Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

PALESTRA...
occhi...
Volevo dirti...
Profumo di casa...
Sogni D'Oro....
Giocare con la vita,...
Noi raccoglitrici de...
In viaggio...
Il viaggio (Senryu I...
18:16...
Notti insonni...
Un bel giorno d'esta...
MARCIAPIEDE...
FRA POCO SARÀ NATALE...
l\'ULTIMO VIAGGIO....
LIBRO QUESTO SCO...
L'amore...
SPERANZE...
L’uomo per natura vu...
Le finestre degli al...
Errore in-convenevol...
A mia madre...
Con tutto l'amore ch...
Ciao Diego...
La ragazza selvatica...
Essa fu (concorso p...
Delicata...
MUSCHIO...
Tutti i santi giorni...
Vita...
QUANDO SI CAPISCE...
La viltà di un uomo...
La precarietà dell'u...
Al suono del vento...
Giuramento d’amore...
Gocce d 'acqua...
Ineffabile destino...
Il viaggio (renga, c...
Invito a cena...
Il presente disse pa...
Sonetto - Profondo e...
E' tempo di innamora...
Si apriva e si chiud...
Innamorato...
IL VIAGGIO...
Non sappiamo quanto ...
Sirene...
Milena...
I ricordi...
Ceste di fiori...
Malinconica Tristezz...
Quesito...
Io e la Risolutezza...
Il buddha...
POVERI E RICCHI...
L'ultima foglia dell...
ultima foglia...
Era bello...
Numero trentadue...
ZIBALDONE...
La paura...
La mia Italia...
L'essenziale...
Mi disse parlami...
Il viaggio (Cartolin...
A DUE PASSI DA ME...
Speranza d’autunno...
Glorioso passato...
LVX...
ADRIANO...
Elucubrazione n. 6...
Sospesi in un tempo ...
L'autunno...
SE NON CAVALCHI LA T...
Con disgusto (concor...
In riva al mare...
Se non vinciamo tutt...
I NOSTRI GIORNI...
Casa...
La mente suggerisce ...
Buonanotte...
Se ti abbraccio non ...
Luna pretesa...
INVERNO...
IL CUORE DEI PENSIER...
I miei nemici alla f...
Il vela...
The Bergen Belsen...
09:35...
Grazie...
Notte senza luna...
Fermarsi...
Friedrich Nietzsche....
La Parola del Vangel...
Pelle...
Tenebre...
L'ultimo canto di Sa...
Ombre voraci...
Bambini del dolore...
Dipinta...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com



LUCI DELLA SERA

Luci della sera
scalpicciare di passi
spero sia tu che passi


vanno oltre
e si perdono
come le mie speranze
che tu ritorni.


Luci della sera
si perdono
nella nebbia che impera


si perdono i pensieri
negli scantinati più neri.


Chiudo le persiane
sul mio cuore stanco
e mi addormento
l’oblio sognando.



Share |


Poesia scritta il 25/10/2020 - 11:21
Da Anna Maria Foglia
Letta n.132 volte.
Voto:
su 3 votanti


Commenti


...c'è uno stato d'animo triste che si riflette nell'ambiente descritto e il desiderio di chiuderlo fuori scivolando in una notte più serena...
c'è qualcosa di diverso nelle ultime tue poesie...
Un abbraccio cara Anna Maria...

Grazia Giuliani 27/10/2020 - 18:24

--------------------------------------

Bella la poesia e bello lo snodo della rima che rimanda ad una dolce armonia di malinconici pensieri e speranze

Afrodite T 26/10/2020 - 19:50

--------------------------------------

Complimenti, molto bella.

mario Righi 26/10/2020 - 17:46

--------------------------------------

Noto una dolce sonorità in questi versi,che seppure tristi realizzano una bella poesia. Ciao cara Anna Maria, e ti ringrazio sempre.

santa scardino 26/10/2020 - 15:08

--------------------------------------

Molto espressiva con quelle luci della sera che anticipano la notte e c'è lo spazio per i sogni. Bella.

Antonio Girardi 26/10/2020 - 14:26

--------------------------------------

L'uso della rima in questa bella poesia mi ha dato dall'incipit alla chiusa la sensazione di poter udire uno "scalpicciare di passi". Complimenti

Mirko D. Mastro(Poeta) 26/10/2020 - 05:24

--------------------------------------

E' una poesia che comunica tutto il dolore di una perdita ma con grande delicatezza e sensibilità! Molto brava Anna Maria

barbara tascone 25/10/2020 - 18:04

--------------------------------------

Complimenti Anna Maria e condivido perfettamente il commento di Giuseppe che sa commentare meglio di me.

Maria Luisa Bandiera 25/10/2020 - 14:38

--------------------------------------

Complimenti Anna Maria, la tua poesia ha una forza espressiva tutta sua che a tratti omaggia i noir urbani di una volta, il tutto visivamente riuscito e per di più con un rigore formale che diventa mera emozione visto che il verseggiare dispone di una precisa chiave di lettura degli eventi dell'io lirico. Un componimento coerente con la tematica però non totalmente cupa. La chiusa mi fa tenerezza, a dire il vero, si avverte un cuore bisognoso di luci senza sera.
Brava, cinque stelline e passa!

Giuseppe Scilipoti 25/10/2020 - 14:31

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?