Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Poesia delle acque c...
Costruire castelli i...
Poesia: Una sardina...
Incontrarti......
ULTIMO CANTO DEL CIG...
UN CUORE STESO AL SO...
Choc...
Per dirvi grazie...
È difficile...
Se sarai con me...
18 Giugno 1947...
LIBERO ARBITRIO.....
i biondi grappoli...
Pensieri d'autunno...
Giugno....
vernice...
Haiku g...
Primo amore...
IL VIAGGIO...
beatlesmania the wor...
Quando la morte verr...
Il motore del mondo...
POESIA ULTIMA...
Giura...
Cogli...
Ovunque ci sei tu...
Sensazione dell'acqu...
Un grande uomo...
Eterea...
Torpiloquio d'ali bi...
Qualche volta...
e la barca......
VORREI TORNARE IN RI...
MENO MALE...
Solo fino alla pross...
COME UN GIRASOLE...
La donna del dipinto...
Silenzio...
Tessitura...
TRISTI PRESAGI...
Siamo sassi lanciati...
Pietre...
LETTERA APERTA A GR...
Temporale estivo...
Mi vesto di te......
Rame invecchiato...
Al mio mare...
Chi vive nella pace ...
INQUIETUDINE...
Essere superficiali ...
La solidarietà femmi...
Cosa ci rende forti?...
SCRUTATORE...
Ascolta la voce dell...
Il sogno e la voce...
Essere gentili col p...
Rovescio...
Istantanee...
Abbracciami...
ARCHI DI PASQUA DI S...
A mia figlia...
L'apparenza inganna...
Goccia di mare...
Zombie...
Per cercare di capir...
HOMO LUDENS...
Nel DNA della pioggi...
La giostra...
Emozioni...
Le donne non sono ba...
Il dono del tempo....
Ancora tra te e me...
EUROPA...
Buttati......
Che voglia......
COME CI CAMBIA L'ATT...
Per caso, il tuo sor...
MIO CARO AMICO CHECC...
Il tuo veloce volo...
AMORE IMPOSSIBILE...
Sogni di gloria...
Come si cambia...
Follia dantesca...
Scrivo poesie per sa...
Placida...
Girandola d'acqua...
Luci sul mare...
un abbraccio che sa ...
Al Volo.......
Dal mare...
È tutto lì. Con chi...
Parliamo di pace...
Il gelo del verno...
IL PRIMO BAGNO...
Gaia...
Marea...
Io e la luna...
Al Mare...
FUGGIAMO O RESTIAMO?...
Con prudenza...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

L'uomo e il mare

L ,uomo e il mare



Nato in quella terra ove il profumo
del sal vince sulla primavera ,
avea più acqua che sangue .
Il volto segnato ,solcato da fatica e sudore
lacrime ,amore!
Ma le potenti mani ne facean uomo onesto
probo che nessun mal in lui si leva .
Quanti tramonti con occhi bassi
alla luce della Sera !
Le acque docili all piè giungevano .
allor come colui che si compiace
Di cotanta lena ,le contomplava
Con malinconico amore .
Al far del Vespro si placava
Il rubicondo splendore .
Il.mar come culla ,dondolava
gli ultimi ricordi del di' morente .
Eri li Benedetto di nome e in petto !
Ah quanti sospiri commisti
alla salsedine
Cola' avevi il secondo parto
dolce come il primo dal grembo materno
nato .
A te gli onori della costa
che piange, si lamenta
da piaggia a monte
Mute giornate dalla tua voce
assente ,
Corre il ricordo ,si rifuggia
al tempo migliore ove il rammarico non s 'accora.
All estremo respiro la mente mai s'allena
giacche speriamo sempre di sentir la nova brezza .
Qui che si ferma l.'umana
spe ,risorge il cuore
libero , inviolato ed eterno. .
Nel giorno del dolor
che seguir morte e pianto ,
non.sia il ricordo amaro .
Ove nascono. I primi raggi
che per pigrizia
portano. le creste delle onde
sul lido. ,
li segui col pensier
ed il sorriso ,
che non son morte
le idee lo spirito gli amori ,
ma solo questa carne
che in terra mi resta .



CORRADO CIOCI
A RICORDO DI BENEDETTO CERASOLI



Share |


Poesia scritta il 19/09/2018 - 23:06
Da corrado cioci
Letta n.183 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?