Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Da riproporre...
Caffè e impressioni...
Una sola gioia...
Le parole son l'onda...
Richiamo dell\'Eden...
DIDATTICA RAVVICINAT...
Gli uomini sanno di ...
Per mano...
Giglio di mare...
Creare legami autent...
POLPETTE...
le stagioni della vi...
Poesia...
Guccini Presidente...
HAIKU T...
EMOZIONI E SOGN...
Il profumo dell'atte...
L'ultimo libro...
Un avvocato , un sov...
Chiederò mare in bur...
HAIKU 2 + 2...
Deponete le armi...
LA MAFIA...
Presa e vinta...
PROSEGUI IL VIAGGIO ...
L\'immenso...
Biancori...
Rime intorno a un ci...
In un mondo d’amore...
Sogni di bimbi...
Chiamala arte...
La fine del sogno di...
La giostra...
Divenire...
Contatto...
Il mondo all'impro...
Maria Bergamas...
Coda alla vaccinara...
Dea Natura (Concorso...
Arcobaleno di pace...
EMOZIONI...
Forse il Mare...
L'Amor Fraterno...
OCHE GIULIVE...
Intercessione...
DEDICA A CYRANO ...
BASTANO POCHE RIGHE....
L'ombra di un fiore ...
Il valore di esister...
Gigli bianchi...
Poesia...
Mariposas...
E ti penso......
Se mi portassi con t...
ICEBERG...
Fine di un amore......
Gabbiani...
Virgole del passato...
L'ultima storia d'am...
Fra le note...
CAMPANE FESTANTI...
Gesù...
LA MUSA E IL ...
Il Soffio...
La vita presenta il ...
Uomo di mare, e di r...
La pioggia...
La rinuncia...
Di quella pira l'orr...
PICCOLI GIOVANI ALBE...
Stefano D'Orazio...
Da quando sei entrat...
E' ora...
TUTTO CIÒ CHE IN UNA...
l'ammiratore...
Denominazione non co...
Superfluo...
I piccoli cervelli h...
Portami da lui...
Grovigli d\'inchiost...
Dolente passo...
SEI LA TERRA E LA MO...
Non si trapassa … si...
Passeggiata tra la n...
MARE CON BIMBO...
Streghe malvagie...
MISTICO ASCETA...
I vuoti dell’anima c...
Composizione n.347...
L'imbonitore...
Sei le parole che su...
Stupore...
L'INDEFINITO...
Rimpianto...
MARGHERITA...
La felicità di alcun...
L’oasi d’amore...
Invano...
Le fredde parole non...
Vorrei scrivere anco...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com



s\'inchina e ghermisce

Soffia, appena sopra l’ultima pietra
Bianca, liscia, levigata da fatti e da voci di vento
E nelle fessure libere, dove il sole trova spazio, raggiunge l’ombra
Ch’è ombra e virtù, nascosta tra le siepi del perdono


Sa che non deve, sa che non può
Le braccia nude, posano su quelle guglie di legno
intrise d’acqua e sale e di storie di sabbia, la sagrada familia, s’erge
un profilo di donna e di vento, la sabbia solleva


sussulti e perimetri ancheggiano, sfacciati, com’ è l’età acerba
l’età che non torna
l’onda rilascia e poi afferra quel bianco pizzo pregiato, fiorente di bolle, assorta
muove i piedi sul ventre e di morsi che s’agitano, poi, lenti, ripetono il passo


Scioglie il nodo, quello appena sopra il fianco
Il pizzo scivola sulle assi di legno traballanti, s’adagia in un soffio di schizzi sinfonici
La scala a chiocciola un po’ più in là
e nei sensi l’odore del sale che sbatte e smuove l’aria


la balaustra di ferro, arrugginita, tronfia di parole sussurrate
come la pelle stropicciata di un vecchio pescatore di stelle
il vento, la pietra, il mare, la risacca s’inchina e ghermisce


lei è già dentro lui…



nota: è solo un'onda...
torna...


e così, pare, sia tornata anch'io
non so per quanto
ma, bentrovati Poeti



Share |


Poesia scritta il 09/05/2021 - 19:19
Da laisa azzurra
Letta n.388 volte.
Voto:
su 4 votanti


Commenti


Ciao Laisa, sono innamorato delle immagini che sai creare, se potessi ti riempirei di stelle, purtroppo posso soltanto una. Sei Super!

mare blu 16/05/2021 - 22:26

--------------------------------------

Grazie Loris
Ics Laisa, un nuovo nickname

laisa azzurra 12/05/2021 - 22:39

--------------------------------------

.... *evitasse

laisa azzurra 12/05/2021 - 22:36

--------------------------------------

Signori,
Ernesto, mi sono ben guardata dall'invitare il poeta a non leggere perché evitassi commenti poco graditi. Ho consigliato il lettore che "rabbrividisce" di non spendere il proprio tempo verso tali orrori.
Mai, giuro, mai stata presuntuosa ed anzi, convengo sul principio che oggi quel che scrivo ha perso il profumo. ebbene, faccio fatica a scrivere, tant'è che nn scrivo più. E mi spiace terribilmente, ma nn ho più tempo per leggere voi...
Detto questo, rigrazio.
Buona serata Poeti

Ps: per me, OS, è un diario dei pensieri. Ebbene si, dei miei, che, altrimenti, andrebbero PERDUTI.


laisa azzurra 12/05/2021 - 22:33

--------------------------------------

Ed hai ragione ancora Loris.
Chiedo scusa a tutti i poeti di OS.

Ernesto D’Onise 12/05/2021 - 14:47

--------------------------------------

Mi perdonerà Laisa per questo intervento.
Volevo segnalare a Ernesto che “Ics Laisa...”
(perché è così che io lo leggo), poco si addice ad un Sito Letterario. Così, per la precisione.
Rinnovo le mie scuse a Laisa e la saluto. Loris

Loris Marcato 11/05/2021 - 23:38

--------------------------------------

Antonio, è sempre un piacere parlare virtualmente con te.
Vedo che hai studiato su ma-bensì.
Ci sentiremo ancora.
Sono sicuro. OS è casa tua.
Bentornato!!!

Ernesto D’Onise 11/05/2021 - 23:03

--------------------------------------

Dopo un pò di tempo ho deciso di dare un'occhiata al sito e che vado a vedere ma sopratutto a leggere: le stronzate del prof. D'onise che mi chiama impropriamente in causa facendomi passare per una persona che io nemmeno conosco. Signor D'onise non ti permettere più di nominare il mio nome, ma chi ti credi di essere per sputare illazioni di cui non conosci ragione. E se credi di essere tanto intelligente vatti a riguardare nella storia quel" ma bensi" che tu tanto critichi come madornale errore. Eh, no caro mio, anche se sono sinonimi il sig. Reggiani è stato corretto. Vatti a riguardare esimio professore le lettere del Petrarca e ti renderai conto che " ma bensi" è più che corretto. Mi scuso con Laisa per avere occupato il suo spazio ma difronte a tanta ipocrisia non ho potuto stare zitto. E ora vado a cancellarmi e rassicuro D'onise che non è più mia intenzione collaborare a questo sito almeno fino a che ci sono certi elementi.

Antonio Girardi 11/05/2021 - 22:32

--------------------------------------

X Laisa.
Gli autori che ho citato non sono più iscritti ad OS. Almeno in questo momento. Spariti entrambi.
Ma non sono felice. Desidero sottolineare che gli errori che facciamo noi di OS spesso sono più efferati di quel che leggo a commento del tuo post a Reggiani. Consigliare di non commentare se una poesia non piace è sbagliato perchè porta alla esaltazione della mediocrità. E nessuno si impegna più a crescere.
Pensare che valga solo l'aspetto emozionale di una poesia è sbagliatissimo perchè porta a trascurare la cura formale di cui la poesia ha bisogno. La poesia è forma e sostanza. Forma che si fa sostanza e sostanza che si fa forma.E se un lettore non è libero di scrivere ciò che pensa (come spesso è qui in OS), immagino ciò che sta per succedere. Per il futuro, dico. Scompariremo. Ed è un peccato continuare a scrivere per acchiappare consensi oppure per restituire il commento ricevuto. Ciò non è arte. E' baratto! Vi auguro e Ti auguro tanta fortuna nell'arte poetica; meritatissim

Ernesto D’Onise 11/05/2021 - 21:13

--------------------------------------

Il “ma bensì” del Reggiani mi ricorda Antonio Girardi, grande conoscitore di haiku e fustigatore con qualche lacuna in grammatica. Che sia il Reggiani ammantato d’Antonio? Io credo che bisognerebbe essere più indulgenti e non condannare aspramente l'uso di "ma bensì", quantomeno non prima di aver preso coscienza del fatto che si sta aspramente criticando e non commentando. Antó...e fatti più in là! Per favore!

Ernesto D’Onise 11/05/2021 - 16:04

--------------------------------------

Sig. Reggiani
Terrò a mente il suo consiglio
Grazie

laisa azzurra 10/05/2021 - 19:59

--------------------------------------

Allora era cosa buona metterla in un cassetto...per rispetto verso i lettori.

Andrea Reggiani 10/05/2021 - 19:44

--------------------------------------

Buonasera Poeti
Buonasera Sig. Reggiani. Mi creda, comprendo e condivido il suo pensiero. Non mi rispecchio in questa poesia ed, ultimamente ed evidentemente, la poesia non si rispecchia in me.
Mi chiedo, però, il motivo di tanta "efferatezza" ed il virgolettato non è casuale. Non occorre leggere qualcosa che nn piaccia, non è scritto da nessuna parte di doversi snaturare in una lettura tanto deludente, ma se lei trova soddisfazione nelle sue espressioni "poeticamente poco poetiche" , beh, nulla da ridire, se non... "se desidera, può evitare di leggermi 😉". Buona serata Sig Reggiani

laisa azzurra 10/05/2021 - 19:11

--------------------------------------

Qui, per un purista della poesia qual io sono, c'è da rabbrividire non tanto per il contenuto sul quale non mi soffermo ma bensì per la disposizione dei versi che non seguono un percorso logico e tanto meno poetico. Non si sa dove finisce il verso e incomincia il successivo. Consiglio all'autrice una maggiore visione, prima di distribuirla ai lettori,delle poesie onde evitare questi scritti dal sapore di prosa.

Andrea Reggiani 10/05/2021 - 09:08

--------------------------------------

Ti leggo con molto piacere Laisa in questa tua stupenda opera.

Salvatore Rastelli 10/05/2021 - 09:04

--------------------------------------

E' triste aggrapparsi a qualcosa che non c'è più.

Questa notte nel dormiveglia
ho fatto un sogno:
il mare mi bagnava le caviglie,
appoggiato a uno scoglio
e una stella sull’eco delle
onde mi chiamava…
Ma era solo un sogno, perché
quella stella splendeva.
(Stella marina, MastroPoeta)

Perchè, sì, un'onda ritorna... ma non è più la stessa


Mirko D. Mastro(Poeta) 10/05/2021 - 04:57

--------------------------------------

Adorata Laisa, ti voglio bene ...

Paolo Ciraolo 10/05/2021 - 00:09

--------------------------------------

Carissima Laisa è un piacere ritrovarti. Con affetto ciao

santa scardino 09/05/2021 - 22:43

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?