Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Il coraggio...
VACCINO...
Bambino...
FRONTIERA...
LA NATURA E\' ...
AURORE...
Nuovi mondi nei prob...
Giovedi...
Il vero benessere in...
Ieri, oggi...
IL BUIO NELLA STANZA...
Ventitré Giugno 1964...
Dietro la tenda...
Evaporato in una nuv...
Tormenti tragicomici...
Copèrta di foglie (u...
In palla...
Resta con me......
ULTIMO SALUTO...
Amore, in pratica...
Costiera...
QUANDO NON E' ...
Coccole primaverili...
I viaggi del sole...
Non c’è luce se l'...
Un fragile tappeto...
Le Chiavi del Destin...
Nizzarda...
La fata Nina...
Raccontami di quando...
Icaro...
Orizzonte...
Il mio primo e grand...
Modella di uno splen...
Non smetteranno mai...
Mio cuore...
Dita di bambina...
LA SECONDA OPPORTUNI...
SCRIVO PER VOI...
SEI NEL MIO SO...
Maestro...
A ritroso e in avant...
La farfalla...
Sulfinia...
Universo blu...
A MAMO MIO AMICO DI ...
Haiku 27...
Non sappiamo nuotare...
La vera conoscenza s...
Con una pennellata v...
Verso...
Il cassetto dei rico...
Lettera di un alunno...
Orizzonti...
Imitando Guccini...
il bacio della luna...
Notte infernale...
LA MARIONETTA...
IL PESCIOLINO ROSSO...
Che botta!...
Dall'homo sapiens (p...
Una nuova conoscenza...
La Vita...
Discernere...
Addio...
Vorrei...
A FAVORE DI VENTO...
Giugno 2021...
Cuoreremita...
Odore di foglie bruc...
Non scomodate DIO...
La felicità non va c...
Artigli...
ELEMENTI...
UN FOGLIO UNA ...
IL SETTE LUGLIO DEL ...
La solitudine dell'a...
Tanka 20...
Centosessantasette s...
Ricordi d’estate...
La suora di Vigevano...
Prima che arrivassi ...
Solitari addii...
Da riproporre...
Caffè e impressioni...
Una sola gioia...
Le parole son l'onda...
Richiamo dell\'Eden...
DIDATTICA RAVVICINAT...
Per mano...
Giglio di mare...
POLPETTE...
le stagioni della vi...
Poesia...
Guccini Presidente...
EMOZIONI E SOGN...
Il profumo dell'atte...
L'ultimo libro...
Un avvocato , un sov...
Chiederò mare in bur...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

La rinuncia

Non è vivere l'immobilità,
ed è un lento morire
star fermi li,
come bambole rotte.
Con un filo di respiro
così che nessuno senta,
nessuno veda..
E la nostra assenza sia più invisibile
del nulla.
Non è vivere restare immoti
spettatori,
col tempo che ci sfugge tra le dita
e niente di noi resta
a dichiarare la nostra esistenza.
Questa paura di vivere,
questo terrore, come un feroce male
ci rende inutili.
Mentre fuori il mondo ci aspetta
e getta ponti ai nostri piedi.
Basterebbe un passo,per iniziare,
un solo coraggioso passo
verso la vita.


Share |


Poesia scritta il 08/06/2021 - 21:57
Da Marina Lolli
Letta n.50 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Vero ,spettatori a volte ,a stare fermi perdendo la capacità di rapportarsi escludendo la realtà.
Ci rifugiano nei sogni?
Questa poesia può farci veramente riflettere. Bei versi.

Graziella Silvestri 11/06/2021 - 00:37

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?