Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Caduche fiammelle ac...
SCHEGGE...
Il violino a tracoll...
Coesi e coevi (tutti...
Estate venti ventiqu...
Nel bosco...
Bungei Senryu...
L'albero della vita...
Un capolavoro...
L' anima tòrta...
I savoiardi...
Le persone si lament...
Ci sei solo tu...
Bianca...
Rime libere...
Insigne professore...
LA BELLEZZA CI ...
A fili di refe...
Alghe...
Alcuni dei miei pens...
IL DESIO...
Che macello!...
Il mio necrologio...
Gio Gio...
A Giulia...
PICCOLA CHIESETTA...
In riva al mare...
L'essere umano stolt...
Ilarità e mestizia...
Mi hai dato un bistu...
Come se...
Il di me sguardo...
Come parigine sulle ...
L'amico improvvisato...
Anime in volo...
Fin oltre la cima...
Il Tempo...
Nunc scitote de dubi...
VICINO A TE...
Rosso di neve...
L'innaffiatoio di po...
Mani rotte (tutti i ...
Chartreuse (thème)...
MADRE...
Come aria respirando...
La stanza... La visi...
La libertà dei penta...
L’arcobaleno dell’an...
Ali di cielo...
Rilievi Celesti...
Forse il Mare...
SCI...
Povera sorda...
CORPO DI DONNA...
C\'era il tempo...
Voce e diversi pensi...
La marionetta...
Fenomeni d'autore...
Il mare la spiaggia ...
Demenza senile...
Ecco al mattino...
Nella monotona e cre...
Gairo vecchia due...
Se veramente volessi...
Piscina rionale...
TORNARE A SOGNAR...
Vita mia...
Minimo...
Nell'attimo poetico ...
Se vedi un uomo clau...
Tre rondini per sem...
Trasparenze ( PaT)...
Epilogo...
Segnali nel buio...
Se il giallo-verdogn...
Mèng...
Sotto il sole...
Come una perla bianc...
Una donna...
La scatola del tempo...
Tessere...
L\' AMORE...
AMORE PROIBITO...
Prodotto interno l...
Il fisioterapista...
Nuvole grigie...
Il sacchetto di cori...
L’amore nel cielo...
Il suono della pace...
IMPRONTE...
L'intervista...
E piove così...
Nuovo...
Non aspettarmi...
Comune distonia dell...
Non chiederti MAI co...
Raperonzoli...
Ocraxus (Laconi)...
FATE SILENZIO...
MONOKU 17 SILLABE OR...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

UN CANE

Furtivo sono lî, ombra nell’ombra,
nell’inquietante silenzio della notte
quasi a voler seppellire un ricordo.
L’attrezzo ferisce soffice l’umido manto
mentre il pensiero affonda in radici di vita.
Caro amico di un tempo che fu felice
solo perché è passato, io come te oramai
ho chiuso anni che più non contano.
Già domani per noi, muti per un’intesa tacita,
non ci saranno rimpianti.
Tu povero cane deposto all’ombra
del salice a te sempre caro, troverai pace.
Ma io dovrò celare l’incompresa tristezza.
Ti rivedo cucciolo correre felice
nelle campagne assolate e rivivo
familiari crepitii che più non udrò.
Ricordo la tua attesa per una carezza.
Il disperato guaire denso di sofferenza,
il tuo ultimo sguardo di stasera
colmo di tristezza ee di affetto.
Domani diranno che eri solo un cane
ed io dovrò dimenticare con te questo lembo
di vita che si è dissolto.
Il cozzar della pala su di un sasso
nascosto nell’erba mi avverte che tutto è finito. Così, avvolta nell’ombra e nel silenzio,
la campagna ha sepolto con te anche i miei vaganti pensieri.
Una goccia di rugiada, scivolata da una foglia del salice, mi schizza sul volto confondendosi con l’umidità degli occhi, quasi a suggellare un segreto d’affetto e di rimpianti.


Share |


Poesia scritta il 13/11/2023 - 11:21
Da Adriano Martini
Letta n.1456 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?