Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

I MIEI RAMI...
L'amare e l'amore...
A CHILOMETRO ZERO...
Camminare...
UN CUCCIOLO PER...
Infuria vecchio temp...
LA SMANIA...
Coccodrillo...
E luce fu...
Caro amico di penna....
21 dicembre 2004...
LA MIA TESTA...
Dell'animo di un cig...
La Legna...
Buon compleanno sul ...
Haiku 12...
Vioaciocca...
Inverno...
Ricordo...
Mi piace camminare n...
Se tu non fossi qui...
Volgerò lo sguardo ...
Jack di fiori...
Fram men ti...
Come può l'Essere no...
Mamma mia, Grazie di...
Beethoven...
Il mare e la musica ...
Tu...
HAIKU R...
La panchina...
Tanka 16...
HAIKU N. 17...
Gli aiutanti di Babb...
La prima neve...
È così bello pronunc...
Capitolo Uno...
Non è le parole che ...
Non privarti dei dir...
Poesia...
DIRITTO E BISOGN...
Lasciare qualche tra...
Cala del giglio...
Roccia...
Tanka3...
E' poesia quando l'a...
Curriculì curriculà...
Qualcosa può nascere...
e non entro nel grup...
Quattrocchi...
L\'immagine...
Il peso specifico de...
Come quando d'incant...
L'Italia e L'Europa...
Un tramonto rosso fu...
Nebbia...
Nel vociare di un si...
Decisioni difficili ...
Sulla tela del cielo...
L\' arcobaleno...
Per sempre...
L' ISOLA CHE NON ...
Sapori...
Era tutto così silen...
Trasparenze...
Con Te...
Natale....
Tram...
PULVISCOLO...
Eco...
Frammenti....
IM RISPECCHIAVO DENT...
Il perdono...
Soffio...
21:52...
Gioia...
Conosci te stesso....
Sento il candore del...
A Natale non voglio...
Pezzo unico...
DIMMI CHE...
Come stella per Nata...
L'onda...
sfascio sociale...
E canto...
Se pensi che c’è tem...
FAME D' AMORE...
Ritorno...
Il poeta e il merlo...
Amarti è un piacere...
Fino al crepuscolo...
PET THERAPY...
Sola a Natale...
Tanka 15...
A te...
COME GLI DEI...
Il pupazzo di neve...
Avvento...
Le note filosofiche...
Sedia a rotelle...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Van Gogh

Immerso nella natura,
si muoveva nella natura,
nell'incedere
per lunghe distanze,
nell'incedere
guidato da un folle
appetito.


La fame insaziabile,
di riprodurre la natura,
la fame insaziabile
da nutrire
con nuova ispirazione,
da riprodurre,
sottoforma di dipinti,
da riprodurre
sotto forma di schizzi.


Tele sulla schiena,
una borsa a tracollo,
capello di paglia,
giallo sulla testa.


Fermava d'improvviso
il suo cammino
perché rapito,
da qualche colore,
da qualche luce,
da qualche intensità,
da qualche particolare,
da qualche forma.

Gli comunicavano
un mistero da svelare,
un mistero da dipanare,
per il genere umano.
Dava sfogo,
alla sua fantasia
aliena nell'arte,
l'unica cosa che,
lo faceva,
sentire degno
di camminare
su questo paradiso
terrestre,
l'unica cosa che,
dava uno scopo
alla sua vita,
d'inferno.


Giallo era il capello,
di paglia sulla testa,
giallo era il suo colore,
preferito,
il colore predominante,
la sua firma d'artista,
il suo stile unico,
che lo identificava,
tra tante firme artistiche,
tra tanti stili diversi.


Agli abitanti
che risiedevano
nelle vicinanze,
non piaceva,
troppo strano,
troppo pazzo,
troppo anarchico,
per questo era
per la maggior parte,
del tempo,
della vita un uomo,
solo.


La solitudine,
la solitudine,
come una malattia
lo ha lacerato
nel profondo dell'anima
lo ha lacerato
facendogli raggiungere,
vette di follia
sempre più alte,
vette di follia,
sempre più folli,
facendolo rinchiudere,
per pazzia.


Sempre più lontano
da ciò che lo circondava
sempre più lontano
dalla realtà,
ma fino alla fine,
ha dipinto,
ha espletato la sua,
missione,
anche rinchiuso,
la fame
non ha mai smesso,
di bramare nuova,
ispirazione.



Share |


Poesia scritta il 27/11/2019 - 15:58
Da Maurizio Vassalli
Letta n.113 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


È il mio artista preferito. Molto bella questa poesia.

Antonio Girardi 28/11/2019 - 15:19

--------------------------------------

Vi ringrazio di cuore per i vostri commenti

Maurizio Vassalli 27/11/2019 - 20:04

--------------------------------------

Van Gogh è il mio pittore preferito.Ho letto ,ho visto fim, soprattutto ho visto un sacco di mostre.E ora con piacere leggo questa tua bella poesia!
Pare avesse la sindrome bipolare che allora ero poco conosciuta e mal curata:aveva quindi spesso comportamenti che spaventavano le persone.Ha sofferto tantissimo e ,per la sua malattia, non riusciva ad avere relazioni positive con gli altri .Quello che mi fa rabbia è che lui non ha mai saputo di essere Van Gogh! Solo dopo morto è diventato il grande mitico Van Gogh osannato dai critici e amato dalle folle che fanno code per andare alle sue mostre.

Anna Maria Foglia 27/11/2019 - 18:27

--------------------------------------

Aggiungo infine che sai validamente coniugare l'arte della pittura e della scrittura in congeniale mix personale/universale in maniera pratica e funzionale. Anche questa è ARTE!
Ti accendo, pardon, ti "coloro" di giallo le cinque stelline con cui voto la poesia.
BRAVISSIMO!!!

Giuseppe Scilipoti 27/11/2019 - 17:58

--------------------------------------

... che richiamano il Maestro appena citato.
Sganci pure "sfumature" alla sua follia fino arrivare alla famosa "pazzia del taglio". In sostanza le ragioni profonde della sua arte producono potenti equivalenze delle immagini che ti hanno portato ad ispirare per questa composizione che desidero "incorniciare" sia per la bellezza che per il sentito omaggio rivolto a Van Gogh. Si vede che ami la pittura e che ne hai una bella cultura. Ammirevole!

Giuseppe Scilipoti 27/11/2019 - 17:57

--------------------------------------

Ciao Maurizio è indubbiamente lo scritto più bello mai letto rivolto Vincent van Gogh, uno degli artisti più celebrati in tutto il mondo, ma dietro quelle sue opere dai colori scintillanti si nascondono domande, misteri e riflessioni di natura esistenziale.
Senza ombra di dubbio il tuo componimento più diretto in ambito artistico in quanto non solo omaggiano in maniera lodevole un grandissimo pittore del passato ma allo stesso tempo queste righe appaiono come se fossero pennellate...

Giuseppe Scilipoti 27/11/2019 - 17:54

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?