Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Il colibrì...
A spasso nel tempo...
Respiri...
Il sublime piacere d...
L\'uomo che conobbe ...
La collettività non ...
IL PIATTO DEL GIORNO...
L'ARIA CONDIZIONATA...
La cultura dell'amor...
La vera gentilezza c...
Il mondo a quote più...
Fobia...
Quando ognuno fa que...
La Coccinella...
Cento anni...
HAIKU 11...
Grotte...
Non ascoltiamo quell...
Finzione (Anglicismi...
PULIZIE EXTRA...
Afflato di luna...
L\'uomo che conobbe ...
Il mio sogno...
Illusioni...
L'ITALIA DEI FURBETT...
In pensiero...
L'ora del corvo...
Balconcino...
CALA LA NOTTE...
LA CHIMICA INCENDIAR...
Due universi...
Una piccola malincon...
Je...
Milos tra le braccia...
Silenzio assordante...
Scrivo di getto...
Ortensia Selvatica...
Eccomi amore......
Distratta...
Ancora sorridono i f...
PETALI...
L\'uomo che conobbe ...
Il faro...
NOTTI IN PRESTITO...
MADRE MIA DOLCISSIMA...
IL CONOSCENTE PIACIO...
LA FELICITA' VIE...
caro Mango...
ROGER...
Cieli silenziosi...
Infinita luce (conco...
Note diverse...
I SUOI OCCHI COME UN...
Destino...
Cullami o mare...
Compendio universale...
In bilico...
La mia amica Martina...
LA VIA DEL CIELO...
Tra le figlie di Net...
DOLORE...
Il dolore degli altr...
Lucente D'amore...
Donna... e...
L'egocentrica a teat...
Canto di lei...
Piccolo soldato...
L\'uomo che conobbe ...
Giaggioli...
E sei sempre lì...
QUADRO DI BOTTICELLI...
Il Timido Gheppio...
Essere se stessi..ri...
IL SOLE AL TRAMONTO...
LA TEMPESTA PERFETTA...
Cartolina...
Vestita di nero...
I misteri dell\'abba...
L'unica creatura...
Tu, Alato Amorino...
Brucia la terra...
La dolce compagnia...
Lei, ride amara dei ...
La partigiana...
Rosengarten...
Dillo un'altra volta...
Intenti d'amore...
Bianco e nero...
LA CHIMICA INCENDIAR...
Silvestre...
APRI IL CUORE...
La rosa...
Il calamaio di latte...
UN FIORE RECISO...
Eppure...
Tace il silente tigl...
PASCIUTI TARLI...
Musa in prestito (a ...
Nei righi...ti ritro...
MILKY CUCCIOLO...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

L'egocentrica a teatro.

Qui si dice, che la più bella
col sorriso ha da coltello
si avvicina per controllo
poi ti avvisa
sdolcinata
e ti mostra piano piano
il terreno un po' franoso
dove tu, nel precipizio
puoi finire.
Alla larga, dice lei
e in teatro sul proscenio
caccia tutti in
un buon modo
ma con fare sottilino
che nessun più se ne accorge.
È un disturbo non da poco
ma chi è sceso nell'abisso
prima solo, poi con altri
può veder di primo acchito
sotto sotto cosa c'è
e non vale inalberarsi
ma accettarla, quello si.


Share |


Poesia scritta il 21/06/2022 - 19:47
Da Anna Cenni
Letta n.117 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


Grazie si, cara Marina, a te non scappa mai niente!! Grazie di cuore!!!

Anna Cenni 22/06/2022 - 13:35

--------------------------------------

Grazie mille zio Frank!!

Anna Cenni 22/06/2022 - 13:33

--------------------------------------

Simpaticissima e assai ben scritta questa tua, molto musicale. Bravissima ed eclettica!!!!!
Applausi e complimenti!
Hai visto che appena tornata dal day hospital sono venuta a leggerti anche se accecata dai mille esami?
Ciao, amica cara, un abbraccione

Marina Assanti 22/06/2022 - 13:30

--------------------------------------

Si apre il sipario inizia ,l'opera del giorno dove si aleggia un fantasma portando risate ho sospiri ad un pubblico compiacente.
bellissima come sempre

Zio Frank Storie del gufo 22/06/2022 - 13:30

--------------------------------------

Grazie del tuo commento..immenso Mario, e ti ringrazio anche da parte del mare!!

Anna Cenni 22/06/2022 - 12:37

--------------------------------------

Molto originale nel tema e nella descrizione.

mario Righi 22/06/2022 - 09:15

--------------------------------------

Grazie di cuore per i vostri fantastici, divertenti commenti, Mirko e Jean!!!

Anna Cenni 22/06/2022 - 08:27

--------------------------------------

Se nel teatro si raffigura la vita or commedia ora tragedia è pur vero che dietro la quinta l'anima appar dipinta e ogni cosa par vera dal vero anche se il vestito non è sincero. I complimenti son di sostanza e nell'applaudir v'è pur maschera che con fare imperioso stiam disturbando l'attore cosï brioso. Siam tutti commedianti Re Regine e pur i poveri fanti. E allora pronti alla raffigurazione che è ora di colazione.

Jean C. G. 22/06/2022 - 07:17

--------------------------------------

Benvenuti a teatro. Dove tutto è finto ma niente è falso (Gigi Proietti)

Mirko D. Mastro 22/06/2022 - 06:33

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?