Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Serenata d'inverno...
Non c'è...
Vento...
Ode a Cuore di Burro...
Attendo la notte...
Cose così...
Gloria...
COMPLEANNO...
Un gatto in cielo...
LUCERTOLE...
La ragazza che diven...
AMORE MIO...
DOVE NASCE L’ALBA...
L'inconscio, follia,...
Chi è il malvagio?...
Haiku...
La notte dell'uomo...
Senryu nr. 4...
omaggio a san Paolo ...
La carne è fragile...
Verde...
Legami...
Incipit d\'amore...
Haiku'...
IL NOSTRO PARA...
Vita...
L'impulso...
FILASTROCCA IMPROVVI...
MI PIACI...
Nonna sorridi...
L’intero...
PER QUESTO AMORE AMA...
La venditrice d'amor...
Un angelo possiede u...
Le stagioni...
Più avari siamo di m...
SUSSULTI D'AMORE...
Canzone popolare...
Ma che cavolo !...
e non mi sento più s...
Così...
RICORDO UN BAMBINO...
il merlo canterino...
Bellissimo sarà vede...
PARVENZE...
Nel raggio di un sol...
GIALLO...
Una persona che ama ...
haiku - nonostante...
LA SECONDA GIOVINEZZ...
Giugno 2015...
Il gioco a scacchi...
NEL BOSCO...
E' qui la festa?...
PIUMA NEL VENTO...
tempesta...
Solitudine...
IL DUCA ED ISABELLA...
respiro...
sentinella...
L'urlo del silenzio...
BORGO ANTICO...
Il leone e il topo d...
Haiku P...
Si vive per morire...
La notte...
Il castello...
Crepuscolo di giardi...
Due nuvole...
Partire...
Pescatore...
La ritmica del cuore...
Haiku- cip cip.........
È così...
Tutto ha l'anima ,se...
Ciò che è antico non...
Suoni dimenticati...
ANGELO MIO...
Vaneggiare...
Un pò mia madre...
Pace in terra...
Poesia in “Codice Al...
Leziosa beatitudine...
NEI TUOI OCCHI...
Lettera ad un figlio...
SONO COSÌ...
L’intensità Di Un Ab...
Al confine dell'anim...
Prostituta d\\\'alto...
Vivere...
TAPPETO DI FOGLIE...
Ispirazione...
Incompiuto...
Novembre...
Un giorno......
Elogio alla depressi...
GRANDE AMORE...
VERONIKA...
A volte, la perfezio...
ed è rame dai rami...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

MORIRE AD AGOSTO

Ferragosto
sotto il salice,
a pensare per dimenticare.


Ridono
i bambini,
musica da lontano.


Odore di brace,
spadellano le donne
tintinnio di stoviglie.


Corrono i cani,
su prati ben tosati,
dal muretto soffia anche il gatto.


Mangiano
i grandi
e ridono anche loro.


Spensieratamente,
rumorosamente,
fastidiosamente.


E mi par che ridano di me.


Non capisco cos'hanno da ridere,
sotto il sole d'agosto
divorati dalle zanzare.


Coi loro denti gialli
e i nasi a punta,
orrende le bocche si contorcono.


Corvi nefasti
travestiti da colombi
si burlano della vita.


Li diverte
il mio patimento, tanto
che quasi si strozzano.


Già li sento,
il giorno dopo,
compatirmi per le vie.


E cento, mille, duemila
risate
sulla bocca di tutti.


Nelle case o in auto,
per le strade, come sonagli
riecheggeranno in mio spregio.



Dal mio salice
osservo,
loro che ridono.


Mentre io vorrei morire.



Share |


Poesia scritta il 18/08/2018 - 15:30
Da Being Human
Letta n.95 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti


La tua tristezza è palpabile, intensa...leggendo sento quello che tu senti!
Quando si è tristi, vediamo il mondo attorno a noi distorto, disordinato e ci allontaniamo!
Molto bella, intensamente bella!

Margherita Pisano 19/08/2018 - 10:35

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?