Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

ricordare...
L'amore e l'amicizia...
Ho un sogno da realu...
l'antica porta...
L’Amore che vorrei...
Infinito...
Dirti ciao...
Capitano, dove sei?....
Gioca a scacchi cont...
Luci d'Estate...
..e tirarlo a forza...
L’orticello del conv...
Cicala...
Che roba !...
Poesia è una pagina ...
Eclissi di luna...
Tempesta...
QUANDO ARRIVERÀ IL M...
Eppur m'è caro...
Riflessioni in bilic...
Lidia...
Per i bambini è faci...
La voce del vento...
PER FAVORE,POETI...
Da questa battima...
Notti d'agosto...
Starseed...
Ormai come ogni nott...
La vecchierella...
Il paese fantasma...
La guerra tra animi...
Soffice balzo...
La mia vita...
Sul tetto del mondo...
La Quercia...
Ti tengo nel cuore...
Non esiste vita che ...
Donna...
L'ultimo esame...
Ti porterò con me...
Ho comprato una lett...
Lira di Dio...
La dama...
Mattino...
Visioni d'Estate 201...
I miei castelli......
mi piace stare qui...
Inadatto...
RICORDI...
Una Corsa Speciale...
Lo scorrere dell\'ac...
Dove sei?...
L'addio...
Chiudi gli occhi, fi...
Haiku Nel cielo...
Una amicizia special...
L ' ultima Thule...
Al rincasar degli sb...
Gli anni vanno via e...
POETARE...
In riva al mare...
NON FRIGNARE PIÙ...
Ho bisogno di te...
IL QUINTO ANNIVERSAR...
Nello spazio senza g...
Io e l’estate....
Giovani...
Come rugiada...
Senso di colpa...
quando il tutto sara...
Tu mi colori la vita...
HO CONOSCIUTO L'AMOR...
L'inverno nel cuore...
L'AMORE...
Sul Meeting di Rimin...
NAVIGO DENTRO UNA ...
A RISCHIO DI COTTURA...
Fiordifragola...
L’Abete...
Uno scorcio di io(C)...
Ho cercato di amarti...
Non andar via...
Le esistenze non son...
L' AMORE SUL WE...
Un ombrellone...
Amore virtuale...
NUMMERI di Enio 2...
Sullo scoglio...
Er chiodo fisso...
Zacchete !...
Vivimi...
UN FIORE NEL CIELO...
AGOSTO...
Il Volo...
Punti di vista...
21 aprile...
I tuoi momenti...
Bugie allo specchio....
I figli piccoli sner...
In un giardino...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



Corruzione nel creato.

D'un tratto mi ritrovai
nella natura più rigogliosa
ascoltando suoni
assaporando sapori
in questo magnifico creato.


Fu lì che lo vidi
appoggiato sopra un ramo
un magnifico pettirosso
che si lasciava pettinare dal vento.


M'avvicinai cautamente
gli parlai piano
per non spaventarlo
gli dissi:
oh magnifico pettirosso
canta come un usignolo.


Impossibile, mi disse,
io sono un animale
non sono un essere umano
io non muto la mia natura
voi, invece, nascete uomini
e morite qualcos'altro.


Col capo chino
m'avviai verso casa
una domanda mi martellava:
ma se il buon Dio ci ha fatti così
chi siam noi per mutar
la nostra natura?


Capì allor
d'abitare in un mondo
intriso di menzogna
corruzione e perversione
forse aveva ragione il pettirosso
si nasce uomini
e si muore qualcos'altro.



Share |


Poesia scritta il 21/04/2018 - 14:12
Da Emanuele Cilenti
Letta n.137 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


Ha ragione. Anche se non dovremmo usare la nostra natura come scusa per sovvertire la creazione di Dio.

Emanuele Cilenti 21/04/2018 - 17:49

--------------------------------------

EMANUELE...Il pensiero del pettirosso è più profondo...Io vedo in superfice, l'uomo è sempre uomo... diventerà polvere, la morte è quella livella che non fa distinzione e eguaglia ogni uomo alla fine.

mirella narducci 21/04/2018 - 16:46

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?