Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Campi desolati...
Labbra...
Dedica ai non presen...
Impressioni...
PASCIUTI TARLI...
Non v'č esistenza pi...
Io, papā e il lago...
La luce nella nebbia...
La lapide di ghiacci...
Appartengo...
SOGNI...
Disegnerō l'amore...
QUANDO...
INNAMORATA...
Haiku 67...
Male oscuro...
Pensiero...
Stelle filanti (O te...
Ipnosi...
PRIVO DI LIBERTA'...
Nel deserto dell'ani...
Lui ti chiama...
A lavč la cāp o ciųc...
Morti Inutili...
I RIFLESSI DEL TRAMO...
Mare d'inverno...
ALL'OMBRA DEL GIGANT...
Spirito Ribelle...
Assiomi...
Archivio...
Pensieri e parole d'...
Le poesie...
Ciao MAMMA....
IL PITTORE DI PAROLE...
CARI ESTINTI...
Guardando il cielo...
Pratoline di marzo...
GIOCHI PROIBITI...
Risuona sul campanil...
In cerca d'ispirazio...
Stelle filanti (Benv...
Adagio...
Una notte irlandese...
si, so che lo sei...
Chi sa...
Viviamo di calore um...
Mareggiata Del Cuore...
Fermati...
VITTORIA...
Poesia č......
Composizione n.380...
Sorride...
Piccole grandi felic...
Testimoni preziosi...
Occhi belli...
Immagina...
Io Filosofo Tu Ladra...
il Sole a Mezzanotte...
Il tuo sorriso...
IL CREATIVO...
Diapason...
Ultimo sogno...
Don Gesualdo 2...
LA NATURA SI R...
il guerriero...
LA MARGHERITA...
Il cannocchiale...
Venite...
Stelle filanti (Benč...
Nel profondo dell'an...
L' attimo...
PER LA MIA STRADA...
No...
Il dipinto...
E poi mi dicevi...
I colori del tempo...
VIRTUALITA’ in campa...
Ridammi il sorriso...
parlami ......della ...
Il silenzio č parola...
Abbandonati, ti rico...
Agli innamorati...
Giorni fragranti...
Il canto della notte...
Mamma e Madre...
Stelle filanti (Mand...
Dolce luna...
Mare d'inverno...
UNICITA' UN DON...
Il pizzaro Pasquino...
Irreversibile...
Covid 19 e varianti...
Il pregiudizio stā a...
Ognuno di noi č imme...
Oplā!...
Chissā...
Ed č poesia...
Simbiosi...
Un giovane sogno...
Siamo molecole insta...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

Potevi essere felice

POTEVI ESSERE FELICE..Luigi Pirera
Potevi essere felice cosi'
tra l'umiditā di questa stanza
con il fruscio del vento gelido
ed il suo sibilio assordante.
Poteva essere una vaga sensazione provata all'ombra di questo mondo dove
nulla e'cambiato e nulla cambia, salvo la
percezione di una luce stanca che pian piano diventa bagliore o una fiamma
intensa che abbaglia.
Una notte ancora senza scegliere
il tempo , guardando lontano senza trovare quell'orizzonte smarrito ai confini del mare.
Potevi essere felice senza neanche cercare un vecchio sogno o per quella carezza ad un figlio ormai lontano che lentamente sfuma e si perde. Potevi ricordare che un sogno invecchia pių della realtā del presente mentre una vecchia ciminiera o una locomotiva stanca scaricano il loro grigio fumo nella parodia di un'emozione apparente. Ora che i raggi del sole e le stalattiti sciolte si incontrano ,i tuoi occhi di giada orientano lo sguardo nel vuoto di un nuovo giorno dipingendo di azzurro una nuova realtā. Allora
puoi essere ancora felice cosė
con quell'abbraccio che ritorna da
lontano senza perderlo pių.


Share |


Poesia scritta il 16/02/2021 - 18:14
Da luigi Pirera
Letta n.69 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?