Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Canzone triste...
Amaro...
Un biglietto, come u...
L'isola che non c'è...
Orme sulla sabbia...
TESTIMONIANZA DI FED...
PENSIERI...
Respirando l'aria...
Vorrei chiederti...
Shot down...
Dentini bianchi...
Sentiero interrotto...
Voglia di scrivere...
shhhh...
L'attrazione fisica ...
Vortice...
HAIKU A2...
Spiragli di luce...
Qualcosa è stato...
Sulle rive del nostr...
RIPARTENZA...
LUNA DEI FIORI 2020...
Ho dimenticato...
Bella Viola...
Chi rimane fanciullo...
Si fa giorno...
Haiku T1...
La storia delle decl...
IL TEMPO PER OG...
Ho bisogno di te...
Violetta...
Vicini vicini...lont...
I passerotti...
Caramelle...
Eco...
Un filo d'aurora...
FIORE RECISO...
UNA PERSONA STA CORR...
nulla é cambiato...
Alberi in fuga...
Riflessi di luna...
Il risveglio…di Mila...
BATTITO DI CIGLIA...
Gelsomino...
La biga marina...
È la voce del silenz...
L'Eden il mio giardi...
Il pontile...
Canto di un nuovo in...
In fondo si respira ...
Dalla dura quercia...
C\\\'erunu tempi....
Inshan Samash...
L' AMORE NEGLI OCC...
un esame lungo una v...
Un pensiero...
Il mio amico Giulian...
IL TESORO DISPERSO C...
L’Asceta...
Maria Goretti...
Il Sole Dopo L\'Oscu...
Stringimi più forte...
Trasposizione...
L’ARMONIA DELL’ESSER...
IERI, OGGI, SEMPRE...
Incisa nell'anima...
E...state...
Cammino...
SCREPOLATURE...
Non c'è niente di pi...
NATI LIBERI...
I tuoi battiti...
FINO A SERA...
Dedicata al Maestro ...
Fonti di vita...
Musica...
Celeste...
Angelo...
IN PUNTO DI MORTE...
Milano...
Covid-19 seconda fas...
Il Rasoio...
NELLE TUE MANI...
Una brutta persona...
ESTATE 2020...
La par condicio è qu...
Di carta velina...
Dolcissima e bella (...
Finalmente si RIPART...
Tàcciono...
LA BICICLETTA DEI VI...
La mia poesia...
innesto...
La fine di un viaggi...
In disparte...
Caciotte e carapaci...
Marinaio...
Io plurale...
Fuga dalla mente...
Tanka 35...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

SEI TU IL TUO DIO

Dio non ha rappresentanti in terra, ma solo uomini vestiti di bianco che amplificano la parola di Dio. Li ho seguiti fino ad ieri ed ho donato ai singoli, alla pro loco , alla protezione civile. Non più ad associazioni cattoliche. Nè bacerò mai più la mano ad un mio pari sol perché vestito di bianco. Non è degno di invocare Dio nel nome di tutti. Perché dite voi?
Ebbene, ho spulciato gli elenchi di chi ha donato in questi momenti terribili. Il nome di un cardinale? Assente! Il nome di un Vescovo? Assente. Il nome del vicario di Dio in terra? Assente!!! Il nome della Madre Chiesa? Assente!!!!



Share |


Racconto scritto il 04/04/2020 - 10:32
Da Ernesto D’Onise
Letta n.272 volte.
Voto:
su 8 votanti


Commenti


Adoro Papa Francesco, per cui mi perdonerai se mi astengo, per rispetto delle tue opinioni, dal commentare questa tua opera letterariamente validissima .Ciao Ernesto.

santa scardino 02/05/2020 - 15:36

--------------------------------------

In questo momento servono le scoperte degli scienziati ma anche la preghiera, io mi attengo alla favola di Esopo “Il leone e il colibrì”; ognuno di noi deve fare la propria parte…
Ciao Ernesto


GiuliaRebecca Parma 05/04/2020 - 18:07

--------------------------------------

L'Uomo e, ovviamente, la Donna figli di dio?
Nasciamo nello stesso modo in cui nascono i cuccioli di ogni altro animale, ecco tutto, siamo figli di una Natura della quale possiamo solo ipotizzare l'origine.
Prima gli dei erano tantissimi e si facevano le cose più brutali in loro nome, poi il loro numero è diminuito fino al numero 1...un unico dio, diverso e diversamente abile, un unico per il quale ognuno a suo modo ha fatto e continua a fare cose brutali.
Crearne molti o uno solo ha sempre portato tragedie al genere umano.
"Se sbaglio mi corigerete!"

Leo Pardiss 05/04/2020 - 17:40

--------------------------------------

Sacerdoti...scusa

Margherita Pisano 05/04/2020 - 16:38

--------------------------------------

Ciao Ernesto... ho letto e voglio esprimere il mio parere tutto personale. Ho sempre creduto che la religione intesa come chiesa non può essere Dio. Essenza che sta solo dentro di noi o in tutte le cose vive dell'universo, il suo esserci con la fede che ognuno di noi può sentire, non viene dalla dottrina che ci hanno fatto respirare fin da piccoli. Ma è consapevolezza profonda che nasce nel cuore e nell'anima...E ora in questo tempo così diverso ognuno di noi fa i conti con una realtà esterna che non conforta se dentro non abbiamo quella risorsa che non ha niente a che vedere con i sardetoti, vescovi o quant'altro, strumentalizzatori di una verità che ha altre radici e che ognuno di noi può trovare solo nel profondo intimo. Grazie!

Margherita Pisano 05/04/2020 - 16:36

--------------------------------------

Io penso che chiesa e dio (li scrivo volutamente in minuscolo, avendo avuto sempre una certa repulsione per ipocrite manifestazioni di riverenza) siano concetti che vanno tenuti distinti, a mio sommesso parere.
La chiesa si regge chiaramente su povertà, ignoranza e, forse peggio ancora, sull'incapacità dell'uomo di comprendere di essere solo, senza guida e senza una "provvidenza". E' dura, insomma, prendere atto di essere un granello di sabbia che cerca di non dissolversi nella tempesta.
Diversamente, dio è un prodotto della nostra coscienza: ci ricorda semplicemente di esistere per un attimo.
Modestamente, il coronavirus è solo un'esemplificazione dell'assenza di un disegno o di una provvidenza. Voglio pensarla come già aveva detto qualcuno: esiste Auschwitz, quindi non può esistere dio!

Giuseppe Centamore 05/04/2020 - 15:34

--------------------------------------

Dio è figlio nostro, nato con noi quando nostra madre ci partorì ed Egli sta cercando da tanto di farci capire di abitare dentro di noi, nello spazio più degno che abbiamo per ospitarlo.
Il Papa questo non dice. Se lo facesse rimarrebbe senza lavoro, il suo miserabile lavoro che esisterà fin quando esisterà la povertà, la miseria, l'infelicità di cui la Chiesa ha bisogno di per esistere. E ditemi che non è così... Un abbraccio.

Ernesto D’Onise 05/04/2020 - 15:14

--------------------------------------

Per coloro che si trovassero a passare ancora da qui, vorrei sforzarmi di chiarire la espressione usata nel titolo.
Ebbene, mi sono accorto di non essere più Figlio di Dio. Il coronavirus mi ha convinto di essere il Padre di Dio che è dentro di me. Per cui le chiacchiere del papa rimangono chiacchiere in un momento in cui ci vogliono i soldi, la moneta, i piccioli... per comprare le attrezzature onde guarire. Il Dio che sta dentro di me ( e dentro di voi....guardate bene) non ordina di fare chiacchiere ma di aprire la borsa e dare...quello che si può....ma dare), non dice pregatemi ma aiutatevi l'uno con l'altro che io vi aiuterò.
Anna Maria ho letto ciò che mi hai suggerito.
Ti dico che non sono indignato. Sono deluso da chi, come il Papa, vuole ancora farmi credere d'essere il rappresentante di mio Padre in terra. Ma non le vede le chiese deserte? E lui solo a pregare per noi, solo come un cane...specchio della Chiesa futura che non SALVA più nessuno. Molti uomini stanno capendo che

Ernesto D’Onise 05/04/2020 - 15:07

--------------------------------------

Ernesto,capisco la tua indignazione:in questa tragedia mondiale si pretende giustamente coerenza,specie da chi predica amore,fratellanza,di donare ai più poveri....Mi ha altrettanto colpito un articolo che ho letto su di un giornale on line;il giornale si chiama BUSINESS INSIDER Italia,il titolo MOLTE PAROLE E NON ALTRETTANTI FATTI...,la giornalista autrice Marianna Tognini.Se ti va dagli uno sguardo.
Un saluto

Anna Maria Foglia 05/04/2020 - 08:31

--------------------------------------

Lodi colui che mette la penna al punto
giuso..complimenti Ernesto.

Salvatore Rastelli 05/04/2020 - 08:25

--------------------------------------

Ti ho letto ieri e ho pensato...
Ho pensato... e stamane ti ho riletto.
Solo grazie. Mi hai ispirato. Ora scrivo. Qualcosa che vi consegnerò nei giorni a venire. Un caro saluto

Mirko D. Mastro(Poeta) 05/04/2020 - 08:06

--------------------------------------

Poeta Ernesto oggi è la Domenica delle Palme, e non potendo recarci in chiesa quel ramoscello sara' per me solo un simbolo di partecipazione e di Cristianità.
Come il bacio dell'anello del Papa che sta a significare comunione con la chiesa....a parte questa premessa credo anche io che dovrebbero oltre la preghiera dare anche un aiuto economico se non lo hanno già fatto
Buona Domenica delle Palme

Graziella Silvestri 05/04/2020 - 02:04

--------------------------------------

Poeta Ernesto oggi è la Domenica delle Palme, è non potendo recarci in chiesa quel ramoscello sara' per me solo un simbolo di partecipazione e di Cristianità.
Come il bacio dell'anello del Papa che sta a significare comunione con la chiesa....a parte questa premessa credo anche io che dovrebbero oltre la preghiera dare anche un aiuto economico se non lo hanno già fatto
Buona Domenica delle Palme

Graziella Silvestri 05/04/2020 - 02:02

--------------------------------------

Credo che non si possa astenersi da queste riflessioni, sarebbe ipocrita... facciamo in modo, almeno in questo periodo, di essere sinceri con se stessi...
Apprezzato
Ciao Ernesto

Grazia Giuliani 04/04/2020 - 18:48

--------------------------------------

@Ernesto D'Onise
So che il tuo non è un consiglio e nel mio commento ho solamente voluto dire che non si deve e non si sarebbe mai dovuto baciare le mani a chicchesia, sin dai tempi del politeismo ed oltre!
Lungi da me, per chi leggerà e "crede", la volontà di innescare polemiche, magari solo un confronto, sterile anche quello perché tanto nessuno cambia il credere in non credere e viceversa.
Buone cose!

Leo Pardiss 04/04/2020 - 16:08

--------------------------------------

Caro Leo, ho parlato di me a proposito del baciare le mani. Non volevo consigliare niente a nessuno.
Io non credo sia più opportuno. E come me coloro che hanno lasciato alle intemperie il crocifisso ligneo del Papa a rovinarsi dopo la invocazione solitaria a Dio.
E solo è rimasto. Il Papa ed il Crocifisso.
Il virus era altrove a fare il suo mestiere. Forse morirà ma per altra via...
Un saluto rispettoso.

Ernesto D’Onise 04/04/2020 - 15:12

--------------------------------------

Domani l’apparato ecclesiastico ci chiederà di porre un ramoscello d’ulivo all’uscio delle nostre case. Non fatelo: indicherà il ramoscello abbia il potere di allontanare il virus. É falso!!!

Ernesto D’Onise 04/04/2020 - 15:00

--------------------------------------

Da quel giorno nel quale i porporati ed il di bianco vestito hanno deciso di risparmiare anche sulla carta igienica, non è più igienico baciar loro la nuda mano: potrebbe trasferir qualcosa il gesto ancorché l’odore. Il coronavirus di certo muterà le abitudini. A quelli però che già sono sull’arca di Noè .

Ernesto D’Onise 04/04/2020 - 14:41

--------------------------------------

Ma guarda un po'...ma guarda un po'!
Da quel dì che non si sarebbero più dovute baciare mani ecclesiastiche!

Leo Pardiss 04/04/2020 - 14:10

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?