Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Solitudine...
La notte...
MITOLOGICA EUROPA...
SEDOKA 11...
Ti porto con me ovun...
Attimi...
E nessuno sa dove...
Cara lady del sessan...
Querelle all'italian...
E guardati con accet...
Per Te...
A DIANA...
Come un albero spogl...
L'ATTESA DI UN AMORE...
Inciuci...
FILI TRASPARENTI...
Sono un poeta?...
L’inchiostro è la lu...
HAIKU H2...
La Piazza...
Caffè Florian...
STELLA POLARE...
Falsità spezzate...
RIUSCIRE AD AMAR...
Mare...
REQUIEM...
Sire! (La strega Zar...
Un sasso appena nato...
ESTATE (acrostico)...
Echi e cristalli...
Lo sbruffone...
Al pari delle formic...
Cristalli nell\'anim...
Pagherò...
Haiku XIV...
La porta rosa...
L'ISOLA DELLA NUOVA ...
Un Evento Dimenticat...
Orizzonti nuovi...
L'incapace agrimenso...
Naufrago...
Sei qua...
I doni della madre...
Haiku J...
Haiku 8...
Antiche partenze...e...
Mangime per il propr...
NON STUPIRTI...
Notturno cielo blu...
Quando frequentavo l...
Più dell'amore...
IL RITORNO...
L' AMORE NON HA ...
Tattiche di guerra...
Il mondo fuori...
Parlami...
Soffrire invano...
29 GIUGNO...
Cometa...
-...
Ritmo notturno...
Spettri...
La Petunia...
Fiori lungo i sentie...
Prima di andare...
TANKA 14...
Arriverà...
Un anno fa...
Della bellezza...
ECCEZIONE ONIRICA...
Tutti i miei demoni...
LAGO DI BRAIES...
Un'amena melodia...
L'umiltà... mettersi...
Perso nel fluire del...
Piccolo...
Io e la fantasia...
Impeachment...
l'estremo...
Al Padre...
IL DISEGNO DI ...
Sinestesia...
Venditore di rose...
Ricordami...
IL CORAGGIO (parte3)...
Un libro da scrivere...
Dietro la porta...
L'Arrivo...
Era amore...
Il sole abbagliava...
LA TENDA...
CARILLON...
Sogno l’onnipotenza ...
Eroi...
Tra le Dune...
Lettera scarlatta...
Il cinico, l'infame,...
Non scrivo per alzar...
ALL’OMBRA DEL PIOPPO...
In tempo di covid...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

Pagherò

Pagherò per non aver incontrato il cielo
quel cielo caduto da un monte fra le foglie
Cadute silenziose si son fermate
ho visto te che mi guardavi e mi giudicavi
cancellavi alcuni comparendo
quelli che non pensavo potessero pubblicare
ero entusiasta ma allo stesso tempo
incredula, io che avevo poco da dire
era il dolore che parlava suggerendomi
versi e liriche contorte continuavo a sentire
opposizioni strumentali nelle nicchie
di un passato sull'altra sponda di una riva
lontanissima che immaginavo stupenda
facile da raggiungere e tornarci presto


Share |


Poesia scritta il 30/06/2020 - 14:11
Da MARIA ANGELA CAROSIA
Letta n.45 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Molto bella e sofferta !

Francesco Pezzulla 02/07/2020 - 11:13

--------------------------------------

Il dolore ha trovato la strada per parlare e i tuoi versi splendidi approdano ad una poesia bella e sofferta.
Ciao Maria Angela

Grazia Giuliani 01/07/2020 - 20:07

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?