Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Rêver Sogno...
Stanotte......
Le meraviglie della ...
Può succedere......
Luna rossa...
Imperfetto...
L'ipotesi Gaia...
HO LA MANO SCONTROSA...
UNA PICCOLA BAIA...
LABIRINTO...
Amiche...da sempre...
SOLO L'AMORE E' SPER...
Hic et nunc...
NELLE PIEGHE DELLA P...
se mi dicessi ama...
cara Franca Valeri...
Montagna...
Infinito amore...
L'amore è come la lu...
gocce di cioccolato...
Prime ore del giorno...
LA CANTONATA...
Non c’è altro alla f...
Il tempo e le Rose...
Il maranga...
Illusioni di un poet...
Inaspettatamente...
La morbidezza è un v...
Il tempo esiste solo...
Fuori dal tempo...
L'usignolo...
Baciata Dal Sole...
Sogni...
Il funerale del cort...
Un buon raccolto...
In zattera,naufrago,...
L'appuntamento in ba...
Insigne professore...
L'ultimo Jazz...
Nel silenzio...
Sera...
Lacrime...
I momenti felici som...
Ritrovarti...
UMANA ESSENZA...
Le ore dei Desideri...
L’autore del tomo- S...
Haiku M1...
Un giorno (racconto ...
Giuro...
Sotto al quadro di V...
L’Orient-Express sta...
Somnum interruptum...
Di tutte le cose cos...
SENZA FORSE ..........
Anime sospese...
Amore perduto .....
Per Amore...
CORLETO...
Poesiola...
22:48...
Il cigno...
La bella estate...
Saremo i lembi...
Verde bosco d'agosto...
Tuffi allegri...
Vita...!...
Dopo la tempesta...
Bolsena...
La forza dei pensier...
lapidee forme...
Vinile...
Non si può resistere...
non soffia più...
ANIMA...
firenze santa maria ...
uomo...
L'AVVOCATO DEL GOVER...
Un uomo...
EBBREZZA...
Forme...
L’autore del tomo- S...
Camouflage...
LA BOMBA DELL'IGNORA...
COZZA...
Andi grori...
Farfallina colorata...
HAIKU C2...
Konnichiwa...
Emozioni...
Granuli...
INCONFONDIBILI...
Parlami ancora...
AMORE PRIGIONIERO...
Il Plagio...
Senza la pace univer...
Il ladro di felicità...
L' INCONTRO...
Solamente attese...
Il tappeto volante...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

Simulazione

Moderni suoni lambivano i tavoli quadrati di quel bar,
ostello del pensiero,
rifugio dell'eternità.


Erano momenti nuovi
che mi atterrivano
che mi rendevano estraneo
in quel loculo morente della vita.


Non sapevo districarmi da quel labirinto di tavoli e sedie
di persone troppo comuni,


lascivi esseri dal senno scomposto in troppi frammenti
perché io possa comprenderli,
perché io possa accettarli
nella logica esilarante
che mi sono costruito su di colui che vive.


La morigeratezza che avevo perseguito
era per me sinonimo di una forza essenziale,
inscindibile dal sublime


unica via attraverso cui si può fuggire dell'ipocrisia del vivere,
triste suicidio del non lasciarsi morire.



Share |


Poesia scritta il 11/07/2020 - 17:50
Da giuseppe trucchia
Letta n.93 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Bellissima
Senza parole

laisa azzurra 12/07/2020 - 18:55

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?