Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

HAIKU 7...
Non ti ho saputa tra...
L'unico momento prez...
Vademecum...
Risveglio...
Le stelle...
RICORDI DI PASSI...
Che asino!...
Come aria fresca di ...
Ti amo...
La fantasia...
NON E' TANTO FACILE...
Il MIO UNIVERSO...
Per un soffio di ven...
Alba a Milano...
Nuova storia...
BOCCHINO NON PORTA P...
Tutte le forme d'art...
Dobbiamo imparare da...
Amarcord del Cavalie...
Racconto poetico… di...
Specchio...
IRA...
Disagio....
Pensiero...
Pensieri che svolazz...
Il mago delle monete...
NUVOLE BIANCHE...
IL VIAGGIO DELLA...
Il mercataro intelli...
Il mio sogno...
IL SEGRETO DI NIMUE ...
L'amore cos’è?...
La Befana di Barbane...
GALAVERNA...
Ho guardato le stell...
Ospiti...
Attimi di cielo...
La natura è come una...
Sorriso e pianto...
La nostra vita è abb...
Psicologia...
I Poeti...
Riflessi di luce...
Domani...
DI QUEL VOLTO...
Celeste vs Monica: L...
LA MIA FAVOLA ...
la scelta è l'illusi...
Parole oltre...
Il pellegrino...
La dolce felicità de...
Cerulo...
Non piacersi più...
IL PASSEROTTO SMARRI...
Era il tempo dei gio...
Talvolta in flashbac...
C'è in alcuni un pre...
OROLOGIO ASSASSINO...
Il vento e il merlo...
SCORRE...
Amore tossico...
Questo inverno...
CREDERE E PERDON...
Migrante....
Lettura...
Stupefacio (fuori co...
IL SOLE DI INVERNO...
L\' albero della vit...
La tennista...
Ti penti...
Sono di nuovo qui...
Qualcosa di bello...
Ruderi...
Fantasmi, contadini,...
RE DEI DEMONI ......
Bailando...
Ombre della sera (co...
LA MENA DEL VEZZA...
Ricami di luce...
Così dopo un po' si ...
Dopo un\'alba...
PICCOLO...
È successo qualcosa...
Tra guerra e pace...
ABBRACCIAMI CON ...
Ho chiesto al silenz...
Il volo della capine...
Sospesi...
Cipria (sottotono ca...
LA PECORELLA SMARRIT...
Il sogno (concorso p...
La Stanza Vuota...
Il vestito verde...
PASSATO, PRESENTE, F...
DAL DROGHIERE...
Epifania...
I TEMPI PASSATI...
Memorie...
Essenziale...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com



Ombre della sera (concorso poesia)

L’ombra d’un corpo
di sera non può avere colore,
velato di grigio si perde tra nebbie,
accompagna il cammino
di chi si dibatte nei tormenti.


Momenti che si nascondono
nei grigi colori delle ombre
e si perdono lungo un tortuoso
e doloroso cammino,
attendono .. e lì … aspettano.



Share |


Poesia scritta il 08/01/2022 - 07:50
Da Maria Luisa Bandiera
Letta n.159 volte.
Voto:
su 7 votanti


Commenti


Ed un grazie anche a voi: Maria Angela e margherita.

Maria Luisa Bandiera 12/01/2022 - 09:15

--------------------------------------

Intensamente bella!

Margherita Pisano 09/01/2022 - 15:08

--------------------------------------

La depressione aspetta sempre, non sapendo a volte, cosa. Apprezzata e molto intensa. Un caro saluto, Maria

MARIA ANGELA CAROSIA 09/01/2022 - 13:32

--------------------------------------

Come sempre un sentito grazie a Salvatore, Anna, Giuseppe, Santa e Mirko.

Maria Luisa Bandiera 09/01/2022 - 08:08

--------------------------------------

"accompagna il cammino
di chi si dibatte nei tormenti"
è un bellissimo passaggio

Mirko D. Mastro 09/01/2022 - 06:53

--------------------------------------

Sentimenti ed emozioni tutto in un unico abbraccio poeticamente meravigliosi. Complimenti Maria Luisa, un saluto affettuoso.

santa scardino 08/01/2022 - 23:44

--------------------------------------

Se magari una forma di malinconia c’è, nascosta o velata che sia, essa proviene proprio da quella ombre "incolori" che ci avvolgono e in certi casi persino ci sconvolgono.
Ottimo lavoro. Cinque stelline!

Giuseppe Scilipoti 08/01/2022 - 13:21

--------------------------------------

Le ombre della sera però mi tengono compagnia.
Nella poetica, riconosco poi una forma di introspezione di tipo intensa. In generale, ritengo che la poesia si snoda in maniera delicata, senza graffiature e acutezze di angosce, senza malinconie scontate o retoriche di sorta.
(segue)

Giuseppe Scilipoti 08/01/2022 - 13:21

--------------------------------------

Un ombreggiare poetico che nonostante la "nerezza" di fondo ricrea comunque delle sfumature accattivanti. In questa poesia, mi riconosco, soprattutto in quest'ultimo periodo ogni qualvolta smonto dal lavoro poco dopo le 21:00, difatti rincasando a piedi, realizzo di come la Rsa per la quale lavoro è da considerarsi una dimora di sofferenza e di patimento, (tutti i pazienti sono affetti dal Covid) per non parlare di altre riflessioni passate o presenti.
(segue)

Giuseppe Scilipoti 08/01/2022 - 13:20

--------------------------------------

Bellissima..struggente

Anna Cenni 08/01/2022 - 11:28

--------------------------------------

Complimenti Maria Luisa,
Poesia molto bella ombre della sera
si svelano al mattino

Salvatore Rastelli 08/01/2022 - 08:27

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?