BENVENUTO SU QUESTO SITO, dedicato a chi ama scrivere poesie, racconti, aforismi e desidera comunicare agli altri le proprie emozioni o competere piacevolmente in esercizi di scrittura creativa. La pubblicazione è gratuita



     
 

REDAZIONE - AVVISI IN BACHECA

Comunicato del 6 luglio 2016 (variazione regolamento del sito)
Si informa che è stato modificato il regolamento del sito con il seguente inserimento:
"E’ consentita la registrazione con pseudonimi ma nei limiti del decoro e della serietà. La Redazione si riserva pertanto di cancellare coloro che si registrano con dizioni che, a insindacabile giudizio della Redazione stessa, possono squalificare il sito. Questo, previo invito inascoltato a rifare la registrazione in modo corretto".

Comunicato del 4 maggio 2016 (valutazioni delle opere):
Anche se riteniamo che l’attribuzione del voto mediante stelline sia del tutto relativa (contano maggiormente i commenti), dobbiamo tener conto di recenti segnalazioni, da parte di alcuni autori, di valutazioni negative avvenute a quanto pare in malafede. Abbiamo compreso il loro disappunto e li abbiamo già informati che, sempre nel rispetto della privacy e dei giudizi, indagheremo su questi episodi attraverso l’individuazione dei malintenzionati con ricerche dei dati memorizzati nel sistema e che, in caso di comprovata irregolarità, adotteremo gli opportuni provvedimenti.
Non è una ricerca agevole ed è delicata perché è giusto rispettare la segretezza del voto e di giudizio ma è altrettanto giusto proteggere gli autori da persone che utilizzano lo strumento del voto in modo improprio. Così il nostro intervento sarà limitato ai casi in cui ravviseremo la lamentata malafede.
Il sistema adottato dobbiamo peraltro mantenerlo soprattutto per la scelta delle opere del mese perché ci consente da un lato di tener conto in qualche modo del parere degli autori e dall’altro ci evita di dover rileggere le opere pubblicate (cosa questa impossibile visto il gran numero delle opere pervenute).

Comunicato del 29 aprile 2016 (commenti):
Portiamo rispetto per tutti gli autori ma non possiamo più tollerare interventi diretti sui commenti in modo anche aggressivo, a ragione o meno, quando esistono modi diversi di dissenso attraverso l’uso di altri canali (mail alla redazione, messaggistica interna alla redazione o al titolare del sito).
Abbiamo quindi deciso di intervenire sul regolamento prevedendo come infrazione l'intervento diretto sui commenti in modo improprio. Preciseremo inoltre che al ripetersi di tale infrazione la redazione sarà costretta ad adottare provvedimenti adeguati nei confronti dell'autore interessato.

Comunicato del 15 marzo 2016 (commenti)
Già a suo tempo abbiamo ripetutamente raccomandato di ponderare attentamente ciò che si scrive a livello critico NEI COMMENTI in quanto basta poco a scoraggiare chi già con molta timidezza ha fatto dono delle proprie emozioni più riservate.
In questi ultimi giorni, in conseguenza di un qualcosa che è successo in tale ambito, si è improvvisamente cancellato dal sito un autore molto benvoluto. Questo ci dà modo di suggerire agli autori di evitare certe critiche a livello pubblico ma di utilizzare la messaggistica privata per non ferire l’interessato. Con l’occasione ribadiamo, a prescindere dall'accaduto, che, pur nel rispetto delle valutazioni, censureremo quei commenti che riterremo lesivi della dignità dell'autore. Se poi dovessimo riscontrare la malafede di chi commenta in modo inappropriato non esiteremo ad allontanarlo dal sito. Insistiamo col ricordare che i commenti sono pubblici.


La Redazione

 
     

Ultime pubblicazioni

     
 

chiedetelo a Siri

TEMA: UN AMORE SUL WEB (social network, siti…ecc.. ) - scrivi una storia d’amore che nasce sul virtuale …. e poi ….fai tu.

***

A Hai saputo di Giada?

B Cosa?

A Di quel tizio?

B Chi, scusa?

A Ma dai, non mi far parlare, dai….

B Beh, mi sembra che tu abbia già detto abbastanza

A Cosa?

B Dai, non fare la sciocca ora….cos’è successo ... (continua)


laisa azzurra 16/08/2018 - 19:11
commenti 11 - Numero letture:154

Voto:
su 0 votanti


Il Pirata

In terra straniera
Già fugge il pirata
Con nera bandiera
Di morte dannata.

Prosegue ma a stento
Su nave cullata.
Dal mare violento
Ne sembra librata.

Tempesta ora sfida
Nel suo grande int... (continua)


Emanuele Cinelli 16/08/2018 - 18:03
commenti 0 - Numero letture:16

Voto:
su 0 votanti


Sommerso

Navigava in un mare desolato,
tra desiosi pensieri
e lacrime di onde spigolose
che oleose,macchiavano la meta
di una mappa abbandonata.

Convinto da Poseidone
di essere un pedone,
si lasciava... (continua)


Francesco Rossi S. 16/08/2018 - 15:33
commenti 0 - Numero letture:12

Voto:
su 0 votanti


Davanti al mare...

Quando ti trovi davanti al mare,
sarà solo una parte
della sua immensità ma,
sarà profondo abbastanza,
da contenere i tuoi sorrisi,
i tuoi dolori,
le tue lacrime,
i tuoi segreti,
i tuoi ... (continua)

Serena Romano 16/08/2018 - 12:41
commenti 4 - Numero letture:50

Voto:
su 0 votanti


MURO ANTICO

Dolce glicine
dall'odore buono
che nascondi ogni ruga
di questo muro antico
dove
non ha avuto pietà il tempo
che sulle tue pietre
scorre ingrato
fasciandoti di abbandono.
Non sentirti ... (continua)

Antonio Girardi 16/08/2018 - 12:37
commenti 9 - Numero letture:88

Voto:
su 0 votanti


Vietnam anni sessanta

La nostra gioventù
tra Beatles e Rollig Stones.
I primi baci,
i primi innamoramenti,
l’età dell’eternità.
Mentre godevamo
i favolosi anni sessanta;
lontano ragazzi
dalla pelle bianca e gialla,... (continua)

giovanni benvenuto vavassori 16/08/2018 - 11:47
commenti 1 - Numero letture:15

Voto:
su 0 votanti



Orca Assassina

«Fra cinquant’anni diremo che è una barbarie». E’ una delle frasi conclusive di “Blackfish”, forse il modo migliore per riassumere il documentario, diretto dalla regista Gabriela Couperthwaite, che denuncia i maltrattamenti alle orche nei parchi acquatici. Ho visto il film documentario in Tv a “Focus”, che racconta la storia di Tilikum, un’orca che ha trascorso più di trent’anni in cattività. Il f... (continua)

Savino Spina 16/08/2018 - 11:16
commenti 1 - Numero letture:408

Voto:
su 0 votanti



Brecciame

La notte dormo poco, e a volte male
perché i figli sono un boccale di birra
quando la gola è arsa, sono pane e salame.
Ma sono anche gli ultimi spicci alla metà
del mese, o per la strada buchi nel... (continua)

MastroPoeta 75 16/08/2018 - 06:50
commenti 2 - Numero letture:28

Voto:
su 0 votanti


Sognare o arrendersi

Ho creduto nell'amore,
Vivendo nelle favole.
Sognando mi perdevo per ore,
Illusione piacevole.
Passa il tempo veloce,
La solitudine ti avvolge
Resti un sognatore senza voce,
Il silenzio é un ru... (continua)

Castrese Di Maro 15/08/2018 - 23:48
commenti 4 - Numero letture:38

Voto:
su 0 votanti


Errore umano

Non sai quello che stai facendo
oppure si ma nel cuor tuo
non ti importa
non ti importa di veder il male
che inneschi hai visto
quanto dolore hai seminato
quanti morti finiti giù nel vuoto
ed o... (continua)

MARIA ANGELA CAROSIA 15/08/2018 - 22:11
commenti 2 - Numero letture:28

Voto:
su 0 votanti


Se mi guardi e non parli...

Se mi guardi e non parli
è come se mi urlassi
tutto quello che pensi.
Le mute parole dei discorsi persi
le ritrovo in questi silenzi
mentre tu mi osservi.
A dircele due parole
non avremmo fatt... (continua)

Marco Di Meco 15/08/2018 - 21:51
commenti 0 - Numero letture:77

Voto:
su 0 votanti


BOSCO

Aghi di pino
essiccati dal vento
croccanti profumano
ogni mio passo
quando raggi di luce bianca
tagliano i tronchi snelli
e i suoni rimbalzano
dalle fronde più tenere
alle rocce fredde
dal... (continua)

Psukè . 15/08/2018 - 19:41
commenti 1 - Numero letture:36

Voto:
su 0 votanti


Segni indifferenti

Leggero e colorato
il brecciolino di un sentiero
rinchiuso
che solo me percepisce,
mentre mi bagno nel profumo
tenue d'una sera dolce.

E quei segni indifferenti
d’occhio assente
che ho c... (continua)


Alessandro Pellei 15/08/2018 - 18:56
commenti 3 - Numero letture:68

Voto:
su 0 votanti


QUANDO TI ABBRACCIO

Quando ti abbraccio,
è così che nasce il sole.
I miei occhi si illuminano di te,
mentre le mie labbra,
cercano dolcemente le tue,
assaporandole
come un piccolo passerotto,
che mangia piano pia... (continua)

Mary L 15/08/2018 - 18:02
commenti 3 - Numero letture:36

Voto:
su 0 votanti



ricordare

Malinconica e lenta,
mi invade la vecchiaia.
Cerco i ricordi
di questa lunga vita
un po' sprecata,
e mi rallegra
il sapere che ho amato
e sono stata amata.
E non è la passione
che mi manca
m... (continua)

Marilla Tramonto 15/08/2018 - 16:29
commenti 6 - Numero letture:89

Voto:
su 0 votanti



L'amore e l'amicizia al tempo dei social network

Carissimi amici dei social network
Io non vi conosco e non so chi siete.Eppure tutti parlano di voi. So che quelli che hanno il maggior bacino di utenze si chiamano Facebook, Twitter e youtube. Per comprendere il nuovo modo di comunicare ho interrogato wikipedia che testualmente dice: "permettono agli utenti di creare un proprio profilo, organizzare una lista di contatti". Alcuni siti o... (continua)

GIOVANNI PIGNALOSA 15/08/2018 - 10:51
commenti 1 - Numero letture:43

Voto:
su 0 votanti


Ho un sogno da realuzzare

Ho un sogno da realizzare.

Ho un sogno
che vive nel mio cuore:
far brillare su tutta la terra
il sole.
Un sole caldo,
per tutti uguale,
che possa ricchi
e poveri scaldare.
Che maturi i racc... (continua)


Teresa Peluso 15/08/2018 - 01:46
commenti 5 - Numero letture:63

Voto:
su 0 votanti



l'antica porta

L'antica porta
sigilla il brivido
dell'eterno sconforto,
ove...
un tempo
assai remoto
vi fu' gloria
l'antica leggenda
ancor
le menti scuote.

Consunti
laceri ricordi,
imperversano
saet... (continua)


Davide Giacomello 15/08/2018 - 00:08
commenti 1 - Numero letture:23

Voto:
su 0 votanti


L’Amore che vorrei

Ci vuole l'Amore che non ho
per capire
i disegni Tuoi.
Ecco, perché son triste.
Ho spavento ma
dentro un chicco di grano
un po mi sento
a saper che il perdono
é cosa Tua.
Allora Tu concedi ... (continua)

Piccolo Fiore 14/08/2018 - 21:35
commenti 2 - Numero letture:29

Voto:
su 0 votanti


Infinito

Lo immagini ma non lo vedi,
lo associ ma ti sfugge,
non capisci e chiedi,
desolato ti strugge.

Una risposta non avrai
ma tutto ciò è indefinito,
cadrai e ti rialzerai
perché esso è infini... (continua)


Alessio Perotti 14/08/2018 - 20:40
commenti 0 - Numero letture:29

Voto:
su 0 votanti


Capitano, dove sei?...

28. Dicembre

Ore 8.00, effettuati rilevamenti pressori, temperatura, giunture, carico di resistenza delle travi,
profondità, filtri dell’aria, illuminazione: Tutto operativo.
Estratti nuovi campioni di uraninite dal livello 2: una purezza stimabile allo 0.2%.

Ho liberato di nuovo l’accampamento dalla neve accumulata dalla vento. L’estate è a metà ma già comincia a nevicare, non è neve comp... (continua)


Black Wolf 14/08/2018 - 17:43
commenti 2 - Numero letture:55

Voto:
su 0 votanti



Gioca a scacchi contro l'impo...

Gioca a scacchi contro l'impossibile, ma mai contro Dio ...... (continua)

Paolo Ciraolo 14/08/2018 - 17:41
commenti 3 - Numero letture:46

Voto:
su 0 votanti


Luci d'Estate

Fuochi nelle sere di agosto:
davanti il lago,
alle spalle il bosco.
Luci colorate,
musica trascinante,
oh di meraviglia
tra la tanta gente.
Il lago ribolle
di mille colori,
il cielo si incend... (continua)

Ivana Piazza 14/08/2018 - 15:13
commenti 0 - Numero letture:23

Voto:
su 0 votanti



..e tirarlo a forza

..quel laccio
Si, quello che mi hai stretto in vita
per impedirmi di fuggire, forse
sai, è un laccio elastico

Potrei andare oltre il perimetro consentito
e tirarlo a forza, fino quasi a spez... (continua)


laisa azzurra 14/08/2018 - 12:05
commenti 12 - Numero letture:161

Voto:
su 0 votanti



L’orticello del convento

Quanta pace quanto sole
tra le dolci aiuole,
dove Fra Lorenzo lasciò detto
qui ci vuole rispetto
perché siamo nel convento.
Dove le ortiche anno dispregio!
Non ce ortica né gramigna
come fosse ... (continua)

Francesco Cau 14/08/2018 - 10:38
commenti 8 - Numero letture:81

Voto:
su 0 votanti


 
     

Poesia del mese

     
  Una favola antica

Grande la veduta
se a ritroso volgo il ciglio
con lo sguardo che penetra i ricordi
come l’onda
quando insinua la scogliera.

Dispersi dentro il vento
ma
proclivi alla promessa
fosti bimba... (continua)

Francesco Scolaro 16/07/2018 - 12:51
commenti 10 - Numero letture:178

Voto:
su 5 votanti
 
     

Racconto del mese

     
  Racconti della notte tra sogno e realtà

Era sul divenir del tardi della sera, che accadde, ero stanco, dopo una dura giornata di lavoro, quando decisi di riposarmi, stendendomi sul letto adagiando la testa sul cuscino.
Ancor ora non sono in grado di dire se sognavo o era la realtà, so solo che d’improvviso, un eco di una voce calda mi sussurrava nell’orecchio, il suo timbro di suono era come una sinfonia: dolce e temperata, mi girai di scatto ed accanto c’era una meravigliosa figura angelica di una bellezza più unica che rara per la sua eleganza ed il suo splendore.
Rimasi incantato dal suo fascino, dalla sua eleganza e dalla sua avvenenza mentre il bagliore dei suoi occhi mi immobilizzò e il suo profumo mi inebriò.
Man mano con il trascorrere del tempo, notavo che il suo colorito diventava sempre più pallido e gli chiesi: come stai?
Lei mi rispose: ciao sono la morte, si è seduta di fronte, fissandomi negli occhi e accarezzandomi il viso, mi disse: ti stavo aspettando, sono venuta solo a trovarti, sono ancora tante le ... (continua)

Paolo Perrone 16/07/2018 - 11:26
commenti 8 - Numero letture:190

Voto:
su 6 votanti
 
     

La grande sfida

     
 

Ti piacciono le sfide ? Ti piace dimostrare che sai creare ? Vuoi far stupire per la tua fantasia ?
Allora confrontati nella sfida della scrittura creativa ! Clicca qua ed inizia l'avventura, e che vinca il migliore !

 
     

IL Vincitore

     
  Giorni Difficili

Eva scrive sul diario di papiro con la piuma d’oca e la intinge nella boccetta del calamaio; era stata appena cacciata dal paradiso terrestre. La prima pagina riporta: “Alle prime luci dell’alba scende il silenzio. Fuori mi appare un territorio spoglio, incolto ed è pieno di fili di rame, cocci bianchi di piatti in frantumi, pietre, scanni, un giradischi. Adamo afflitto e stanco si trascina con passo pesante, svogliato. E’ un uomo sfinito, allo stremo delle forze, un bambino stordito dentro un luogo non familiare in cui ogni oggetto lo stupisce o finge di stupirlo, e col quale cerca di giocare. Mi giudica, una donna apparentemente spavalda, sbarazzina, frivola, una donna bambina, saltellante e traballante insieme, e mi ripete spesso, che sono la parodia della spensieratezza portata male, consumata, cinica ed esasperata. I nostri giorni fragili trascorrono in un dramma a tratti ilare e grottesco, concitato, altisonante, che enfatizza ancora di più il disagio, il silenzio, la quotidiani... (continua)

Savino Spina 05/07/2018 - 12:03
commenti 1 - Numero letture:707

Voto:
su 2 votanti
 
     

- oggiscrivo.it - Copyright 2009 - 2018 - Tutti i diritti sono riservati - Webmaster Mauro -