Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Distanza...
Ero......
Mentre rileggi...
ALLA MIA CLASSE 4B....
Haiku 56...
Lentissima è la risa...
SOLO LA POESIA...
La strada perduta...
Ma, in fondo, cos'è ...
Collins, chi era cos...
sarà il mio soltanto...
Come in una spirale...
io rinasco...
RICORDI DI MAM...
L'abbraccio...
La sponda irraggiung...
Mi persi in te...
La laguna...
2 Giugno, ancora...
Il ballo in maschera...
Tutto in quarantena,...
Occhi, vi vedo...
IL QUADERNO DI CORA ...
HO VISTO FARFALLE VO...
DI ME......
la luce...
Dialogo con la fanta...
I confini più nascos...
Haiku...
Fortezza...
Io e Borel, una scim...
La libertà è un bene...
Il sottotenente Caud...
ricominciare...
Se si fosse voltato ...
GLI INQUILINI DEL CA...
Senza tempo...
Un virus nell'aria...
Sabbia...
Il mio canto d'amore...
- Inoltrarsi...
haiku 55...
LE PARETI DELL'ANIMA...
Sogno di dipingere.....
Nei sogni della nott...
APPUNTI...
Speranza......
Su un braccio di cor...
IL CANAVESE...
Oggi non scriverò...
Volevo dirti...
fredde sensazioni...
Fare del male è una ...
Imploro...
Anime...
Visita al castello...
Come ad Agosto...
Oceano...
L'ECLISSI...
La poesia più bella...
Regalami un cerchio ...
Luna di giorno...
Campo di grano...
PAESE...
Tanka 36...
Adeline Carabiniere...
Oltre il limite...
Questo amore...
Il distacco in un ri...
Ho sempre avuto paur...
Il silenzio...
SOS...
Sentieri inversi...
Nessuno lo sa...
Solo un filo...
IL PRETE...
MATRIGNA...
La Notte....
HAIKU C2...
Miserere...
Decisioni difficili ...
Esperienza di vita e...
Quando più occhi non...
LE OMBRE DELLE ...
Segmenti sahariani...
Tanka 5...
Zum-zum...
SOGNANDO A OCCHI APE...
Noi (Tanka)...
E poi...
Distacco...
Il Fonte Pliniano (S...
Speriamo in estate...
Ispirazione...
Colori e musica...
Autunno...
Mare a Caorle...
Uniti...
Mistero...
L'Ordinazione...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

Appennino

Ti appoggi maestoso su fertili piani,
regali ai miei occhi paesaggi lontani
Che l'opre dell'uomo che vi dimora
in ocra e smeraldo divide e colora.


Ti sfiora lo sguardo, carezza le creste
vestite d'un manto d'antiche foreste,
Al ciel che t'osserva t'appressimi incerto
Ti elevi, ti neghi, più lieve, più erto.


Leggero il pensiero si solleva sui monti,
attonito scopre su incerti orizzonti
sinuosi profili di labbra cobalto
ma ancora non pago s'invola più in alto.


E come un gigante immobile è stanco
riposi silente disteso s'un fianco,
la schiena si bagna su acque profonde,
cullato ad oriente da morbide onde.



E l'occhio si sfama di valli fiorite
di colli ammantati da selve infinite
di rapide acque su lame d'argento
d'azzurri orizzonti da cui Soffia il vento


Che gonfia le candide lenzuola stese
In un verde cortile d'un caro paese.



Share |


Poesia scritta il 15/02/2020 - 18:55
Da Nicola Bassi
Letta n.119 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


Grazie infinite Salvatore e Maria Luisa!

Nicola Bassi 17/02/2020 - 18:39

--------------------------------------

Emozionanti emozioni, complimenti!

Maria Luisa Bandiera 17/02/2020 - 15:01

--------------------------------------

Con la tua descrizione come una rondine
ho sorvolato l'appennino, stupendo.
ancora complimeni Nicola..

Salvatore Rastelli 17/02/2020 - 14:51

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?