Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Quando ti vestivi co...
TRAMONTO...
Così...
Il bambino Dawn...
Non posso restare....
UN OTTOBRE NORMALE...
L'impervio sentiero...
Un'altra battaglia...
Fiabilandia...
Trasparenti sembianz...
IL FUOCO...
Filastrocca dello st...
Ipnosi...
Presenza....
Riflesso...
Dedica...
HAIKU B...
IL SORRISO DEL TRAMO...
CONTINUO A SOGNARE...
Guardando il cielo...
Il mare - Il progres...
Cuore d’ippocastano...
Cosmo sfiorito...
Passaggi...
Gianny Mirra...
Un Marinaio...
Dolce...
Mia Luce, mie tenebr...
L’interrogativo del ...
BOCCA A BOCCA...
Il mattino...
Prospettiva...
sbarre...
Cerca altrove...
Giorni senza cuore...
PASSERÀ...
Non era il tuo volto...
Scusa lo sfogo...
La risata del picchi...
Il pilota dei sogni...
le violette...
Pescherecci...
Appennino...
Terra...
Miriade di stelle...
AMORE PERDUTO...
Tanka 27...
Lungo una strada pol...
15 febbraio...
DISLESSIA...
Anche i virus hanno ...
COME I CAVOLI A MERE...
Amore unico...
La vita fuori...
Percezione...
Per sempre....
Il nostro amore è fi...
Barzellette in narra...
Bonsai...
RICAMI D'AMORE...
Pozza, anima e nudit...
Te lo dico in poesia...
CHISSÀ...
Il 14 febbraio si fe...
Il bacio del beccacc...
Veramente felice...
Tamburi...
Per te...
Di notte...
Ti conosco...
Provocatorio Dadaism...
IL CAMPO DI GRANO...
Solitario...
La giostra delle fia...
Momenti di vita...
La fine...
Angeli forse...
specchio...
Tempo di mietitura...
Confusione...
Renoir...
Il ballo delle cento...
Un cielo increspato...
Vita...
le persone si conosc...
Brume sparse...
La bellezza...
Sei tu amico mio...
Il mare...
Traccia...
Il cantastorie di fa...
C era in Te...
Confine...
HAIKU A...
D'un tratto (espansi...
Autunno...
Erto e Casso...
Ti chiedo gentilment...
MUOIONO I MARI...
Metafisica...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Il cacciatore

Il cacciatore


Quando la bianca alba s’affaccia al vagito del novello
giorno dipana la matassa della morente notte.
Tra fiochi raggi confusi nell’ aere più fresca del mattino,
si leva il cacciatore già pregusta il suo bottino.
Rozza sacca lo adorna. Ispido pel il viso ricolma.
Lo schioppo al petto stringe come se fosse la sua donna,
ed un cappellaccio il capo adorna a mo’ di corona.
Fischia è conforta il suo levriero che con scatti fulminei
la preda addenta.
Per balzi e clivi segue lo stornir d’oche pellgrine,
il ciel di piombo riecheggia come un temporale d’aprile.
Prende la mira e colpisce, vengon giù le sventurate
qual foglie d ‘albero ai soffi d’autunno.
Si colora l ‘erba di rosso sangue.
Riecheggia per il canneto il latrato,
pute d’ intorno quel pungente aroma dello sparo.
Come van leggere quelle creature all’ aria libere
né le piega la canna del venatore.
Al tramonto tutto tace.
Avanti l’uccellatore segue a muso basso il fido azzannatore
Esausti ma paghi del carnier ricolmo.
Rosso fuoco arde nel cascinale gira lo spiedo
sui carboni ardenti
Va tra canti e suoni l’odor
della carne.
Inonda il vino, calici.
Fermenta allegro il mosto
nei tinelli
Si perdono tra giubili e sollazzi
le ore del vespro,
ed un muto silenzio,
Copre il fumo, i resti del banchetto
Mentre di lontano tra le rossastre
Spire monta la luna
Che alla tarda sera apre il petto



Corrado cioci



Share |


Poesia scritta il 13/05/2019 - 19:09
Da corrado cioci
Letta n.165 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?