Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

la Storia...
L’ESILIO DEL SALUTO...
l'amore...
PASSI...
Scrivi il romanzo ch...
Regali...
Un punto nel Sole...
C'è ancora tempo...
TI SENTO...
Cadute libere...
Haiku 2...
Romantica...
IL SUONO CHE ASPETTA...
Lo stegosauro...
NEL PROFONDO C' E...
Fiori di campo...
Sorella mia...
I sogni...
CONTRO LE REGOLE- Pr...
M'aggio 'a fa' ricov...
- Haiku - L'arcobale...
E CHE GRANDE SIA...
Una storia di paese...
Ieri ho sognato......
Certo che la sera qu...
visione...
Se tu sei qui...
Anime...
un equivoco?...
Ma...siamo sicuri?...
Chioggia...
FIGLIO...
La panchina dei miei...
Omologazione....
Componiti...
Marco 14:30...
RIFLESSI DI LAGO...
La felicità non può ...
IL PENDOLO...
LA DIGNITÀ SI DISTIN...
Effimera gioia...
Carlo Verdone...
Nessuno mi toglierà ...
E se per un momento ...
Preghiera a Santa Ma...
UNA SERA DI OTTOBRE...
EMOZIONI...
Canal Grande...
LO STUPIDO...
L'ORA DELL'AMORE...
FERVORE LATENTE...
Biondo Corsaro...
Cielo senza stelle...
Architetto...
E' inutile chiedere ...
Stò come una piuma a...
LA GAZZA LADRA IN CU...
La sensibilità è una...
Volerò...
lei scoprì le spalle...
La maschera di Hallo...
16 Ottobre 1943...
Di notte...
L'inciso e i lillà...
Natale a Auschwitz...
Il sole è un grande ...
Dici…...
TEMPO...
I SOGNI CHE NON HO F...
Passa il tempo...
SILENZIO...
Vuoto esistenziale...
Il “ primo amore “...
TrAsPaReNzE...
Verso la nuova luce...
Giochi tecnologici...
IL VERO AMORE CRESCE...
Lo sportello dell'in...
Voglio sentire...
BRICIOLA...
IL RUMORE DEL ...
DONNA...
I ricordi fioriscono...
Questa gioia nuova...
Chiarezza...
Intrighi...
L'eco del passato...
Scie tra questi fogl...
LA TRISTEZZA HA I TU...
Il mare in autunno...
Notturno Toscana...
Ho rinchiuso il poet...
SE L'AMORE NON E' UN...
Sovente è al crepusc...
La lampada d'oro...
Albert Einstein....
Quante ombre......
Ti amo...
Addio...
Foglie d’autunno...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Bomba d'acqua

Ieri è arrivata una specie di bomba d'acqua. La città è andata in tilt e i fulmini portavano colpi secchi di mortaio. Cani impauriti cercavano un riparo sotto le tettoie dei bar. L'afa d'agosto ha lasciato spazio ad un meraviglioso fresco quasi autunnale.


Per caso, mi sono capitate tra le mani delle vecchie fotografie, molte fotografie. D'istinto, ho avuto un gesto di repulsione, non volevo guardare. Erano foto di un altro tempo, c'erano bambini e adulti che festeggiavano chissà cosa, al mare, nei giardini pubblici, in casolari di campagna. C'erano matrimoni, cresime, grandi abbuffate. I miei genitori, cugini, amici, fratelli, sorelle...una grande famiglia.
Nelle foto ero felice, annoiato, depresso, incuriosito...a dieci anni, a dodici, a quindici, con il mio nipotino di un anno nella solita spiaggia.


Erano facce diverse, irriconoscibili, i miei molti cugini con i quali adesso non esiste nessun rapporto: perchè in quelle foto sembriamo così complici, così felici? E' mai possibile che il tempo, come uno tsunami, possa distruggere tutto senza lasciare traccia di quel ch'è stato?


Mi osservo in quelle foto e mi domando come sono cambiato e gli altri come sono cambiati. Forse tutti i fulmini del mondo hanno attraversato le nostre anime e le hanno svuotate di ogni sentimento oppure siamo sempre gli stessi ma con una forma di depressione latente che colpisce chiunque sia entrato nel nuovo millennio.


Con questo e con altri pensieri non mi sono accorto che il meraviglioso acquazzone si stava dissolvendo in un respiro della terra affaticata da tanti giorni roventi. Gli uccelli stavano iniziando a festeggiare l'evento e i cani rincuorati sentivano sul pelo un dolce e inaspettato brivido.




Share |


Racconto scritto il 06/08/2018 - 08:37
Da Vincent Corbo
Letta n.42 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?