Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Storia di una badant...
Il suono dei mostri...
Sorriso di stelle...
Sentirti...
Stagno...
Il pettirosso...
Chi salva...
Da Epigrammi Notturn...
Come hai potuto (ded...
Haiku n° 12...
UNA SERA...
Lo spettacolo più be...
Minimalismo siamese....
SEMBRA IERI...
Piccole Ali...
Che possa toccare un...
FINE DI UN AMO...
Non umana...
Portami via...
Notevole...
Dedicata a Grazia Gi...
I miei labirinti...
Metamorfosi...
La ragazza delle mil...
E' quando aspetti un...
Farfalla....
ANCORA ACCANTO A ME...
Sonno...
Storia di una badant...
La collezionista...
Si dice...
Stanca serata...
Nuvole e Gabbiani...
Andiamo avanti così...
Igor Michail...
Dell’inviolabilità d...
Canto del dove i sen...
Dammi...
In tempo di guerra...
Trilussa...
INCANTAMENTI...
IL BACIO...
Scorrono i giorni...
L'ARIA DEL MATTINO...
Haiku 66...
Cresco...
Il Dubbio...
Questa notte...
Nonostante tutto...
Sono figlio di una p...
Nuovo infinito...
AI MIEI FIGLI... ...
Terra di nessuno...
Ancora oggi siamo....
La Magia d'un tempo...
Diamanti...
L'OMBRA DEL PASSATO...
Il messaggio di Pasq...
la lunga strada per ...
A piedi nudi...
Storia di una badant...
A MIO PADRE...
Dedica...
Il bambino prodigio...
Siamo diversi per l...
Via del Sito...
L’identità...
L'inferno è sulla te...
I giovani e la crisi...
MILLE FORME...
HAIKU V...
Di quel sentire come...
Destino DiVino...
Il riflesso...
IL MONDO MUORE...
Se volessi dar credi...
Strofinaccio...
La quercia caduta d...
TORTA SOFFICE PALPIT...
Certi giorni d'inver...
Smile...
Fragranza di te...
Hai trovato una vecc...
Seta e profumi...
come......
Libertà...
Vivaddio...
Il vecchio porto...
Si fa giorno...
Tanka 24...
Semplici....
Estraniamento...
Stelle...
DAMMI IL TEMPO MADRE...
SOGNANDO L' AMORE...
IL NATALE...
Così ti guardo…...
Quello scatto che fe...
L' analista...
ANNI RUGGENTI...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



In quei giorni di festa

Un'onda impazzita di anime
era la strada
in quei giorni di festa.


Un fiume in piena
di falsi sorrisi
tra colori di vetrine bugiarde.


Una folla chiassosa
e inconsapevole
avida di apparire felice.


Nel gorgo feroce
teneva un uomo per mano
un bambino indifeso.


Duro il suo volto
sembrava scolpito
da un profondo dolore.


Nella piazza addobbata
di alberi e stelle
si fermò all'improvviso.


Prese in braccio il suo bimbo
portandolo al petto
e forte lo strinse.


Una flebile luce
adesso vibrava
in quegli occhi sconfitti.


Forse stille di lacrime
nel silenzio assordante
di quei giorni di festa



Share |


Poesia scritta il 09/01/2020 - 18:07
Da Dario Menicucci
Letta n.216 volte.
Voto:
su 5 votanti


Commenti


Poesia dolorosa e vera. Molto bella

Alessandro Vieri 12/01/2020 - 19:35

--------------------------------------

Commovente, mi è piaciuta molto

Achille Procuranti 10/01/2020 - 17:52

--------------------------------------

Il dolore non fa distinzioni, alcuni festeggiano e altri si stringono al cuore il loro dolore, poesia molto apprezzata.

Maria Luisa Bandiera 10/01/2020 - 07:50

--------------------------------------

Molto toccante e vera, complimenti

claudia bricchi 09/01/2020 - 19:49

--------------------------------------

Poesia ben strutturata ma per me molto dolorosa. Nei giorni di festa dovrebbe esserci l’atmosfera più festaiola possibile. Ma spesso così non è. Ciao Dario

Ernesto D'Onise 09/01/2020 - 18:49

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?