Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Come la neve...
Come eravamo...
TUTTO CAMBIA......
Milano sospesa...
Stanotte t'ho sognat...
Fierezza...
Parla con lui...
SENRYU 2...
Una questione di pro...
Profumi......
Notturno...
POPOLO BERGAMASCO...
Sole d'aprile...
De Passione Domini...
Il profumo dell'amor...
A un uomo che non vo...
Negazioni...
Fai bei sogni...
Innocente Panico...
Non ero un ladro...
RIFUGIO...
Brindo alla vita...
I pulcini... pirotti...
IL FUNAMBOLO...
Eravamo felici e non...
Haiku F1...
Terresti? Puah!...
SEI TU IL TUO DIO...
Nonostante il mio do...
Leggère tra le rive ...
LUCE SU UN VICOLO CI...
Varia umanità...
Puntate precedenti...
Dietro il davanzale...
I tuoi occhi...
STANOTTE...
MANDALA...
Decisioni difficili ...
3 righe. È una st...
ANGELO E DEMONE...
Come droga...
Quattro miliardi di ...
Sono aerei...
Tanka 2...
Cambierò nome alla f...
Genitore professione...
NON POSSO...
Emozioni...
INCONTROVERTIBILE...
Oh mare...
Italia credici...
Nel segreto incanto...
haiku 45...
Ho con me il silenzi...
sole primiverio...
A te amore mio...
Alberi...
Il Robin Hood delle ...
Le fatine, erbe dei ...
Quarantena...
Non vedo...
APRILE(acrostico)...
Il Tu poetico...
Ostaggi di un virus...
Ella vien ver me...
Primo aprile...
Pinocchi....
ESSERE ALLA RICERCA...
TRASCURATA PRIMAVERA...
haiku...
Street Art...
Irraggiungibile mare...
L' AMORE IN UNA B...
Caduche fiammelle ac...
La via della speranz...
Haiku 70...
PANTA REI...
Verranno gli anni po...
La Pavane...
Creatura mia...
Tornerà la Vita......
Giocano i bambini su...
Mi accontento...
Sono un Albero...
Le stagioni umane...
SOSTENZA E APPARENZA...
UN'ETÀ PER TUTTO...
Italia nera...
.Gabbiani....
UOMINI RICCHI...
Similerso...
Stracchino e cetriol...
Solo un sogno...
Ognuno...
Scrittura di gennaio...
il mio spazio...
Di miei Alberi,framm...
L'albicocco e la not...
Il governatore della...
LO SFOGO DI UN ARTIG...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



Vicinanze

Ci sono vicinanze
_più vicini dei due occhi tra di loro
sono i prati con le dimore
e gli abitati con il cuore
e i cuori con i monti_
che trapassano distanze.


Le cime gemelle del Rosa
i dioscuri Castore e Polluce
sono dentro -ognuna-
nell'orbita di una nube, dispersa
all'ora dei tramonti
e -ognuna- nell'occhio della rosa
sul viso degli amanti,


quelli legati a filo d'acciaio,
quelli che _nonostante
una sorte avversa_
si amano da distante


più vicini dei due occhi fra di loro;


la sclera, bianca come il ghiacciaio
densa come il pianoro


come l'anima, tersa.



Share |


Poesia scritta il 19/03/2020 - 17:02
Da Carla Vercelli
Letta n.84 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Stupendi...

Margherita Pisano 19/03/2020 - 21:04

--------------------------------------

Il sentire più profondo dove non esiste nessuna distanza...i tuoi sptupendi versi contengono il seme dell'amore!

Margherita Pisano 19/03/2020 - 21:04

--------------------------------------

Pensieri che avvicinano il paesaggio esterno con quello interno.
Cito i versi più belli e più vicini a me:
"quelli legati a filo d'acciaio,
quelli che, nonostante una sorte avversa,
si amano da distante.

Leo Pardiss 19/03/2020 - 18:56

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?