Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

I MIEI RAMI...
L'amare e l'amore...
A CHILOMETRO ZERO...
Camminare...
UN CUCCIOLO PER...
Infuria vecchio temp...
LA SMANIA...
Coccodrillo...
E luce fu...
Caro amico di penna....
21 dicembre 2004...
LA MIA TESTA...
Dell'animo di un cig...
La Legna...
Buon compleanno sul ...
Haiku 12...
Vioaciocca...
Inverno...
Ricordo...
Mi piace camminare n...
Se tu non fossi qui...
Volgerò lo sguardo ...
Jack di fiori...
Fram men ti...
Come può l'Essere no...
Mamma mia, Grazie di...
Beethoven...
Il mare e la musica ...
Tu...
HAIKU R...
La panchina...
Tanka 16...
HAIKU N. 17...
Gli aiutanti di Babb...
La prima neve...
È così bello pronunc...
Capitolo Uno...
Non è le parole che ...
Non privarti dei dir...
Poesia...
DIRITTO E BISOGN...
Lasciare qualche tra...
Cala del giglio...
Roccia...
Tanka3...
E' poesia quando l'a...
Curriculì curriculà...
Qualcosa può nascere...
e non entro nel grup...
Quattrocchi...
L\'immagine...
Il peso specifico de...
Come quando d'incant...
L'Italia e L'Europa...
Un tramonto rosso fu...
Nebbia...
Nel vociare di un si...
Decisioni difficili ...
Sulla tela del cielo...
L\' arcobaleno...
Per sempre...
L' ISOLA CHE NON ...
Sapori...
Era tutto così silen...
Trasparenze...
Con Te...
Natale....
Tram...
PULVISCOLO...
Eco...
Frammenti....
IM RISPECCHIAVO DENT...
Il perdono...
Soffio...
21:52...
Gioia...
Conosci te stesso....
Sento il candore del...
A Natale non voglio...
Pezzo unico...
DIMMI CHE...
Come stella per Nata...
L'onda...
sfascio sociale...
E canto...
Se pensi che c’è tem...
FAME D' AMORE...
Ritorno...
Il poeta e il merlo...
Amarti è un piacere...
Fino al crepuscolo...
PET THERAPY...
Sola a Natale...
Tanka 15...
A te...
COME GLI DEI...
Il pupazzo di neve...
Avvento...
Le note filosofiche...
Sedia a rotelle...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Geranio nero dedicata a Sara

Un dottore,
della mente,
ha compilato
e firmato,
un documento,
che certifica:


Al momento,
non posso frequentare
la scuola.


E chissà,
quando potrò,
ritornare
dentro a quel edificio,
di materie da imparare.


I miei,
disturbi comportamentali,
dovuti a
questa esistenza,
dalla bocca,
troppo cattiva,
mi buca la pelle,
sempre,
più in profondità.


Una tagliola,
con denti,
di ferro,
stringe
e nella stretta,
lancinante,
un dolore sordo,
sordo ma,
intenso,
che frena,
le mie tante
possibilità.


Possibilità,
di progredire,
nell'evoluzione costante
di oggetti,
e persone.

Farmaci anestetizzano
questo senso,
di smarrimento,
di inadeguatezza,
la sensibilità,
dovrebbe essere:


Un valore,
un aggiunta,
non un muro
divisorio,
una sottrazione,
dall'importo totale.


Un valore,
un aggiunta,
e non un,
disvalore perpetuo.


Il mio,
non è un comportamento,
voluto,
preventivato,
ragionato,
ma un imprevedibile
malessere.

Un geranio nero,
che si ramifica
lungo tutto,
il mio corpo,
si avvinghia senza
rispetto,
e pudore,
sulla mia fragilità,
emotiva.


Con le sue spore,
nutre le mie insicurezze
estraniandomi dal presente,
che corre veloce
senza sentimento,
ed accettazione,
del prossimo.


In questa,
catastrofe,
di giardini spogli,
di stanze,
non ammobiliate,
cerco,
di non mangiare
di non riempire,
lo stomaco.


Sono grassa,
come mi,
comunicano,
le male lingue,
rivestite
di cattiveria gratuita.


Gli animali,
sono rispettosi
gli unici,
e veri salvagenti,
per galleggiare,
nel maremoto.



Share |


Poesia scritta il 02/12/2019 - 16:08
Da Maurizio Vassalli
Letta n.69 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Chi ha veramente bisogno in questa società spesso viene emarginato.
Una società civile dovrebbe invece aiutare fattivamente e non solo pontificando dall'alto, o affidandosi al volontariato.

Ida Falconeri 03/12/2019 - 16:49

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?