Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

21:47...
SOLITUDINE LIBERTA...
Una canzone...
In tema di razzismo:...
Fiore...
Bologna, 2 Agosto 19...
ALLA STAZIONE...
Cammina con le scarp...
I dubbi del poeta...
Piccola lezione di s...
Straniero...
L'amore può finire, ...
L\'uomo con la valig...
SI TRASFORMA...
Come navi sospese...
Viviana forse...
Amata mia Signora...
Per Lei...che è mort...
NONNA PIA IN CARROZZ...
L’autore del tomo- S...
Verde azzurro mare...
I colori di quel 2 A...
Milonga...
Bologna...
Vorrei esser vento...
Cercando cercando...
LA SUOCERA...
LA RAGAZZA NELLA PIO...
In dissolvenza...
Prendi esempio dalla...
Agosto...
FRAMMENTI DI UN...
Tristezze...
Leggiadra melanconia...
SAI......
Il rancore non è emo...
Lucciola...
Nina...
Alla roggia...
E25 verso Novi Ligur...
Le barche gialle...
Il ritorno...
Luci sul mare...
Il gioco - parte sec...
fine giugno...
Una vita senza amare...
IL DONO...
Ricambio generaziona...
Ogni Mente a Suo Mod...
Vibranti emozioni...
Rinchiusa...
I giardini di Majore...
Una folata d'oblio...
Foglia unica...
UNCINETTO...
28 luglio...
Non temo la morte pe...
Chimera...
Preserva... emh, pre...
VIAGGIO PER MAR...
A li mortacci...!...
UNA GRANDISSIMA STEL...
La notte dei pensier...
L’autore del tomo- S...
Una voce nel vento...
Ti chiedi ancora cos...
Misero uomo...
Prigioni...
Il poetastro...
Viltà...
Aurora boreale...
Nostalgia...
Il mare e il tulipan...
CHISSÀ ........
BIANCA...
Alla mia Lulù...
Vissendo...
IL TUO TEMPO...OGGI...
In questo pentagramm...
Sintra...
LUGLIO (Acrostico)...
I giardini di Fatima...
Solamente da solo t...
CUORE DI GHIAC...
ER SACRIFICIO DER VI...
Vecchi filmati...
Al futuro...
Monocromo...
Spesso chi conta sul...
Giuseppe (Acrostico)...
Siamo tutti uguali p...
L'urgenza della piog...
Perdersi d'inconscio...
Vorrei mandare a vaf...
COSA DEVO FARE?...
TACI...
Anima reale...
Rinascerò...
Un 'estate di colori...
Inganni stellari...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

Estate di un tempo remoto

Mi ricordo,
quella spiaggia,
d'agosto rovente
piena di corpi al sole,
carne impanata,
in cottura,
nella padella,
smisurata di sabbia gialla,
bollente,
cocevano,
lentamente,
rosando i tessuti,
i muscoli,
le pance tonde,
come un pallone.


Un pallone,
lanciato da ragazzini,
con un brillio
scintillante negli occhi,
spensierata gioventù,
e le tavolate,
famigliari,
con parenti completi
al seguito.


Ravioli,
maccheroni,
spaghetti,
braciole,
arrosto.


Ogni ben di dio,
come un ristorante
al sole,
a dieci stelle,
ingozzarsi,
sotto,
vivaci ombrelloni,
come tacchini,
giganti da ingrassare
facendo di lardo,
lo stomaco per un,
futuro giorno
del ringraziamento.


Le risa riecheggiavano,
come
echi di feste giocose,
di un tempo remoto,
quando andavamo,
insieme per queste,
sabbie d'orate,
tra il profumo,
di salsedine,
e il canto del mare.


Popolato,
di pesci umani,
che nuotavano,
galleggiavano,
si immergevano,
antichi velieri
in carne e ossa,
tracciando rotte fantasma,
tagliando le onde,
del mare,
come coltelli affilati.


Inseguendo,
l'orizzonte degli eventi,
governato
dal caso.

Quelle,
marinarette farcite
che mi preparavi,
sento ancora,
il loro sapore,
che sa
di buono.


Momenti indimenticabili
che purtroppo,
ricordo solo in sprazzi
minimi di memoria,
frammenti rari
di come eri,
dell'estate,
passata insieme,
adesso non mi rimane,
quasi niente,
immagini,
cancellate,
scolorite,
un diario
di pagine,
bianche.

Un mare
senza più ricordi
e bellezza.



Share |


Poesia scritta il 11/01/2020 - 13:51
Da Maurizio Vassalli
Letta n.153 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti


Tra eccessi e consuetudini il nostalgico ricordo del mare vissuto in modo molto "italiano"!

Grazia Giuliani 11/01/2020 - 17:12

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?