Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

IL CANAVESE...
Oggi non scriverò...
Volevo dirti...
fredde sensazioni...
Fare del male è una ...
Imploro...
Anime...
Visita al castello...
Come ad Agosto...
Oceano...
L'ECLISSI...
La poesia più bella...
Regalami un cerchio ...
Luna di giorno...
Campo di grano...
PAESE...
Oltre il limite...
Questo amore...
Il distacco in un ri...
Ho sempre avuto paur...
Il silenzio...
SOS...
Sentieri inversi...
Nessuno lo sa...
Solo un filo...
IL PRETE...
MATRIGNA...
La Notte....
HAIKU C2...
Miserere...
Decisioni difficili ...
Esperienza di vita e...
Quando più occhi non...
LE OMBRE DELLE ...
Segmenti sahariani...
Tanka 5...
Zum-zum...
SOGNANDO A OCCHI APE...
Noi (Tanka)...
E poi...
Distacco...
Il Fonte Pliniano (S...
Speriamo in estate...
Ispirazione...
Colori e musica...
Autunno...
Mare a Caorle...
Uniti...
Mistero...
L'Ordinazione...
coscienze orfane...
Gli occhi della mamm...
Endorfine o delle co...
Come nascono i bambi...
Frammenti...
Senza stagione...
Una candela spenta...
LA SOFFITTA DEI ...
Il ricamo...
La bellezza collater...
Ci si perda (la paro...
L'ORA DELLA CENA...
TRENI PERSI...
Tanka 4...
Il sole di Maggio...
In Rima...
Mi piacerebbe ti pre...
LA DITTATURA DELL’AP...
SognoAntropomorfo....
Bosco Verticale a Mi...
La Bugia...
Vivere la vita...
Davanti allo specchi...
Il vento...
Sposa fiorita...
L’illusione...
Natura...
La metempsicosi...
Accusata di non aver...
In alto mare...
Credo che nel mondo ...
Nome di donna...
Fucsia...
HAIKU B2...
Pianificare...
Fugacità...
E Ti Sogno Ancora...
Max Stirner...
Domani senza di te, ...
Vorrei volare come u...
L'ignoranza,che non ...
Tra le tue braccia, ...
VERSO L\' ETERNIT...
Milena e i doni dell...
Elisir...
Los Angeles notturno...
NATURA...
Desiderio...
IL NAUFRAGO...
È l'amore che conta...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

LO SFOGO DI UN ARTIGIANO

Tra le mani il niente
se non la speranza
di gocce frammentate
sgorgate dalla sapienza
e da assimilati tomi
di qualche romito vate
che dall’alto dell’olimpo
sputa sentenze
restando a debita distanza.
A loro la priorità
del diritto alla parola
e a noi poveri artigiani
l'illusione della parvenza
che tutto debba finire
così come è cominciato.
Non prendete atto
di queste mie parole
sono solo lo sfogo
e non la pretesa di un richiamo
per l’incontrollata paura
di quello che ci vive intorno.
La paura del subdolo
è la peggiore
lo è da sempre stata.
Allora non resta
che impadronirci di quel tempo
dando voce alla resilienza
per rinascere migliori.



È una poesia nata con l'intenzione che la paura non trovi terreno fertile in nessuno di noi se non per i fiori di questa primavera che sta per sbocciare.



Share |


Poesia scritta il 30/03/2020 - 15:38
Da Antonio Girardi
Letta n.195 volte.
Voto:
su 8 votanti


Commenti


Grazie a tutti per i bellissimi commenti.

Antonio Girardi 02/04/2020 - 23:18

--------------------------------------

Doverosa dedica a quella categoria di lavoratori autonomi che hanno contribuito a far rinascere l'italia dopo la disastrosa seconda guerra mondiale. E' il mio mondo, quello della mia famiglia, e la mia città, Brescia, insieme ai cugini bergamaschi e a tutto il veneto, hanno dentro questo fuoco del "fare" e "inventarsi" che credo sconfiggerà anche questa triste contingenza. Molto bella la chiusa e condivisibile anche la nota a piè di pagina. Bravo.

Giacomo C. Collins 01/04/2020 - 09:04

--------------------------------------

Condivido il tuo sentire. Purtroppo la situazione al momento è drammatica per tutti, soprattutto per chi vive del proprio operato. Ciao a Antonio

Gianny Mirra 01/04/2020 - 00:56

--------------------------------------

Leggo una necessaria potenza del dire condivisibile di questi tempi. Complimenti e ricambio la stima.

Ernesto D’Onise 31/03/2020 - 17:57

--------------------------------------

Una bella lirica che si snoda nell'attuale e che sprona a ricominciare senza paure aggiunte.

Maria Luisa Bandiera 31/03/2020 - 15:45

--------------------------------------

Penso che sia un po' per tutti una difficile situazione, artigiani e non, ognuno di noi sta vivendo incertezze su incertezze, uno stravolgimento globale nella propria vita...la paura è umano possa cogliere in questi momenti ma chi ha animo sa pure che con quella straordinaria risorsa che tu citi, la vitale Resilienza, si può andare oltre e tramutare ogni paura in formidabile e miracolosa ricostruzione di sé , della vita , di tutto quanto fa parte di noi... E la primavera in questi giorni ce lo dimostra in modo eccezionale e quasi misterioso: mentre fuori impazza il pericolo lei fiorisce, per noi sicuramente... con la sua strepitosa e trascinante resilienza...
Magnifiche parole Antonio... Molto vere!
Buona giornata

Alessia Torres 31/03/2020 - 13:46

--------------------------------------

Un'analisi di grande sensibilità, per un paese che dovrà reinventarsi, oltre il dolore, oltre i morti e una povertà inaspettata che colpirà la stragrande maggioranza delle persone...il tuo richiamo accorato a non lasciarsi sopraffare con la consapevolezza di dover remare contro burocrati di tipo " a debita distanza"...
Una poesia densa da leggere più volte...
Bravo Antonio, un saluto!

Grazia Giuliani 31/03/2020 - 13:04

--------------------------------------

Mi è piaciuta molto la tua poesia, Antonio. Un pensiero a tutte quelle persone, in particolare nei tuoi versi coloro che hanno lavori autonomi, che si trovano ad affrontare momenti difficili in questi frangenti. La parola "resilienza", che tu usi, è fondamentale, perché non sarà necessario solo resistere e opporsi a queste avversità, ma reinventarsi, sfoderare tutta la creatività per affrontare e superare positivamente il cambiamento. Quello che non migliorerà sarà l'eterna inefficienza delle nostre istituzioni e dei burocrati, i quali offrono e mettono a disposizione, aiuti, stimoli e provvedimenti irrisori e illusori per queste persone, le quali invece costituiscono la base della nostra economia, fondata su medie, piccole, a volte piccolissime, imprese. Un pensiero davvero condiviso e apprezzato permeato da una dignitosa rassegnazione, ma anche insofferenza, tipiche delle persone oneste, laboriose e creative.

Carla Vercelli 31/03/2020 - 11:06

--------------------------------------

Comprendo, e ti abbraccio...

Mirko D. Mastro(Poeta) 31/03/2020 - 06:21

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?