Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Che vitaccia!...
Gentili … miraggio e...
800...
Visioni luci e ombre...
Sarò nel silenzio di...
Inquietudine...
Vimini...
Il Clown...
Non andare...
La terra e l'uomo...
Brucia la terra...
COSA CI FACCIO ...
IL SAGGIO MAESTRO...
Bello dentro...
QUELLI COME LORO...
Non solo d'anima il ...
Povera Sardegna...
I COLLI PIACENTINI...
La mia estate...
Segnali di fumo...
LA MIA STRADA...
Poeta anonimo...
Delfi...
Come bótte (Non sono...
Il Colombo...
Solo questa sera...
Un ricordo...
Chiamami con il mio ...
FIORE ALL’ OCCHIEL...
Scrivo...
Sei arrivata tu...
I NOSTRI FRATELLI P...
Alla mia cara luna...
Lo scatto immortale...
Il finale insegui...
Si è veramente giust...
HAIKU E...
Nuovi raggi di sole...
Abbiamo regalato due...
RIFLESSI...
Dissolvenza...
PENSIERI CHE VOL...
Il Girasole Rubato...
CUORE SENSIBILE...
IL TRIONFO DELLA COS...
Noi...
Monoblocco...
Esse...
Novello Icaro...
Navigare...
Il piacere nel goder...
San Lorenzo...
Notti d'Orione...
Tra le parole che no...
Ogni volta che mi ba...
La pineta dei sogni...
Camelot...
Quando papà scacciav...
ONORE E LODE...
I KRUMIRI...
Composizione n.401...
Sognare l'amore...
Lemma D'amore...
IL MONDO TI DEVE QUA...
RISCOPRIRE L' AMO...
Acqua...
L'ultimo desiderio...
Partita con la Morte...
Angela...
Festosa Luna...
Attesa di te...
Incerto...
Quel sorriso a metá...
NOI POETI IN ERBA...
Lei è a casa...
Il pianto del mare...
Lacrime amare...
In un soffio di ciel...
Calicanto...
Il matrimonio non è ...
LA MORTE LA ...
Compagne di scuola...
Ad occhi chiusi...
Leggeri i corvi si a...
Abbozzo...
Il Lupo e la Luna...
In tre minuti...
Speme...
Il luogo dell'ombra...
Le parole...
Sorrido...
BELLA SCOPERTA...
EQUILIBRIO E FO...
Donna troppo eccessi...
Antiche Magie...
Affascinati...
Utopia di un parados...
Momenti magici...
Alternative...
SCIVOLO LUDICO...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

DIDATTICA RAVVICINATA

Quando io andavo alle elementari,
con la maestra erano cavoli amari,
se quando entrava non mi mettevo eretto,
lei mi guardava con sospetto.


Apriva il registro con fare svelto,
tanto il mio cognome aveva già scelto,
di essere interrogato non potevo rifiutare,
e fino alla cattedra dovevo andare.


Domande e quesiti a ripetizione,
lei seduta ed io in piedi come un pilone,
ogni compagno seduto e attento,
guai a chi dava un suggerimento,


Così si svolgeva un'interrogazione,
che spesso durava un'intera lezione.
oggi le cose son diverse,
queste usanze si sono perse.


La chiamano didattica a distanza,
la maestra la vedi comodo dalla tua stanza,
nessuno si alza più in piedi,
e dell'insegnante solo il viso tu vedi,


lei si perde tra i tuoi compagni sullo schermo,
e tu metti in pausa se non vuoi stare fermo
è l'evoluzione che ci vuole come le belle statuine,
tutti in fila su un monitor come le figurine.


Pensando a ciò la nostalgia è aumentata,
e fa niente se ogni tanto prendevo qualche bacchettata.



Share |


Poesia scritta il 14/06/2021 - 16:23
Da Meneghino Stornello
Letta n.131 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


Credo che possiamo dire quello che si vuole sulla DAD e dei suoi vantaggi ma nulla può sostituire il rapporto umano che si istaura con la presenza in aula. Io essendo un'insegnante ho sperimentato entrambe le modalità di didattica e preferisco di gran lunga quella in presenza e sono convinta anche i bambini. Condivisa ed apprezzata

Anna Rossi 15/06/2021 - 09:30

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?