si confonde
con il... (continua)


Rossella Venusto 09/07/2020 - 14:44
commenti 4 - Numero letture:63

Voto:
su 2 votanti



LA VITA CHIUSA IN UN SOGNO

Lontano dalle luci
si prova a pensare
al tempo all’esistenza
a tutti i sorrisi donati
alle emozioni mancate.
Le porto dentro di me
cullate dai suoni e dai canti.
Vivo o sogno?
Uno svolazzare d... (continua)

mirella narducci 09/07/2020 - 13:33
commenti 8 - Numero letture:130

Voto:
su 7 votanti



Mike (si può vivere senza testa)

È il 10 settembre del 1945, il cielo sereno e la giornata calda. Lloyd Olsen contadino di Fruita, cittadina del Colorado, si appresta a far la festa ad un suo pollo per la cena. È una cosa che fa spesso, quando sua moglie decide di cucinarne uno bollito e così entra nel pollaio, sceglie quello più grosso, lo sistema sul ceppo e con un colpo netto d'accetta gli stacca la testa. Ma Mike, che da ques... (continua)

Moreno Maurutto 09/07/2020 - 08:14
commenti 4 - Numero letture:61

Voto:
su 1 votanti


Poetica è la fatica per il sog...

Poetica è la fatica per il sognatore
e la ruggine per il marinaio.

Mf... (continua)


Michele Facchini 09/07/2020 - 05:45
commenti 2 - Numero letture:54

Voto:
su 1 votanti


Ho sognato

Ho sognato...
Un sogno così bello,
da fare male:
la luna spiava
tra i rami degli alberi,
il suo disco lucente
ci illuminava...
ed eravamo felici...
Bisbigli,sussurri, carezze...
Il vento ave... (continua)

Teresa Peluso 08/07/2020 - 22:01
commenti 14 - Numero letture:106

Voto:
su 7 votanti


LE NOTTI CHE NON DORMO

I silenzi sono più forti di me,
mastodonti mai estintisi del tutto.
Mi sovrastano nell'attimo ribelle
quando al loro posto cerco sonno.

Inizia così la dura processione
e una dietro l’altra le p... (continua)


Aurelio Zucchi 08/07/2020 - 21:34
commenti 4 - Numero letture:63

Voto:
su 3 votanti



Santiago De Compostela

Per fare penitenza
annuncio la mia partenza
considerando ogni parvenza.

Sarà un viaggio lungo
e per raccontare mi dilungo.

Staro fuori per molto tempo
ma tornerò giusto in tempo
raccontando... (continua)


Francesco Cau 2 08/07/2020 - 20:20
commenti 9 - Numero letture:96

Voto:
su 4 votanti


Tutti scappano da me

Scappa caro ragazzo ,
Scappa da questo luogo, lei sta arrivando,
Scappa AMICO prima che arrivino i mesi,
Scappa AMICA mia prima che arrivi la BUGIARDA.... (continua)

MARIANGELA ARMATA 08/07/2020 - 19:06
commenti 4 - Numero letture:95

Voto:
su 0 votanti


A dorso d'un secolo senza soma

Secolo che va,
corri
a scordar l'amore tra le braccia d'altre donne innamorate dei propri stupratori,
là,
dove la peristalsi dell'aria paludosa dei ricordi porta l'odore della decadenza
e,
negli afrori della percezione oclocrastisca, si perde il suono di violini zingari tra il blues e la statale.

Stagioni intere sulle massicciate e i cadaveri degli accapo che sbuffando si confondono nel v... (continua)


Filippo Di Lella 08/07/2020 - 18:55
commenti 1 - Numero letture:38

Voto:
su 0 votanti



Lenzuola al vento

Bianche lenzuola
si agitano nel vento...
è verde la campagna,
odor di rosmarino,
cielo turchino,
si intravede il mare...
Ragazza mora cammina
tra i filari,
si ferma a contemplare
poi scompare... (continua)

mario Righi 08/07/2020 - 18:53
commenti 11 - Numero letture:130

Voto:
su 7 votanti


Il viale di sera

Sbuffa di malinconia
il vento
tra i rami spogli,
quasi plagiando
lo stridere nascosto
d'un violino di fila.
E chissà perché
penso alle stelle
che aspettano il buio,
per poter brillare.
Ma ... (continua)

Loris Marcato 08/07/2020 - 18:41
commenti 2 - Numero letture:45

Voto:
su 0 votanti


Tremori

Nuda l'immagine di te che
donasti ai miei occhi
e ai tremiti di dolcezza
ancestrale che battevano
intorno
nudo il tuo sguardo che
vagava indifeso
nudo il tuo sorriso venato
di malinconia
e nu... (continua)

sauro fambrini 08/07/2020 - 18:40
commenti 2 - Numero letture:28

Voto:
su 0 votanti



La promessa

Il candore della luna illuminava il viso di Darma, due occhi smeraldo si perdevano nel silenzio di quella notte,
Il grande campo oscuro, si estendeva, come una fitta nube sospiròpensando a quella promessa, mentre osservava Greta abbandonarsi ad un dolce sonno.
Era mezzanotte e tre, devo sbrigarmi pensó calpestando l'erba umida,
iniziò a scavare sempre piu decisa. La promessa fatta in quel temp... (continua)

Princess Rose 08/07/2020 - 15:55
commenti 0 - Numero letture:47

Voto:
su 0 votanti


HAIKU M2

spicchio di luna-
si dondolano in cielo
note immortali

Omaggio a Morricone... (continua)


Antonio Girardi 08/07/2020 - 14:37
commenti 9 - Numero letture:136

Voto:
su 4 votanti



Smarrimento

Voli di gazze
confuse dal vento,
ricami in bianco e nero
nel cielo grigio scuro.
Laggiù sulla strada
tappeti di foglie
e petali appassiti
che sembra quasi autunno.... (continua)

Mimmi Due 08/07/2020 - 14:09
commenti 11 - Numero letture:96

Voto:
su 7 votanti


 
     

Poesia del mese

     
  Cometa

cosa c'é dentro un'emozione
se non una stella cadente
che ti chiede
di credere a un sogno,
di osservare un sorriso sfuggente nella calca di una metro affollata ,
di trovare
nella delicatezza ... (continua)

Alessio Menegoli 28/06/2020 - 22:09
commenti 1 - Numero letture:64

Voto:
su 2 votanti
 
     

Racconto del mese

     
  Amarcord

Abitavo in una casa popolare, dove più generazioni brulicavano in appartamenti tutti uguali. I miei genitori condividevano con me e mia sorella la loro camera, perché l’altra, quella più piccola era occupata da nonna Berta, che era un po' avulsa da tutto il resto della famiglia, rimanendo spesso, per il pranzo e la cena, solitaria nella sua stanza. La mamma sosteneva fosse un'ubriacona, papà la giustificava, a me, che mi coccolava, bastava. A metà anno scolastico sopraggiunse nella nostra classe, la terza elementare della scuola Giolitti, Roberto, un bambino paffuto e divertente, con il grembiule sempre in ordine. Non parlava il dialetto e così fui costretto, con fatica, a mettere nelle mie parole tutte quelle doppie e quelle vocali alla fine, che non usavo mai. La sua casa era distante dai condomini popolari, proprio l'ultimo villino in mattoni in fondo alla via e per raggiungerla si saliva una breve carrabile, che la distraeva dalla strada. La scena era quasi sempre la stessa: attrav... (continua)

Moreno Maurutto 05/06/2020 - 15:33
commenti 13 - Numero letture:169

Voto:
su 4 votanti
 
     

La grande sfida

     
 

Ti piacciono le sfide ? Ti piace dimostrare che sai creare ? Vuoi far stupire per la tua fantasia ?
Allora confrontati nella sfida della scrittura creativa ! Clicca qua ed inizia l'avventura, e che vinca il migliore !

 
     

IL Vincitore

     
  Ti ricordi quella volta che mi venisti a prendere sotto casa e mi portasti a ballare?

Ti ricordi quella volta che mi venisti a prendere sotto casa e mi portasti a ballare? Era una serata fredda, nonostante fosse agosto inoltrato, ma a me non interessava del freddo: l’unica cosa che desideravo era stare accanto a te. Mi preparai e ti aspettai fuori al balcone, finché non vidi la tua macchina arrivare verso di me. Ero eccitata, emozionata, non stavo nella pelle. Scesi felice e ci baciammo, poi ci incamminammo verso il locale. Fu una serata magica, una di quelle serate che restano per sempre impresse nel cuore. Ballammo tutta la sera, io e te, e del resto del mondo non mi importava: ricordo la fila per prendere da bere, abbracciati, ricordo le chiacchiere con gli altri a cui non davo un gran peso perché tutti i miei pensieri erano rivolti solamente a te, ricordo il tuo sorriso e i tuoi occhi scuri, con cui mi hai promesso tanto. E ricordi il momento più bello? Quando tutti se ne andarono e io te rimanemmo in macchina, abbracciati, a scambiarci coccole e baci. Ero talmente ... (continua)

Marianna S 23/06/2020 - 09:49
commenti 7 - Numero letture:110

Voto:
su 6 votanti
 
     

- oggiscrivo.it - Copyright 2009 - 2020 - Tutti i diritti sono riservati - Webmaster Mauro -