Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

HO VISTO COSE...
CRESCE...
Nudità...
Silhouette...
ESTATE...
Tempo...
666-Trittico (Sei la...
Resto a guardarti...
L'autunno suona l'ar...
SOGNANDO L' AMORE...
MUSICANTE...
Atipico Settembre...
Vento...
Il sempre che giuram...
Haiku 3a...
Libeccio...
IL MIO MONDO (al mio...
Di Altro Colore...
L'anima...
MA CHE UOMO SEI!...
Migrazione...
Verso l’inverno...
Racconterò di te...
La luce del pensiero...
Fermo Immagine...
Il tubo. Capitolo 4...
ORME...
Nuova genesi...
La buona notte...
Le piogge settembrin...
La bambola...
L’Alba del Serafino ...
PARLANDO ALLA LU...
Percepire e fare nos...
Insetti zizziosi...
Sale...
Strani incontri...
Segui i miei pass...
Haiku B...
Il Vecchio Poeta...
La mosca...
La lacrima ritrovata...
Il voto più bello...
È autunno...
La pastorella...
Quante volte...
A Chy...
feroce......
L' IMPORTANZA DE...
Strani incontri...
La sottile carezza c...
Al tramonto della vi...
Ho dei sogni...
Pioggerellina...
Un nuovo orizzonte...
MORBIDI SENTIERI...
URGENZE...
Oro del mio paese...
Il tempo della crisa...
Il segreto della luc...
RESPIRA...
In fieri...
L’Alba del Serafino ...
Una giornata nera...
L'Aquila e i 6 Avvol...
IL CANTO DELLA CASCA...
Un fascio di luce...
Tenera è la notte...
In punta di piedi (A...
Orologio biologico...
Perché io. Capitolo ...
2020 da dimenticare...
UN SERENO TRIONFO DI...
ATTIMO...
EL POETA ES UN...
Io noi e gli altri...
Canto di fiori...
Affetti...
Figlio...
Sciame di foglie sec...
Nyx...
POTER SOGNARE...
HAIKU F...
La casa di Arianna...
L'Eleganza si manife...
Tramonta l\'Estate...
Lettera al cuore dal...
tepore d' Autunno...
Cuoricino...
A Ritroso...
Notte...
Prologhi d\'autunno...
willy...
Autunno che viene es...
Credi che mi sono pe...
Saper accettare i ca...
LUCIA...
Conto alla rovescia...
Il tuo sorriso è ent...
Albert Voss 1944...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com



Il pupazzo di neve

Quest'anno il mio pupazzo di neve ha un suo perché.
Amo l'inverno e di conseguenza la neve. Beh, sarebbe stato strano il contrario.
Vivo da solo, non ho una moglie e nemmeno dei figli, però non di rado aiuto i bambini del vicinato a creare gli snowman, tra l'altro, dicono che li so fare troppo toghi. Non sono mai "cresciuto", lo ammetto.
Ad ogni modo, lo snowman che ho davanti è piuttosto singolare: gli occhi rossi per via dei due pomodori di Pachino, il sorriso ricavato da alcune olive greche, mentre tramite una carota ne ho tratto il naso che sembra quello incurvato di una brutta stregaccia. Per il vestiario ho utilizzato una sciarpa logora trovata sul marciapiede, i bottoni mediante dei sassi neri di pietra lavica e in testa gli ho messo un cilindro vecchio stile, appartenuto a uno zio che di mestiere faceva "l'imbonitore" tra sedute spiritiche e medianità.
Gomiukko (così l'ho chiamato con un immaginario nome simil finlandese) è venuto proprio bene, oltretutto le mani le ho modellate molto realisticamente tant'è che quella destra sorregge adeguatamente una scopa.
Solo che, per invidia o chissà per quale strano motivo mi è stato detto che la mia creazione da un senso di angoscia e che ha uno sguardo cattivo e maligno. Che è per gli occhi rossi?
Jonathan, il mio vicino di casa addirittura asserisce che Gomiukko sarebbe stato più indicato per Halloween. Che stronzata!
E poi, a novembre, non c'è stata nessuna nevicata.
Il suo pupazzo di neve, invece, mi dispiace ammetterlo, gli è venuto proprio una ciofeca e quindi vale il mio detto:
--- La neve del vicino è sempre più bianca. ---
Intanto, Jonathan mi evita, anche gli altri vicini e soprattutto i bambini che stanno alla larga dal sottoscritto. Tutti dicono che Gomiukko fa paura. Forse hanno ragione.
A tal proposito, oggi ho realizzato che effettivamente il pupazzo di neve ha qualcosa di strano, per di più la sua espressione è a dir poco mefistofelica. Da diversi giorni si avvicina sempre di più alla porta d'ingresso.
Proprio adesso appare a pochi metri dall'uscio di casa mia, e, in una delle due mani, al posto della scopa, impugna un grosso coltello da cucina. Tremo e non mica per il freddo.
La paura si è trasformata in terrore e ciò che ha contribuito a farla aumentare sarebbe che oggi è Ferragosto. E Gomiukko è ancora lì, anzi, qui!



Share |


Racconto scritto il 07/12/2019 - 11:31
Da Giuseppe Scilipoti
Letta n.229 volte.
Voto:
su 3 votanti


Commenti


Bravo Giuseppe, in effetti ha dell'inquietante...!

Grazia Giuliani 10/12/2019 - 18:51

--------------------------------------

Mi è piaciuto molto questo racconto.
Un incipit in perfetto stile natalizio, che poi prende tutt'altra piega e il passaggio è da suspense.
Bravo, Giuseppe e auguri per le prossime festività!

PAOLA SALZANO 10/12/2019 - 09:19

--------------------------------------

Santa e Ernesto, grazie mille!
Non è facile scrivere qualcosa di originale o comunque di non già stato detto. Esistono, cioè nel senso sono stati realizzate altre storie o film che riguardano snowman maligni o comunque storia che hanno perno l'"insanità" di uno o più soggetti. (il testo è di tipo interpretativo)
Mi sono lasciato guidare dalla fantasia senza ispirarmi a nessun autore o regista particolare.
Vabbè, l'importante è che apprezzate la creatività generale, l'importante per me è questo.

Giuseppe Scilipoti 09/12/2019 - 15:22

--------------------------------------

Perfetto il racconto, bellissima la chiusa.

Ernesto D'Onise 08/12/2019 - 21:34

--------------------------------------

avendo esaurito le parole, mi allungo qui per salutari facendoti i meritati complimenti.

santa scardino 08/12/2019 - 21:16

--------------------------------------

Questo racconto, apparentemente semplice in effetti racchiude tutto un mondo fantastico, di cui tu sei molto esperto.
Narrare di fantasia e far filare il tutto è molto più difficile della narrazione autobiografica, dove vai sicuro su un dejà vu. Qui c'è fantasia, passione per un certo tipo di personaggi e perchè no, anche di una certa tensione di atmosfera, e qui viene fuori il Giuseppe cinematografico.Ero un po' incerta sull'interpretazione del finale, ma ora non più.

santa scardino 08/12/2019 - 21:14

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?