Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Il coraggio...
VACCINO...
Bambino...
FRONTIERA...
LA NATURA E\' ...
AURORE...
Nuovi mondi nei prob...
Giovedi...
Il vero benessere in...
Ieri, oggi...
IL BUIO NELLA STANZA...
Ventitré Giugno 1964...
Dietro la tenda...
Evaporato in una nuv...
Tormenti tragicomici...
Copèrta di foglie (u...
In palla...
Resta con me......
ULTIMO SALUTO...
Amore, in pratica...
Costiera...
QUANDO NON E' ...
Coccole primaverili...
I viaggi del sole...
Non c’è luce se l'...
Un fragile tappeto...
Le Chiavi del Destin...
Nizzarda...
La fata Nina...
Raccontami di quando...
Icaro...
Orizzonte...
Il mio primo e grand...
Modella di uno splen...
Non smetteranno mai...
Mio cuore...
Dita di bambina...
LA SECONDA OPPORTUNI...
SCRIVO PER VOI...
SEI NEL MIO SO...
Maestro...
A ritroso e in avant...
La farfalla...
Sulfinia...
Universo blu...
A MAMO MIO AMICO DI ...
Haiku 27...
Non sappiamo nuotare...
La vera conoscenza s...
Con una pennellata v...
Verso...
Il cassetto dei rico...
Lettera di un alunno...
Orizzonti...
Imitando Guccini...
il bacio della luna...
Notte infernale...
LA MARIONETTA...
IL PESCIOLINO ROSSO...
Che botta!...
Dall'homo sapiens (p...
Una nuova conoscenza...
La Vita...
Discernere...
Addio...
Vorrei...
A FAVORE DI VENTO...
Giugno 2021...
Cuoreremita...
Odore di foglie bruc...
Non scomodate DIO...
La felicità non va c...
Artigli...
ELEMENTI...
UN FOGLIO UNA ...
IL SETTE LUGLIO DEL ...
La solitudine dell'a...
Tanka 20...
Centosessantasette s...
Ricordi d’estate...
La suora di Vigevano...
Prima che arrivassi ...
Solitari addii...
Da riproporre...
Caffè e impressioni...
Una sola gioia...
Le parole son l'onda...
Richiamo dell\'Eden...
DIDATTICA RAVVICINAT...
Per mano...
Giglio di mare...
POLPETTE...
le stagioni della vi...
Poesia...
Guccini Presidente...
EMOZIONI E SOGN...
Il profumo dell'atte...
L'ultimo libro...
Un avvocato , un sov...
Chiederò mare in bur...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com



SEI LA TERRA E LA MORTE

Perdura la calma
il tempo al di là dei ricordi
rispondi parole
dell’ultimo sonno
fissi la terra
fuori un cielo di stelle
brusii della notte.
Sì, tu
il mondo nelle vene livide
ma tu baci così,
irresistibilmente;
sottili carezze
pacate, insinuanti,
lo sguardo raccolto
sorridi sfiorando la fronte
l’amore nel fresco silenzio.
Tormentoso
sul fianco dei colli
il desiderio s’inoltra
stilla un’anima sola
mutato è il colore del mondo,
sottovoce si canta.
Vivi, respiri
stupisci, tutto accogli
ne fai vita
frutto di scoglio.
Sei la terra e la morte.


Share |


Poesia scritta il 07/06/2021 - 18:34
Da GiuliaRebecca Parma
Letta n.147 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


Grazie Andrea, tra noi c'è vero feeling...
Grazie Afrodite per commento splendido

GiuliaRebecca Parma 08/06/2021 - 21:59

--------------------------------------

Terra e morte che si intersecano in una sorta di abbraccio crudo e tenero, allo stesso tempo, e sullo sfondo di una natura immersa nel suo eterno divenire.
Bravissima!

Afrodite T 08/06/2021 - 16:12

--------------------------------------

Credo possa essere un omaggio a Cesare Pavese (quanto meno richiama il titolo di una sua poesia). Sensualità tormentata dall'angoscia del vivere: verrà la morte ed avrà i tuoi occhi. Grande Giulia Rebecca

Andrea Guidi 07/06/2021 - 20:05

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?