Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Pomeriggio...
Implacabile divenire...
Poesia in “Codice Be...
Una lacrima sul viso...
Serenata d'inverno...
Non c'è...
Vento...
Ode a Cuore di Burro...
Attendo la notte...
Cose così...
Gloria...
COMPLEANNO...
Un gatto in cielo...
LUCERTOLE...
La ragazza che diven...
AMORE MIO...
DOVE NASCE L’ALBA...
L'inconscio, follia,...
Chi è il malvagio?...
Haiku...
La notte dell'uomo...
Senryu nr. 4...
omaggio a san Paolo ...
La carne è fragile...
Verde...
Legami...
Incipit d\'amore...
Haiku'...
IL NOSTRO PARA...
Vita...
L'impulso...
FILASTROCCA IMPROVVI...
MI PIACI...
Nonna sorridi...
L’intero...
PER QUESTO AMORE AMA...
La venditrice d'amor...
Un angelo possiede u...
Le stagioni...
Più avari siamo di m...
SUSSULTI D'AMORE...
Canzone popolare...
Ma che cavolo !...
e non mi sento più s...
Così...
RICORDO UN BAMBINO...
il merlo canterino...
Bellissimo sarà vede...
PARVENZE...
Nel raggio di un sol...
GIALLO...
Una persona che ama ...
haiku - nonostante...
LA SECONDA GIOVINEZZ...
Giugno 2015...
Il gioco a scacchi...
NEL BOSCO...
E' qui la festa?...
PIUMA NEL VENTO...
tempesta...
Solitudine...
IL DUCA ED ISABELLA...
respiro...
sentinella...
L'urlo del silenzio...
BORGO ANTICO...
Il leone e il topo d...
Haiku P...
Si vive per morire...
La notte...
Il castello...
Crepuscolo di giardi...
Due nuvole...
Partire...
Pescatore...
La ritmica del cuore...
Haiku- cip cip.........
È così...
Tutto ha l'anima ,se...
Ciò che è antico non...
Suoni dimenticati...
ANGELO MIO...
Vaneggiare...
Un pò mia madre...
Pace in terra...
Poesia in “Codice Al...
Leziosa beatitudine...
NEI TUOI OCCHI...
Lettera ad un figlio...
SONO COSÌ...
L’intensità Di Un Ab...
Al confine dell'anim...
Prostituta d\\\'alto...
Vivere...
TAPPETO DI FOGLIE...
Ispirazione...
Incompiuto...
Novembre...
Un giorno......
Elogio alla depressi...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

La scoperta

Si m’hai lassato che ce posso fare,
me magnerò un poco de sapone
pe fa le bolle e pe nun parlare
de la stranezza della situazione.
Che poi, a ben vedere, c’hai ragione,
riuscivo solo a fatte annoiare,
parlavo tanto dell’ammirazione
c’avea de te, pe fatte tanto amare !
Nun ho preteso gnente de speciale,
amavo tanto con te dialogare,
du o tre battute in tono amicale
sol per cercare di impressionare.
Eri granne, eri magistrale,
nun me pensavo che, forse pe natura,
nun afferrassi er senso assai banale
d’una battuta, antica addirittura.
E là sbajai de novo a giudicatte.
Credetti solo che mi riprendessi,
invece le soluzioni tue più adatte
furono che de te me dimenticassi.
Sei tanto intelligente, o donna mia.
Pe questa soluzione sono grato,
dimenticatte nun è una follia.
Er tuo nome…già lo ho obliato.
Questo vor di che in tutta vita mia
d’intelligenza mai mi fiderò,
a meno ch’essa nun sia
la mia… e donne proprio nun le capirò!


Share |


Poesia scritta il 08/11/2018 - 09:31
Da Nino Curatola
Letta n.34 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti


Molto bella.

Antonio Girardi 08/11/2018 - 15:26

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?