Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

E di pioggia...
Proprio in quella li...
Tanka 6...
Mi baci...
Domenica...
Sabbia...
Solo se conosci la b...
Ottobre...
Gentilezza ...
nuvole e autunno...
L’organo...
La poesia dell'ultim...
Ho sempre desiderato...
CAVATAPPI...
L' EREMO SEGRETO ...
Kaleidos...
La vecchia stazione...
Lontani...
Non ti dimenticherò ...
SOLO I PASSI...
Haiku 16...
Dolci note di vita (...
Nel mondo di Afrodit...
Muro di ghiaccio...
Inverno...
Maratoneta...
Inganni...
CIO' CHE E' RIMASTO...
Foto furtiva....
No muy dulce...
Haiku XIII...
Nel teatro della vit...
'O core...
Haiku z...
A' Pandazza e la Lan...
La direzione del mat...
Sa festa de sa birra...
Siamo genitori......
Il maestro di biliar...
SAFFO, LA COSA PIU' ...
Cosa c'è di peggio...
Ti scrivo perché a p...
Haiku 11...
Elisa Valentini...
AMIAMO INCONDIZI...
AMORE...
Passato...
Palabras...
TI SENTO...
Madre...
T'aspetto sempre qua...
Le tre buste...
Si cantava un tempo...
CERCASI...
Gentilmente...
Nuvole...
Tanka 5...
Forse......
Vita...
Lenta come foglia un...
Nove Ottobre 'sessan...
INTRECCI...
Ho nostalgia delle t...
Ritaglio...
Donna sarda...
CUORE DI BAMBOLA...
La visita dell'Angel...
E' una passeggiata...
artista o matto...
Un giorno...
Prendo atto che il m...
la città...
Nonni....
DIMENTICANZA...
NONNO RACCONTAMI...
Gli amanti in ambra...
Senza stagione...
Quello che siamo...
Come quando eri bamb...
Insieme nella luce (...
Ad un passo da giù...
Approdo...
A casa nostra...
Fin dove l\'amore ar...
Sono innamorata...
La libertà é un bene...
Vogliamoci bene...
Ascoltando gli astri...
Yellow spell...
Ciò che non ti ho de...
Haiku XII...
Perdiamoci...
SE AVESSI VISTO...
Haiku j...
Conversazioni...
FOGLIA D'AUTUNNO...
Visita a mio nonno...
Intrecci/...
La storia infinita...
Cuore...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Sei il bocciolo emerso dal fango

Sei il bocciolo emerso dal fango
e vivi avversità che ci compongono
Sei eco di terra sussurrata
e remota e agognata
Voglio coglierti dove ti ergi
sradicarti pulsante
col rispetto silente della radice
piantarti nel suolo mio
umido del sangue di cui ci impasto
echeggi di quel tempo che vorrei
fare mio, di nuovo
ma nel mentre, di nuovo
mi ritrovo a galoppare in sella al tempo
all'indietro, mai in linea all'orizzonte
con in viso strade che si snodano
e una notte di talco che mi si annida nel respiro
ancora mi intarsio di quelle sue nubi
e mi cucio ai tuoi lembi lontani
ti dedico una carezza
ti sfioro il gambo, e ti innaffio dove non cresci
Ma non ti strappo, non ti tolgo al prato
Bacio un petalo, forse due
non tre - quello timido vuole il suo tempo ancora -
io sono spezzato, però, da prima
che tu verdeggiassi, che fossi dono di terra
e mi spegnerò prima ancora
di vedere che il mio scrosciare candido
ti avrà rivestito dei colori che meriti


Share |


Poesia scritta il 05/10/2019 - 12:58
Da Matih Bobek
Letta n.34 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


Molto bella, piaciuta tanto!

Carla Vercelli 08/10/2019 - 19:08

--------------------------------------

bellissima

laisa azzurra 05/10/2019 - 19:41

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?