Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Cresco...
Il Dubbio...
Questa notte...
Nonostante tutto...
Sono figlio di una p...
Nuovo infinito...
AI MIEI FIGLI... ...
Terra di nessuno...
Ancora oggi siamo....
ERN-RUBR2...
La Magia d'un tempo...
Diamanti...
L'OMBRA DEL PASSATO...
Il messaggio di Pasq...
la lunga strada per ...
A piedi nudi...
Storia di una badant...
A MIO PADRE...
Dedica...
Il bambino prodigio...
Siamo diversi per l...
Via del Sito...
L’identità...
L'inferno è sulla te...
I giovani e la crisi...
MILLE FORME...
HAIKU V...
Di quel sentire come...
Destino DiVino...
Il riflesso...
IL MONDO MUORE...
Se volessi dar credi...
Strofinaccio...
ERN-RUBR...
La quercia caduta d...
TORTA SOFFICE PALPIT...
Certi giorni d'inver...
Smile...
Fragranza di te...
Hai trovato una vecc...
Seta e profumi...
come......
Libertà...
Vivaddio...
Il vecchio porto...
Si fa giorno...
Tanka 24...
Semplici....
Estraniamento...
Stelle...
DAMMI IL TEMPO MADRE...
SOGNANDO L' AMORE...
IL NATALE...
Così ti guardo…...
Quello scatto che fe...
L' analista...
ANNI RUGGENTI...
Le note del cuore...
Dedicato a GRP...
orme...
I miei Sogni...
FIORE APPASSITO...
Sul margine del mare...
Maestri...
LA MIA STAGIONE...
Emozioni...
IN ATTESA DEL MUSICI...
Oltrepassa la mia so...
Sensi...
le due foto di papà...
SOGNANDO CON LA MAMM...
Sarebbe bello......
Appresso alla notte...
Poi la luna...
Acrostico - Impronte...
L'evoluzione della v...
Donna...
Monti Sibillini...
Furore...
Antiquariato...
DESTINO SENZA FACCIA...
L' ABITUDINE...
Dove io finalmente a...
Bambù...
... così ti guardo...
La poesia e' un seme...
La poesia che ha la ...
Sua Maestà...
tempo effimero...
Gusci...
Quel tuo profumo...
meteo (previsioni)...
Decisioni difficili ...
Assisi...
Altri gabbiani...
Vivere...
Come spiragli...
haiku 39...
Lascia mi andare...
Acqua...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Dialogo di un gabbiano e del Pino marittimo su cui si è posato

"Il silenzio del vento lo hai mai ascoltato?"
Un sibilo rispose piano.
Pungente l'odore nell'aria.
Meriggiava di verde sereno il prato
Tra i vialetti di bianca ghiaia
e questo domandava,
dall'alto di quel ramo,
ove pensiero e ali avea posato
il grigio Gabbiano.
" Vorrei tanto aver le tue radici
Come han le querce, i pini e le fiorite tamerici.
Il silenzio rispose a lungo per loro.
Poi un leggero fermento,
un accordo in coro.
Qualche foglia vibrante e forte
sotto l'alito di quel delicato vento.
"Io capisco bene i tuoi pensieri
dal limpido vigore di quel che non dici".


"E credetemi voi tutti.
Voi siete i più felici,
Muti e senza occhi.
Fermi.
Siete il mondo di noi sciocchi
che siam schiavi delle ali.
Come ammiro il vostro Stare
mentre io debbo usare il vento
aprire l’ali e veleggiare,
mantenermi in movimento.
A te nulla te ne cale,
La tua forza è madornale
La tua forza è il non parlare.
Far vibrare, sol nel caso,
qualche foglia o le tue frange.


A Te nulla far star male
e nemmeno te ne tange"


Così parlava il Gabbiano al marittimo Pino.
Quel dì in cui per lui fu sera prima del mattino.
"Nei limiti delle tue radici
Voi potete esser rigogliosi fieri e spesso anche felici.
Mentre io,
libero ed errante.
Sono schiavo
d’esser
ovunque
un latitante."


mf



Share |


Poesia scritta il 08/08/2019 - 08:19
Da Michele Facchini
Letta n.229 volte.
Voto:
su 3 votanti


Commenti


Io ammiro i gabbiani la loro liberta' che amo... liberi di volare nella vita o in poesia, l' importante è essere
felici

Graziella Silvestri 10/08/2019 - 13:20

--------------------------------------

Ho adorato ogni verso...

Daniela Candita 08/08/2019 - 21:34

--------------------------------------

...affascinante e ancor di più

Così è la vita...
Si pensa, spesso, a quella supposta felicità altrui, dimenticandosi che si, si è
Felici ...
Chi può dire cosa? La felicità è una predisposizione dell'anima, una scelta contagiosa, un "si!"
Pino o gabbiano, si sceglie...
grazie Michele


laisa azzurra 08/08/2019 - 10:37

--------------------------------------

Interessante domanda Lisa.
Non credo si possa cambiare così radicalmente la propria natura.
Io nasco con le ali ma ammiro molto chi sa mettere le radici.

In ogni caso la cosa migliore che si possa fare è prendere ogni giorno un granello di consapevolezza in più di sé.
Come in questo dialogo da cui escono entrambi più consapevoli che i limiti possono essere anche un grande aiuto verso la felicità.
Io fatico a pormi limiti, ma capisco quale grande fonte possano essere quando
"farà sera prima del mattino" quando gli anni passeranno e arriverà la stanchezza.

Grazie.
a presto.

mf


Michele Facchini 08/08/2019 - 10:19

--------------------------------------

Buongiorno!
Tu,gabbiano o pino in questo capitolo della vita?

Lisa Lisa 08/08/2019 - 09:12

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?