Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Ode Nonsense...
AMORE LEOPARDIANO...
Utopica speranza...
Doppio sogno...
Haiku XIV...
Coronavirus ... quel...
Virus...
Dica trentatré......
La pazza...
Tanka 29...
Ci baciavamo...
tempo d'aurora...
Poi pensi di conosce...
Rondini in viaggio...
Virus......
Nel chiuder quella p...
La merlettaia...
HAIKU C...
Un danzare di voci...
Suggestione di Febbr...
L'ETA' DEL CINISMO...
Notte d'inverno...
Due amori all'età de...
IL DUBBIO...
Un giorno finito...
Spiriti protettori...
DANZA DELLA PIOGGIA...
La Casertana...
Notti infauste...
Se vuoi sapere a cos...
LE TUE MANI...
La luce dell'univers...
Non fermarti...
Sei tu il mio redent...
Il fiore di Ranchipu...
Decisioni difficili ...
Credevo......
Homo Italica...
Contrappasso...
Inverno...
Attorno alla cera...
Passiamo tempo a pe...
Tanka 28...
Ritornando dall'agil...
IL MISTERO DELLA VIT...
Orme...
Come battiti d'ali...
La vera storia di Ce...
IO TI VEDO...
Carnevale...
Persona Amata che no...
persecuzione...
Attacchi di panico...
Un domani...
Quegl’occhi...
Basterà una rondine...
Quando ti vestivi co...
TRAMONTO...
Così...
Il bambino Dawn...
Non posso restare....
UN OTTOBRE NORMALE...
L'impervio sentiero...
Un'altra battaglia...
Fiabilandia...
Trasparenti sembianz...
IL FUOCO...
Filastrocca dello st...
Ipnosi...
Presenza....
Riflesso...
Dedica...
HAIKU B...
IL SORRISO DEL TRAMO...
CONTINUO A SOGNARE...
Guardando il cielo...
Il mare - Il progres...
Cuore d’ippocastano...
Cosmo sfiorito...
Passaggi...
Gianny Mirra...
Un Marinaio...
Dolce...
Mia Luce, mie tenebr...
L’interrogativo del ...
BOCCA A BOCCA...
Il mattino...
Prospettiva...
sbarre...
Cerca altrove...
Giorni senza cuore...
PASSERÀ...
Non era il tuo volto...
Scusa lo sfogo...
La risata del picchi...
Il pilota dei sogni...
le violette...
Appennino...
Terra...
Miriade di stelle...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



MUOIONO I MARI

Un giorno ricorderò le onde
il suono e l’odore del mare.
Pochi decenni e le acque azzurre
lasceranno una rena salata
indurita avvelenata.
Sulla distesa di sabbia
una flotta di barche
arrugginite ormai scheletri
più non prenderanno il largo.
Ai confini d’un mare evaporato
resta l’azzurro del cielo
il manto di una Madonna
e celesti pareti di una casa.
Sono lì a ricordare
il lento morire del mare.
Il vento libero di soffiare
nel letto prosciugato
di quello che una volta
era l’infinito...
porta nell’aria epidemie.
Penitenti nomadi in cerca
di perdono rimarremo gli unici
spettatori della nostra
stupida avidità.
Perderemo il pianeta
che altro non è...
che la nostra casa.


Mirella Narducci



Share |


Poesia scritta il 11/02/2020 - 12:54
Da mirella narducci
Letta n.69 volte.
Voto:
su 3 votanti


Commenti


Il tempo cancella le piaghe dell'uomo
mai il tuo testo Mirella Brava..
Ancora complimenti..

Salvatore Rastelli 12/02/2020 - 15:35

--------------------------------------

Sono d'accordo con quanto hai scritto nei tuoi mirabili versi, carissima Mirella. Purtroppo gli esseri umani sputano nel piatto dove mangiano e non si rendono conto che distruggere il pianeta per l'arrivismo ed i soldi vuol dire distruggere la terra su cui camminano i nostri piedi e vivono i loro stessi figli. In quanto ad ignoranza e stupidità, credo non facciamo invidia a nessuno. Buona serata, meravigliosa Poetessa

Gianny Mirra 12/02/2020 - 00:54

--------------------------------------

"resta...il manto di una Madonna"
Comprendo e condivido tutto il dolore

Mirko D. Mastro(Poeta) 11/02/2020 - 17:23

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?