Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

'A nascita do criatu...
Di sere d'autunno...
il declino del mondo...
I colori del cielo i...
UN VIAGGIO FANTA...
La musicista...
Nella nebbia...
Haiku n°12...
Haiku 3...
carcame...
Io ti amo....
Il tradimento...
Jeanne Hebuterne...
Magnolie...
stringimi...
Sentii il candore de...
Sesso, droga e......
Distillato...
Fratel Saio...
Il perdono...
Si cerca nel fiore: ...
Quello che mi hai da...
HAIKU N. 16...
La Sacra Famiglia...
L'ora...
E così io un giorno ...
Prospettive dinanzi...
CERCANNO ‘N SOGNO ...
Ho bisogno di qualco...
Strofa 20ª...
TERRA POESIA DEI...
Non esser triste...
Sono solo coincidenz...
Coccole affettive...
Ferite / fiori...
mamma...
Haiku G...
Quel sinistro frusci...
Il viandante...
Un abbraccio è un po...
Siamo piccole matite...
sfuggente...
Gli chiesi: denudami...
Paraventi ai venti e...
SPARSI FRAMMENTI...
Geranio nero dedicat...
Sei...
Bianco e nero...
Felino...
Presepe in movimento...
Canzone d'amore....
L'alberello...
Due, ma uno....
SCRITTURA SILENZIOSA...
Notte silenziosa...
Il più grande idiota...
Bosco della poesia...
Non siamo padroni de...
ROSA...
LA FELICITA’. Uno sc...
misericordia...
Tanka 2...
Window...
Honey...
Abitudine...
SORRISO...
Obiettivo...
Malinconico stomp...
Non tradirmi...
Un attimo...
Filigrane di betulle...
La ragnatela...
HAIKU P...
Specchio...
Dimenticata...
storia...
ESSENZA...
CERTEZZA 2...
Cugini? Mai!...
LA FANTASIA...
Hai mai provato...
Tremore...
La quantità fa solo ...
IL MONDO al GELO...
A te che arriverai...
Tanka 1...
Haiku n°11...
Il distacco...
Il sopore della poes...
Volare nella tempest...
Dolce umano...
La sconfitta degli u...
Decisioni difficili ...
La donna di carta,...
Tanka 14...
QUATTRO MALATTIE di...
PERSINO DIO...
Le trame dal giacigl...
Krampus...
Domani sarà bello!...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



DI UNA COSA SOLA ALMENO LA CERTEZZA...

“La parola 'terra' non è la stessa, se è pronunciata da un ingegnere del catasto o se gridata dall'alto di un albero sulla punta di una caravella".

Il detto è talmente noto che lo conosceva già mio padre tempo fa. Lo ricordava spesso a noi di famiglia. E diceva che era un fatto educativo ricordarselo e ricordarlo agli altri.
Forse, perciò spesso mi sovviene di quella volta che mi augurò di trovarmi spesso nel posto giusto al momento giusto onde essere assolutamente certo di ciò di cui fossi stato testimone. Aggiunse che potevo esercitarmi in campagna ed essere testimone e, quindi, sicuro, dello spuntare, per esempio, delle foglie sugli alberi. Avrei così potuto dire per sempre che c'ero e che avevo visto con i miei occhi tale ripetitivo fenomeno della natura almeno una volta con certezza matematica.
Lo feci.
E lo posso fare ancora oggi se me lo chiedi.
E, se ripassi dalle mie parti ad una settimana dalla tua richiesta, potrò dirti con esattezza l'istante preciso in cui in quell’anno, è arrivata l'estate lì, al mio paese.


Non capita mai il 21 giugno!




Share |


Racconto scritto il 25/11/2019 - 20:13
Da Ernesto D'Onise
Letta n.107 volte.
Voto:
su 3 votanti


Commenti


Le certezze si annidano nella natura ed in quello che i nostri vecchi ci hanno lasciato con l'esperienza dell'amore.Bello e riflessivo scritto.

Antonio Girardi 27/11/2019 - 13:39

--------------------------------------

Una riflessione che fa poesia del ricordo di tuo padre, della capacità di insegnare e recepire ogni più piccola e significativa trasformazione della natura.

Grazia Giuliani 26/11/2019 - 17:54

--------------------------------------

Il tuo saggio/racconto ci riporta alla relazione che c'è tra natura e tempo, alla concretezza delle cose reali e che puoi trasmettere agli altri. Quando l'uomo viveva senza l'apporto della strumentazione tutta la sua vita era regolata dalle mutazioni della natura. Alla natura legata alla terra, se mi permetti io ci aggiungerei anche la volta celeste. Piacevole ed interessante lettura, ciao Ernesto!

santa scardino 26/11/2019 - 14:14

--------------------------------------

Incipit fantastico oltre il detto, e chiusa meravigliosa con quella piccola nota. Saggezza tramandata di padre in figlio

Mirko (MastroPoeta) 26/11/2019 - 09:32

--------------------------------------

Occorre un'inversione di tendenza, a cominciare dalla scuola elementare. utilizzare gli scuolabus, per esempio, caricandoci bambini e maestri .. per molte lezioni a tema in un bosco, po' in un prato.. e così via. Hai sollevato una bella questione con questo mirabile scritto

Francesco Gentile 25/11/2019 - 22:13

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?