Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

La quercia...
Vento dell'est...
Pearl River...
LA VITA...
L’alba dai Colli Eug...
Soggetto Beta I°epis...
Giorni...
Reprobi Angelus 12....
Ora che non guardo p...
Albeggia...
Svegliarsi...
La casa di Elisabeth...
RICORDI PENSIERI ...
Fido Randagio...
Abitudine...
Pensieri confusi...
GRIDA...
Cravatte...
Incredibile che rina...
Come Fa Il Vento...
Dove sei.......
LA SCARPETTA DOMENIC...
Il Tramonto...
Il viaggio...
Incendio...
FINALMENTE SI SPOSA...
Tutto senza capire...
Illusione d'amore...
Le promesse spese...
Trovare la chiave pe...
Dio è in te,nella mi...
L'uomo può avere con...
Fabbrico nostalgie ...
Oltre i tuoi capelli...
Uomini e Donne… Sold...
Murales...
Il fieno tra i capel...
Malinconico Maggio...
Sete di libertà...
Case dalle finestre ...
GIOVANE AMORE...
HAIKU 6...
Vento d'estate...
Calde lacrime...
Confusa e felice...
LUCCIOLE...
Pianto di stelle...
....interferenza...
Granito...
Canto dell' amore ri...
Il Papavero...
haiku 10...
I GATTI DEL QUARTIER...
Reprobi Angelus 11....
In questi momenti bu...
“MADRIGALE” PER LA M...
La chiglia s'incagli...
Il palcoscenico dell...
Donna Violante...
SOGNO E PENSIERO...
Follia dell'uomo...
ACCENDI LA PASS...
Talvolta...
Ovunque ella or sia...
Petali...
lago Maggiore...
E' solo tardi...
PAREIDOLIA...
I malati diversi fra...
Un dono gradito....
DELIZIATO INCANTO...
Supermarket question...
Ovattati pensieri...
LA BUSTA PAGA...
Reprobi Angelus 10....
RONDINI...
NOZZE DI CORALLO DEL...
Cuore di farfalla...
Arruda...
Haiku 2...
La porta del cuore...
Affresco di primaver...
Raccolto di vita...
FELICITA’ NASCOSTA...
LA VIA DEI CAMPI - P...
IO NON SO...
Vuoto a perdere...
Soggetto...
VILI...
Tempesta...
HAIKU 5...
La Cinciallegra...
Il dono più prezioso...
Insieme...
LA RUSSIA HA OLTRE C...
Domanda antalgica....
Tempi sbiaditi...
Profumo di pane...
La luna rossa...
La Rosa senza Spine...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

M'aggio 'a fa' ricoverà - Mi faccio ricoverare

Stongo ccà ‘n coppe ‘o ‘spitale…
quanta pace che ce sta;
quanta ggente che sta male
ma nisciuno a sbraità.


Nun se sente ‘nu muschillo
dinte a ll’aria ‘e passià,
sento, appena, ‘nu zechillo
‘nu ‘nfermiero ‘e cammenà.


Quanto invece sto cu ttico
nun riesco a repusà,
m’addimanno allora e dico:
forse è meglio ca sto cca!?


Siente… allora aggio penzato
nu rimmedio pe’ sta cca:
faccio finta ‘e fa’ ‘o malato
…m'aggio ‘a fa’ ricoverà.


(traduzione in italiano)


Sto qui sopra l'ospedale...
quanta pace che ci sta;
quanta gente che sta male
ma nessuno a sbraitare.


Non si sente un moscerino
dentro l'aria camminare,
sento appena un pochettino
'n infermiere camminar.


Quando invece sto con te
non riesco a riposar,
mi domando allora e dico:
forse è meglio restar qua!?


Senti allora io ho pensato
un rimedio per restare:
Faccio finta d'ammalarmi
...io mi faccio ricoverare.




Share |


Opera scritta il 20/10/2018 - 08:59
Da Luigi Bellotta
Letta n.754 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti


Lo so che è un modo scherzoso di cercare la pace del silenzio....ma io non andrei in ospedale. Ciao

santa scardino 22/10/2018 - 00:46

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?