Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

riflessioni n. 6...
UNA BELLEZZA DA SALV...
La nave va...
La poesia è il siste...
Questa bomba di vita...
Pelle d'Ocra...
Liquide distanze...
Goccia...
Le Carte...
MADRE TI TROVERO...
Tanka 11...
Lassù nel cielo...
IN BILICO COME UN EQ...
MISURA DEL TEMPO, MI...
Qui...
Oltre la vita...
EFFIMERA SEMBIANZA...
Disordine e anarchia...
Vento di profumi...
Forza Cagliari...
Io amo....
Turista nella nebbia...
fuga dalla solitudin...
Distorsione Notturna...
Lasciami andare...
Un fiore...
SAMAEL, il concepime...
Noi...
Dimmi...
Autunno....
Pensieri ,(per la fi...
Bevendo birra in tab...
ANCORATI RINGRAZIAME...
AUTUNNO...
Quante lune attraver...
20:48...
Foglie...
Oggi e ieri...
La marcia...
ADDIO...
Abbandono...
FIDATI OGNI TANTO...
Donna ti amo....
Nello specchio dell'...
METAFORE...
Tutte le volte che h...
Se adesso sei nei mi...
La danza delle fogli...
Umida è l'aria...
Con l’incertezza del...
Delle tue mani...
Oltre la gente...
Fantasia...
Tanka 10...
FRAGILE...
La stagione nuova...
Oleandro...
Il canto dell'autunn...
Il Nulla e il Tutto ...
Le bambole...
Paura...
Haiku dolce...
Con i nostri pensier...
Nuotando...
AMICI (seconda parte...
Poesia breve - Tanka...
Prima neve...
NOTTE ESTIVA...
RIMARCHEVOLE NE FU L...
Gelo...
Lo scrigno...
Desiderio...
HAIKU COMMEMORATIVO...
Il Templare di Árnes...
L'Amore è magia...
Tra queste pareti...
Pensare a te...
Terra mia...
C\\\'é vita dentro u...
Vuoto...
REPROBI ANGELUS (IV)...
Tanka 9...
Addio...
La Quarta Testa di D...
Depressione, spietat...
...è azzurra...
Sensazioni 7...
ANCORAGGIO...
Trentaduesima sonata...
Io...tu...
Tanka...
la non accettazione ...
sapete cosa e' la...
Tu sei...
Le domande di Nicol...
Volgere...
L' amore della mia v...
Grazie d'autunno...
Ogni giorno che pass...
STO SOGNANDO......

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



ANCORAGGIO

"Chi veramente ama, perde."
Disse così taluno ai tempi dei calzoni corti.
Ero a digiuno e gli risposi "Si".


Gli direbbe adesso la mia età senile:
"Si, taluno perde sull' Ora ma non sul Dopo!!! ".
Tutto ciò che si è saputo amare rimane come naturale desiderio di bellezza e poesia e verità senza ipocrisia. In generale il resto è scoria da condurre a ratti e verri .


E nessun gesto umano, nei fatti, sa strappare ciò che si è saputo amare.
A parte Dio.


Ed è ora perciò il mio retaggio tutto ciò che ho saputo amare.
L'ho salvato e conservato
ed, ora, trasformato.
E' il mio ancoraggio.
Ed è soltanto mio;
come la mente ed il pensiero e l'infinito mio.




Nota: Ho pubblicato su Racconto questo mio scritto perchè in OS, secondo me, non c'è un settore adatto ad ospitare scritture del tipo che sto cominciando ad usare. Io le chiamo poesie in prosa. Non vi sembri strano. In tal caso ditemi se sarebbe supportata l'idea di chiedere ad Adriano un poco di spazio titolato Poesia in prosa o viceversa.




Share |


Racconto scritto il 07/11/2019 - 14:33
Da Ernesto D'Onise
Letta n.223 volte.
Voto:
su 6 votanti


Commenti


Ed anche io sono in accordo con te, Santa.

Ernesto D'Onise 12/11/2019 - 08:47

--------------------------------------

Alle persone sensibili è indispensabile ciò che tu chiami ancoraggio e su questo pensiero sono in accordo con te. Caro Ernesto i nostri ricordi sono la nostra seconda pelle ed è giusto così. Bellissimo pensiero.

santa scardino 11/11/2019 - 21:17

--------------------------------------

Molto originale la forma, trovo profondo il discorso dell'amore visto sia dal tempo di pantaloni corti, sia da quello dell'età senile. Molto piaciuta! Cari saluti

mare blu 09/11/2019 - 21:59

--------------------------------------

Molti ringraziamenti dovrei fare a voi tutti. Uno per uno. Ma ci vorrebbe troppo spazio. Utilizzerò allora lo spazio mio prossimo: desidero farmi una bella chiacchierata con voi. Alla prossima!

Ernesto D'Onise 09/11/2019 - 19:20

--------------------------------------

Ciao Ernesto.
Ho trovato interessante questa tua poesia, e per me è da considerarsi tale.
È un bel dibattito, penso da qualche giorno a questo sito a come è gestito e come la sua apparente semplicità sia in realtà qualcosa che lo renda uno strumento potentissimo e di crescita per ognuno
Qui siamo davvero tutti sullo stesso piano e tutti ci sentiamo prima o dopo liberi di esprimerci rispettando quelle poche indicazione che, ridotte all'essenziale, hanno creato una comunità che si autosostiene e sta crescendo davvero tanto in qualità.
La tua proposta è interessante ma anche io trovo che una categoria in più possa far perdere in semplicità e soprattutto in fantasia.
Il finale di questa tua per me è altamente poetico ed emozionante e sempre per me, la definizione di poesia è una qualsiasi cosa con cui un uomo traduce le proprie emozioni... Per cui ben vengano gli esperimenti e se densi di emozioni, ben venga che la poesia prenda anche nuove forme.
È sempre un piacere
Un caro saluto

Mf


Michele Facchini 09/11/2019 - 00:59

--------------------------------------

Se mi è permesso, senza urtare la sensibilità di nessuno, vorrei dire che qui si leggono moltissimi scritti che, pur avendo contenuti validissimi, sono presentate come poesie ma poesie non sono, proprio per il modo discorsivo con il quale questi contenuti sono esposti.
Scusatemi ma rimango di questa idea anche se mi torturate!

Leo Pardiss 08/11/2019 - 21:45

--------------------------------------

Appoggio in pieno quanto riporto qui sotto, estrapolato dal intervento di Adriano Martini:
La poesia moderna è permissiva per cui viene considerata poesia quella che ha versi anche di più righe a condizione che non sia discorsiva.

Leo Pardiss 08/11/2019 - 21:34

--------------------------------------

Ho seguito con interesse le vostre proposte. Il problema di fondo è che il sito prevede due categorie ben distinte e cioè le poesie ed i racconti. Non esiste una categoria intermedia e quindi, quando pubblicate, il lettore vede o la poesia oppure il racconto. Se creiamo una voce “Poesia-altro” chi legge vede soltanto la poesia e aver specificato “altro” non serve a niente per cui è inutile creare un’altra voce. Credo inoltre che la poesia è ritmo e musicalità e quindi, anche se i contenuti sono poetici, non si possa considerare lo scritto una poesia. La poesia moderna è permissiva per cui viene considerata poesia quella che ha versi anche di più righe a condizione che non sia discorsiva. Credo convenga mantenere le cose come sono e demandare alla redazione il compito di stabilire se si tratta di poesia o di racconto. Nel tuo caso lo scritto era poetico ed assimilabile a poesia, come ha scritto Grazia, ma, per la lunghezza di alcune parti, era discorsiva e a mio avviso non poesia. ....

Adriano Martini 08/11/2019 - 21:06

--------------------------------------

...è uno splendido ancoraggio quello che ci lega all'amore, passato e presente...!
Io la sento Poesia...

Grazia Giuliani 08/11/2019 - 17:42

--------------------------------------

ERNESTO...Nessuno ci toglierà ciò che amiamo , solo Dio...una verità sacrosanta. Per rafforzare la tua richiesta basterebbe aggiungere una voce "Poesia- altro" per esternare la voglia di una narrazione che sa di poesia. Anch'io ho suggerito tempo fa questa soluzione che in altri siti esiste già. Ciao complimenti

mirella narducci 08/11/2019 - 15:13

--------------------------------------

Già
Chi ama non perde mai
...e nn perde neppure chi nn ama
Ma il sentimento, a differenza dell'indifferenza, arricchisce chi lo prova

laisa azzurra 08/11/2019 - 11:55

--------------------------------------

Comunque bella ed interessante, piaciuta.

giovanni benvenuto vavassori 08/11/2019 - 11:53

--------------------------------------

Concordo con Adriano, non ci può essere una via di mezzo ma la scrittura è libera e non dobbiamo ancorarci a nessun schema o prototipo. Tu Ernesto qualunque cosa scrivi lo sai fare molto bene ed i tuoi messaggi sono molto chiari. Alla fine è questa l'unica cosa importante,che conta, Ciao e complimenti.

Antonio Girardi 08/11/2019 - 11:40

--------------------------------------

"Chi veramente ama, perde. "Disse così taluno ai tempi dei calzoni corti. Ero a digiuno e gli risposi "Si". Gli direbbe adesso la mia età senile: "Si, taluno perde sull'ora ma non sul dopo!!! ". Tutto ciò che si è saputo amare rimane come naturale desiderio di bellezza e poesia e verità senza ipocrisia. In generale il resto è scoria da condurre a ratti e verri e nessun gesto umano, nei fatti, sa strappare ciò che si è saputo amare. A parte Dio. Ed è ora perciò il mio retaggio tutto ciò che ho saputo amare. L'ho salvato e conservato ed, ora, trasformato. E' il mio ancoraggio. Ed è soltanto mio; come la mente ed il pensiero e l'infinito mio."
Vedi, Ernesto, messa così, senza i versi, pare proprio un racconto e quindi le poesie sono poesie ed i racconti sono racconti. Non esiste una via di mezzo perché se è discorsiva la poesia è proprio un racconto (prosastica o colloquiale non esiste in letteratura). Cari saluti

Adriano Martini 08/11/2019 - 09:56

--------------------------------------

Magnifico testo condiviso, complimenti

Salvatore Rastelli 08/11/2019 - 08:51

--------------------------------------

Magnifico, hai fatto un backup di cose, posti e persone amate e tu hai la password per rivivere il tutto!
Ah, una cosa: Hai fatto bene a mettere quella nota in fondo, almeno se ci sarà uno spazio per la poesia prosastica o per la prosa poetica, non romperò più le scatole con le mie precisazioni in merito! Eh eheheh

Leo Pardiss 07/11/2019 - 17:15

--------------------------------------

Condivido profondamente il contenuto.Per quanto riguarda lo stile io sino per la libertà,in questo senso : ci sono poesie scritte in modo prosaico che sono altamente poetiche ed altre no.Ci sono poesie scritte con i canoni classici che non sono poetiche ed altre invece si’.Secondo me è difficile definire cosa è una poesia oppure solo un testo carino.Comunque ci proviamo a scriverle e a individuarle in quelle scritte da altri

Anna Maria Foglia 07/11/2019 - 17:07

--------------------------------------

Mi associo. E riguardo la tua idea... perchè no!?

Mirko (MastroPoeta) 07/11/2019 - 16:59

--------------------------------------

Credo di sì.
Basterebbe aggiungere, "prosastica o colloquiale", alla voce "Poesie"

A me è piaciuta. Dico piaciuta, perché è più poesia che racconto.

Un saluto


Loris Marcato 07/11/2019 - 16:09

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?