Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Ode alla bicicletta...
GLI OCCHI NON INVECC...
Tanka 30...
+...
Una, nessuna, centom...
Strappi dell'anima...
La Grande Statua...
SEMPLICE PENSIERO...
In cambio di un tram...
TANKA 1...
Nel Canto della Sire...
Di lei parlerà il ve...
L'orecchino é impor...
Cuori innamorati...
Finestra...
Treno, mon amour...
Per chi ama la music...
Naracauli...
oggiscrivo...
Un respiro della not...
Aironi...
Stretta a te...
La pena capitale...
Cumuli di pioggia...
Bestiario di un corp...
Nell'acerbo sorriso...
L'amica alba...
Se la miseria del mo...
L' ALBA DELLA VITA...
Fragilità...
LETTURA ELEGANZA ...
HAIKU D1...
Nebbia e setaccio...
Decisioni difficili ...
Dove le parole finis...
Amare...
Di getto...
Mai la vita appare c...
I giudizi sono sempr...
Paperino non ricorda...
Derealizzazione...
Continua ricerca...
Sanguina il cuore...
Il Filo...
Senza un altro doman...
Me muae (mia madre)...
Dio sole...
Tanka 11...
All'amica ritrovata...
SEI BELLISSIMA...
Carnevale di fantasi...
A che serve tornare?...
LA PIUMA...
Tempo (misura terza)...
Tu, sempre con me...
Tanka 2...
TEATRO DI STELLE...
Sospiri...
AMORE...
Il re del ballo...
L’insegnamento del p...
Dedicata a Giuranna ...
tu esisti...
Ode Nonsense...
AMORE LEOPARDIANO...
Utopica speranza...
Doppio sogno...
Coronavirus ... quel...
Virus...
Dica trentatré......
La pazza...
Tanka 29...
Ci baciavamo...
tempo d'aurora...
Poi pensi di conosce...
Rondini in viaggio...
Virus......
Nel chiuder quella p...
La merlettaia...
HAIKU C...
Un danzare di voci...
Suggestione di Febbr...
L'ETA' DEL CINISMO...
Notte d'inverno...
Due amori all'età de...
IL DUBBIO...
Un giorno finito...
Spiriti protettori...
DANZA DELLA PIOGGIA...
La Casertana...
Notti infauste...
Se vuoi sapere a cos...
LE TUE MANI...
La luce dell'univers...
Non fermarti...
Sei tu il mio redent...
Il fiore di Ranchipu...
Decisioni difficili ...
Credevo......
Homo Italica...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Dedicato a GRP

Il tempo libero a disposizione è tanto, forse troppo. Il problema di impiegarlo in attività costruttive diventa una necessità impellente per non cadere in catalessi sul divano, osservando con crescente irritazione trasmissioni provenienti da un apparecchio di cui non ho mai amato la presenza. Cessato l'impegno in un hospice per normale avvicendamento con altri volontari, resta la piscina a riempire poche ore settimanali per continuare a coltivare un'inestinguibile passione natatoria e mantenere una tonicità fisica che tenga lontano giunture scricchiolanti ed escrescenze adipose.
La lettura, quella sì. Ma non si può leggere continuamente per ore, la vista, data anche l'età, ne risulterebbe troppo affaticata. Allora continuare a scrivere?
Un'ottima idea. Ci sono però ostacoli non facile da superare.
La passione per la scrittura c'è sempre stata. Il desiderio di praticarla si è scontrata per anni con gravosi impegni di lavoro e improrogabili doveri famigliari, cessati i quali ho iniziato a esercitarmi ricopiando a mano articoli di giornale o capitoli di un libro per riappropiarmi della manualità perduta in troppi anni di scrittura meccanica. Quando ho iniziato a scrivere racconti è stato naturale attingere dalla propria biografia, mettendo su carta ricordi degli episodi più significativi, vissuti dall'adolescenza in poi. In seguito, gli avvenimenti del G8 di Genova che mi hanno visto partecipe.
Esauriti i fatti e gli avvenimenti di cui ero stato protagonista, si è aperto improvvisamente un vuoto che ho tentato vanamente di riempire sforzandomi di sviluppare racconti sfruttando una vena narrativa che credevo di possedere. Mi sono presto reso conto dell'impossibilità di proseguire su questa strada senza avere doti di fantasia e immaginazione sufficienti. In assenza di fatti reali su cui edificare una storia le mie capacità erano inesistenti.
Mi sono rassegnato a vivacchiare nei siti di scrittura solo come lettore, condividendo opere di autori con cui ero entrato in sintonia per comunità di vedute o per avere apprezzato scritti che destavano ammirazione e invidia per doti che non possedevo.
Succede poi che la sintonia con una autrice, nata in un sito di scrittura precedente, si è sviluppata ulteriormente trasformandosi in amicizia sempre più confidenziale, honni soit qui mal y pense, che si manifesta anche condividendo pareri e opinioni che esulano dai contenuti dei siti di scrittura. Ho avuto la fortuna di approfondire una relazione con una persona di cultura elevatissima il cui lessico di alta qualità ha concesso di addentrarmi in termini e allocuzioni verbali assenti dal mio vocabolario e capirne il significato reale.
I suoi continui inviti a dedicare maggior impegno nella scrittura, cercando nei fatti reali, desunti dalla cronaca quotidiana o dalla lettura di libri, le basi per edificare una storia sviluppandola ulteriormente per condurla in direzioni diverse dal contesto in cui era nata, hanno aperto una breccia nella mia disillusione. Ho seguito i suoi consigli e, dopo iniziali titubanze, si è aperto un mondo nuovo. Immense praterie davanti ai miei occhi dove la scrittura ha trovato le occasioni per manifestare una grande passione fino allora sopita per incapacità presunta. Maggior sorpresa nel verificare l'immaginazione ampliare i suoi limitati confini sino a osare racconti di pura fantasia, con notevole beneficio per la mia autostima.
Esistono quindi motivi molto validi mostrare riconoscenza nei confronti di una persona di eccezionale valore culturale.
Grazie Giulia Rebecca! Un abbraccio con relativo bacio sulla guancia, virtuali s'intende, anche se tali non vorrebbero essere, per avermi onorato di un'amicizia così preziosa.



Share |


Racconto scritto il 15/01/2020 - 23:00
Da Paolo Sermonti
Letta n.219 volte.
Voto:
su 6 votanti


Commenti


PAOLO Smak

mirella narducci 18/01/2020 - 15:34

--------------------------------------

@Mirella. Sicuramente la grata riconoscenza nel godere di un'amicizia così intensa si può configurare come una forma d'amore che scalda il cuore.
Non essere invidiosa, non sono pochi i cavalieri che apprezzano la tua presenza.
Grazie per lo splendido commento.

Paolo Sermonti 18/01/2020 - 14:27

--------------------------------------

PAOLO...Che bella dedica, questo è amore puro! Apprezzamenti pubblicati con tanto fervore e sinceri farebbero felice ogni donna del sito. Bravo, perdona la mia è solo invidia, trovare un paladino oggi è affar serio. Notte

mirella narducci 18/01/2020 - 00:17

--------------------------------------

@Ernesto, sentivo come un dovere rendere pubblica la gratitudine nei confronti di GR in nome dell'amicizia che ci lega.
Grazie per il tuo apprezzamento

Paolo Sermonti 17/01/2020 - 23:01

--------------------------------------

In verità mi piace veramente tanto la sincerità del tuo scritto. Il render pubblica una gratitudine e tutto il resto. Molto apprezzato.
Io mi chiamo anche Ernesto.

Ernesto D'Onise 17/01/2020 - 17:08

--------------------------------------

D'Onise, è lei splendida, io un po' meno.
Non c'è niente di appariscente in tutto questo.

Paolo Sermonti 17/01/2020 - 12:00

--------------------------------------

Giulia, è vero ho scritto tutto, ma senza un briciolo di esagerazione. Anzi mi sono colpevolmente dimenticato di scrivere che sei la persona più affascinante che conosca.

Paolo Sermonti 17/01/2020 - 11:55

--------------------------------------

Ragazzi siete splendidi. Ma ditemi una cosa: stiamo ragionando, leggendo o scrivendo sul piano dell’Essere o dell’Apparire?

Ernesto D'Onise 17/01/2020 - 11:25

--------------------------------------

la scrittura è lo spazio per la fantasia e la trasformazione creativa; tra scena e platea… solo follia. mi piace molto quando esageri e dici che sono raffinata, sono completa, perfetta, illuminata, speciale, inimitabile, il non plus ultra…
lo ammetto, sono quello che attesti, ci convivo…


ciao carissimo paolo


GiuliaRebecca Parma 16/01/2020 - 18:44

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?