Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

firenze santa maria ...
uomo...
Chi voglia sfamare l...
L'AVVOCATO DEL GOVER...
Un uomo...
EBBREZZA...
Forme...
L’autore del tomo- S...
Camouflage...
LA BOMBA DELL'IGNORA...
COZZA...
Andi grori...
Farfallina colorata...
HAIKU C2...
Konnichiwa...
Emozioni...
Granuli...
INCONFONDIBILI...
Parlami ancora...
AMORE PRIGIONIERO...
Il Plagio...
Senza la pace univer...
Il ladro di felicità...
L' INCONTRO...
Solamente attese...
Il tappeto volante...
La Porta Secondaria...
Senza ali...
Haiku n°14...
La poesia ha radici ...
Risvegli...
La fattucchiera...
Abbiamo imposto uno ...
I CANI E GLI ESSERI ...
OGGI SPOSI (juniores...
A26 da Novi Ligure...
Dalle cime alla foce...
Sterpaglie...
I due Dobermann...
LORO...
La mia terra...
ASCOLTA...
Guardo...
21:47...
SOLITUDINE LIBERTA...
Una canzone...
In tema di razzismo:...
Fiore...
Bologna, 2 Agosto 19...
ALLA STAZIONE...
Cammina con le scarp...
I dubbi del poeta...
Piccola lezione di s...
Straniero...
L\'uomo con la valig...
SI TRASFORMA...
Come navi sospese...
Viviana forse...
Amata mia Signora...
Per Lei...che è mort...
NONNA PIA IN CARROZZ...
L’autore del tomo- S...
Verde azzurro mare...
I colori di quel 2 A...
Milonga...
Bologna...
Vorrei esser vento...
Cercando cercando...
LA SUOCERA...
LA RAGAZZA NELLA PIO...
In dissolvenza...
Prendi esempio dalla...
Agosto...
FRAMMENTI DI UN...
Tristezze...
Leggiadra melanconia...
SAI......
Lucciola...
Nina...
Alla roggia...
E25 verso Novi Ligur...
Le barche gialle...
Il ritorno...
Luci sul mare...
Il gioco - parte sec...
fine giugno...
Una vita senza amare...
IL DONO...
Ricambio generaziona...
Ogni Mente a Suo Mod...
Vibranti emozioni...
Rinchiusa...
I giardini di Majore...
Una folata d'oblio...
Foglia unica...
UNCINETTO...
28 luglio...
Non temo la morte pe...
Chimera...
Preserva... emh, pre...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com



L’autore del tomo (prefazione)

Ego sum Dominus Deus tuus: erit enim alius Deus praeter me



Conversazioni


Adesso so. Quest’unica, singola volta proverò a dissuadervi dall’origliare il mormorio sommesso del mio conversare solo, a fiume sul Poe. E non negherò la nera ombra del mio interlocutore.
Non udirete uno straziato gracchiare, non un graduale miagolio. Né un soffio. Ma lo sguardo di quella presenza.
Un suono roco e stridente mi condusse dalla camera da letto fino al terrazzo tra il granturco.
Le brattee che ondeggiavano al vento sul fianco della collina parevano terrificanti braccia di orangotango furiosi. Si percepiva l’odore della polvere della trebbiatura. Restai lì, inspiegabilmente succube ai capricci della scrittura. Il pensiero si fermò sulla grammatura del caffè nella tazza, e a quella che volessi dare al nuovo romanzo… e lo sguardo solo qualche attimo sul verme che voleva guadagnare terreno sul foglio a discapito della matita. L’unico a rimanere impassibile era il tavolino in vetro con base a forma di cavalli in ottone.
Quei pochi attimi bastarono. Stavo conversando inconsapevole con l’ombra mostruosamente grande di una falena al calore della fiamma del camino. Sul foglio ora si poteva vedere uno scarabeo che nella concitazione io stesso avevo tentato di schizzare.
La notte si decise. Non miagolò né gracchiò, ma con un soffio di voce si prese più di qualcosa <Non ti sarà possibile trovare il tempo materiale per fare tutte le cose che ti richiedono quelli con cui vivi e al tempo stesso per il mestiere dello scrittore>, due maniche arrotolate mostravano l’avambraccio tatuato… due mani facevano cigolare i braccioli della sedia, dando voce all’angolo davanti alla finestra.
Con una fitta neanche tanto lancinante il cuore mi si spostò da sinistra a destra.
<Quando non ti basterà più sapere scrivere, e aspettare che un editore accetti il tuo manoscritto non porterà ad altro che alla delusione dell’insuccesso… quando chi ti è caro ti abbraccerà, il battito del suo cuore non riempirà il tuo lato vuoto> una voce caduta, perché a volte gli uomini cadono. Spezzata, come le ali di qualche angelo.
<Un’altra cosa… dì a M. che le rondini continuano a volare anche quando la notte nasconde tutto sotto un lenzuolo scuro. E i volteggi hanno la forma di quello che ti manca>.
Il buio ora avvolgeva quasi solo la collina che pareva un gigantesco pinguino albino e cieco…



-a M.P., con affetto




Calce sulle dita, 2018 Le tessitrici della vita




Share |


Racconto scritto il 25/07/2020 - 18:38
Da Mirko D. Mastro(Poeta)
Letta n.127 volte.
Voto:
su 4 votanti


Commenti


Grazie di cuore a tutte voi autrici

Mirko D. Mastro(Poeta) 28/07/2020 - 10:57

--------------------------------------

Bravo, come sempre, come tu sai fare, un particolare racconto, molto gradito.

Maria Luisa Bandiera 28/07/2020 - 07:52

--------------------------------------

-uguagliare...

Margherita Pisano 26/07/2020 - 20:49

--------------------------------------

Ottima prefazione con un significato profondo che condivido. La scrittura è un stare con noi stessi a tu per tu con la nostra anima, ma resta il fatto che niente può ugagluare l'amore per le persone care...a prescindere!
Le rondini continuano a volare... mi hai commosso Mirko. Grazie per averlo scritto mi fa pensare a quel volo.

Margherita Pisano 26/07/2020 - 20:47

--------------------------------------

A volte è difficile conciliare tutti ciò che ci interessa, ma la passione con cui scrivi è senz'altro pari all'affetto che dai a chi ti è vicino.

Teresa Peluso 26/07/2020 - 20:39

--------------------------------------

MIRKO...Lo scrittore da la sensazione che rinunci alla vita affettiva ma non è cosi, quella che si prende è una pausa che lo estranea e un pò l'allontana ma nel suo intimo ha tanto amore per tutti. Bravo

mirella narducci 26/07/2020 - 12:51

--------------------------------------

Una scrittura poetica la tua che esprime chiaramente come la realizzazione della propria vocazione poetica sia importante al pari forse delle relazioni affettive.Tema importante proposto,bravo!

Anna Maria Foglia 25/07/2020 - 20:40

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?