RACCONTI

     
 

In questa sezione potete consultare tutti i racconti pubblicati nell'ultimo mese in ordine cronologico dall'ultimo in poi. In ogni caso se preferite è possibile visualizzare la lista dei racconti anche secondo scelte diverse, come per ordine di mese, per argomento , per autore o per gradimento.

Buona lettura

 
     



Lista Generale

     
 

Corridoio per la sbronza

In un piccolo paese del Parco Regionale delle Orobie Bergamasche, dove scorre il Brembo, c’è un sindaco tanto amato dalla popolazione, ma meno nell’ambito familiare. Il paesello mostra i segni della sua età, che risale alla notte dei tempi. Alcune strade sono sistemate alla bell’è meglio, molte altre sono strette e tortuose, coperte nella stagione secca da uno spesso tappeto di polvere, e simili a un fiume di fango sotto la pioggia, dissestate ai bordi, solcate al mezzo da carreggiate enormi… I veicoli a ruote non possono praticarle. Traffico, carreggio e scambi merci e riforniture avvengono sulla strada Provinciale o in una apposita area.
Mettendo la parentesi al paese, veniamo al sindaco che, in realtà, è una donna bionda e delicata, vedova (purtroppo) da quando il marito velista s’è perso nel Pacifico cinque anni fa e che il Tribunale ha dichiarato la morte presunta di lui. È corteggiata da un ingegnere comunale; l’attrazione fisica divampa tra loro. Nonostante i loro stili di... (continua)

Gianmarco Dosselli 07/04/2013 - 22:05
commenti 0 - Numero letture:738

Voto:
su 1 votanti


Tragica storia d'amore

La veglia di Capodanno è sempre stata una notte “magica” e “sprecona”: una festa a metà tra la discoteca e un party in casa. Rare quelle feste organizzate e volute da giovani: tra queste c’è quella che si svolge alla palestra dell’Oratorio di Poncarale, paese della Bassa bresciana che si estende ai piedi di una zona collinare. Per ogni persona, l’accogliere il nuovo anno è l’attesa della festa, il complesso gioco di tradizioni e convenzioni, l’augurio di aprire il proprio sguardo a orizzonti di belle novità, il ritrovarsi tra parenti e amici con buon’armonia.
Il rito si consuma di solito uguale: ovunque, i ragazzi decidono di organizzare da sé il veglione, accordando le numerose idee con i pochi soldi disponibili. C’è un bel gruppo di settanta ragazzi al veglione e, per l’occasione, la palestra è un’incredibile identità cancellata: le attrezzature ginniche sono coperte da teloni da enormi decalcomanie, e il perimetro del luogo è stato trasformato in impianti stereofonici con luci p... (continua)

Gianmarco Dosselli 04/04/2013 - 10:28
commenti 1 - Numero letture:588

Voto:
su 0 votanti


Percorsi errati

“Non esistono divisioni, gli adolescenti sono più liberi” (F. Morace, sociologo)


L’orologio a pendolo scandisce gli otto colpi quando Nico, libri sottomano e salutata la madre, s’appresta raggiungere la fermata del bus che lo porterà a lezione in un Istituto Tecnico Industriale.
A Nico la “cosa della vita” gli pare alquanto umoristica, ma si sente una specie di “cenerentolo” dell’epoca post industriale; non è, infatti, all’altezza dei coetanei della sua compagnia. La sua famiglia non vive di un grande benessere e non ha soldi sufficienti per comprargli un cellulare di marca e i vestiti indispensabili per un look presentabile. E, così, si “muove” nei suoi abiti comuni, vergognandosi non poco, tra amici o compagni di studio che calzano con disinvoltura scarpe Timberland, o stivaletti camperos, calze a rombi di Burlington; indossano pure anche jeans Armani o Coveri, cintura El Charro, maglioncini Ralph Laurent e giubbotto imbottito Moncler. Il tutto, effettivam... (continua)


Gianmarco Dosselli 01/04/2013 - 15:21
commenti 0 - Numero letture:713

Voto:
su 0 votanti


L'umiliazione

Il ragioniere Foccoli, da diciannove anni in pensione, era solito camminare quotidianamente quando la luce eterea del pomeriggio lasciava il posto a un crepuscolo rosa; il sole cominciava a stendere pennellate di colore nel cielo blu. Arrivò fino a un enorme pezzo legnoso vetusto, portato dalla corrente marina, e si sedette a gustare la sfera d’oro che affondava nel mare all’orizzonte. Era la sua veduta preferita che dava senso di pace e sollievo.
Aggirò l’ultima altura di sabbia e vide la moglie camminare lungo il bordo dell’acqua, con le scarpe in una mano e la gonna sollevata sulle ginocchia. Si fermò per un istante a guardarla in questo scenario di pace: sembrava che facesse parte dello sfondo originale, vivo, tanto vi si inseriva facilmente. Camminò sulla sabbia verso di lei, che azionava continuamente un campanello nell’altra mano, fra le grida dei gabbiani, mentre il vento gli carezzava il viso inaridito. Lei camminava nella direzione opposta e non l’aveva udito arrivare; s... (continua)

Gianmarco Dosselli 27/03/2013 - 18:04
commenti 0 - Numero letture:749

Voto:
su 0 votanti


Destino indecente

Il tempo pomeridiano domenicale si presentava bello dopo un rapido acquazzone del mezzogiorno abbattutosi sulle Prealpi. In un paese lacustre, nello stesso campo, ma solo come partenza e arrivo, si svolgevano due gare: trial e motocross. Il trial era la prima gara. Una folla, composta gran parte di giovani amatori, era posta ai lati perimetrali del percorso.
Stefano era uno dei trentasei iscritti tra piloti concorrenti. La gara si svolgeva su percorsi segnati, contraddistinti da ostacoli spettacolari per difficoltà come i profondi guadi, massi e tronchi d’alberi, impervie mulattiere. Il tempo non necessitava; nella gara ne usciva vittorioso chi superava le difficoltà senza mettere i piedi a terra per aiutarsi.
Stefano si trovò a percorrere un tracciato piuttosto tecnico, impegnativo, non tutti di facile accesso. Uno del quale rappresentava una ripida salita con serpeggiamento fra gli alberi e nel quale risultava facile perdere di aderenza e riscivolare all’indietro. L’altro ... (continua)

Gianmarco Dosselli 26/03/2013 - 14:14
commenti 0 - Numero letture:782

Voto:
su 0 votanti



[ Pag.1 ][ Pag.2 ][ Pag.3 ][ Pag.4 ][ Pag.5 ][ Pag.6 ][ Pag.7 ][ Pag.8 ][ Pag.9 ][ Pag.10 ][ Pag.11 ][ Pag.12 ][ Pag.13 ][ Pag.14 ][ Pag.15 ][ Pag.16 ][ Pag.17 ][ Pag.18 ][ Pag.19 ][ Pag.20 ][ Pag.21 ][ Pag.22 ][ Pag.23 ][ Pag.24 ][ Pag.25 ][ Pag.26 ][ Pag.27 ][ Pag.28 ][ Pag.29 ][ Pag.30 ][ Pag.31 ][ Pag.32 ][ Pag.33 ][ Pag.34 ][ Pag.35 ][ Pag.36 ][ Pag.37 ][ Pag.38 ][ Pag.39 ][ Pag.40 ][ Pag.41 ][ Pag.42 ][ Pag.43 ][ Pag.44 ][ Pag.45 ][ Pag.46 ][ Pag.47 ][ Pag.48 ][ Pag.49 ][ Pag.50 ][ Pag.51 ][ Pag.52 ][ Pag.53 ][ Pag.54 ][ Pag.55 ][ Pag.56 ][ Pag.57 ][ Pag.58 ][ Pag.59 ][ Pag.60 ][ Pag.61 ][ Pag.62 ][ Pag.63 ][ Pag.64 ][ Pag.65 ][ Pag.66 ][ Pag.67 ][ Pag.68 ][ Pag.69 ][ Pag.70 ][ Pag.71 ][ Pag.72 ][ Pag.73 ][ Pag.74 ][ Pag.75 ][ Pag.76 ][ Pag.77 ][ Pag.78 ][ Pag.79 ][ Pag.80 ][ Pag.81 ][ Pag.82 ][ Pag.83 ][ Pag.84 ][ Pag.85 ][ Pag.86 ][ Pag.87 ][ Pag.88 ][ Pag.89 ][ Pag.90 ][ Pag.91 ][ Pag.92 ][ Pag.93 ][ Pag.94 ][ Pag.95 ][ Pag.96 ][ Pag.97 ][ Pag.98 ][ Pag.99 ][ Pag.100 ][ Pag.101 ][ Pag.102 ][ Pag.103 ][ Pag.104 ][ Pag.105 ][ Pag.106 ][ Pag.107 ][ Pag.108 ][ Pag.109 ][ Pag.110 ][ Pag.111 ][ Pag.112 ][ Pag.113 ][ Pag.114 ][ Pag.115 ][ Pag.116 ][ Pag.117 ][ Pag.118 ][ Pag.119 ][ Pag.120 ][ Pag.121 ][ Pag.122 ][ Pag.123 ][ Pag.124 ][ Pag.125 ][ Pag.126 ][ Pag.127 ][ Pag.128 ][ Pag.129 ][ Pag.130 ][ Pag.131 ][ Pag.132 ][ Pag.133 ][ Pag.134 ][ Pag.135 ][ Pag.136 ][ Pag.137 ][ Pag.138 ][ Pag.139 ][ Pag.140 ][ Pag.141 ][ Pag.142 ][ Pag.143 ][ Pag.144 ][ Pag.145 ][ Pag.146 ][ Pag.147 ][ Pag.148 ][ Pag.149 ][ Pag.150 ][ Pag.151 ][ Pag.152 ][ Pag.153 ][ Pag.154 ][ Pag.155 ][ Pag.156 ][ Pag.157 ][ Pag.158 ][ Pag.159 ][ Pag.160 ][ Pag.161 ][ Pag.162 ][ Pag.163 ][ Pag.164 ][ Pag.165 ][ Pag.166 ][ Pag.167 ][ Pag.168 ][ Pag.169 ][ Pag.170 ][ Pag.171 ][ Pag.172 ][ Pag.173 ][ Pag.174 ][ Pag.175 ][ Pag.176 ][ Pag.177 ][ Pag.178 ][ Pag.179 ][ Pag.180 ][ Pag.181 ][ Pag.182 ][ Pag.183 ][ Pag.184 ][ Pag.185 ][ Pag.186 ][ Pag.187 ][ Pag.188 ][ Pag.189 ][ Pag.190 ][ Pag.191 ][ Pag.192 ][ Pag.193 ][ Pag.194 ][ Pag.195 ][ Pag.196 ][ Pag.197 ][ Pag.198 ][ Pag.199 ][ Pag.200 ][ Pag.201 ][ Pag.202 ][ Pag.203 ][ Pag.204 ][ Pag.205 ][ Pag.206 ][ Pag.207 ][ Pag.208 ][ Pag.209 ][ Pag.210 ][ Pag.211 ][ Pag.212 ][ Pag.213 ][ Pag.214 ][ Pag.215 ][ Pag.216 ][ Pag.217 ][ Pag.218 ][ Pag.219 ][ Pag.220 ][ Pag.221 ][ Pag.222 ][ Pag.223 ][ Pag.224 ][ Pag.225 ][ Pag.226 ][ Pag.227 ][ Pag.228 ][ Pag.229 ][ Pag.230 ][ Pag.231 ][ Pag.232 ][ Pag.233 ][ Pag.234 ][ Pag.235 ][ Pag.236 ][ Pag.237 ][ Pag.238 ][ Pag.239 ][ Pag.240 ][ Pag.241 ][ Pag.242 ][ Pag.243 ][ Pag.244 ][ Pag.245 ][ Pag.246 ][ Pag.247 ][ Pag.248 ][ Pag.249 ][ Pag.250 ][ Pag.251 ][ Pag.252 ][ Pag.253 ][ Pag.254 ][ Pag.255 ][ Pag.256 ][ Pag.257 ][ Pag.258 ][ Pag.259 ][ Pag.260 ][ Pag.261 ][ Pag.262 ][ Pag.263 ][ Pag.264 ][ Pag.265 ][ Pag.266 ][ Pag.267 ][ Pag.268 ][ Pag.269 ][ Pag.270 ][ Pag.271 ][ Pag.272 ][ Pag.273 ][ Pag.274 ][ Pag.275 ][ Pag.276 ][ Pag.277 ][ Pag.278 ][ Pag.279 ][ Pag.280 ][ Pag.281 ][ Pag.282 ][ Pag.283 ][ Pag.284 ][ Pag.285 ][ Pag.286 ][ Pag.287 ][ Pag.288 ][ Pag.289 ][ Pag.290 ][ Pag.291 ][ Pag.292 ][ Pag.293 ][ Pag.294 ][ Pag.295 ][ Pag.296 ][ Pag.297 ][ Pag.298 ][ Pag.299 ][ Pag.300 ][ Pag.301 ][ Pag.302 ][ Pag.303 ][ Pag.304 ][ Pag.305 ][ Pag.306 ][ Pag.307 ][ Pag.308 ][ Pag.309 ][ Pag.310 ][ Pag.311 ][ Pag.312 ][ Pag.313 ][ Pag.314 ][ Pag.315 ][ Pag.316 ][ Pag.317 ][ Pag.318 ][ Pag.319 ][ Pag.320 ][ Pag.321 ][ Pag.322 ][ Pag.323 ][ Pag.324 ][ Pag.325 ][ Pag.326 ][ Pag.327 ][ Pag.328 ][ Pag.329 ][ Pag.330 ][ Pag.331 ][ Pag.332 ][ Pag.333 ][ Pag.334 ][ Pag.335 ][ Pag.336 ][ Pag.337 ][ Pag.338 ][ Pag.339 ][ Pag.340 ][ Pag.341 ][ Pag.342 ][ Pag.343 ][ Pag.344 ][ Pag.345 ][ Pag.346 ][ Pag.347 ][ Pag.348 ][ Pag.349 ][ Pag.350 ][ Pag.351 ][ Pag.352 ][ Pag.353 ][ Pag.354 ][ Pag.355 ][ Pag.356 ][ Pag.357 ][ Pag.358 ][ Pag.359 ][ Pag.360 ][ Pag.361 ][ Pag.362 ][ Pag.363 ][ Pag.364 ][ Pag.365 ][ Pag.366 ][ Pag.367 ][ Pag.368 ][ Pag.369 ][ Pag.370 ][ Pag.371 ][ Pag.372 ][ Pag.373 ][ Pag.374 ][ Pag.375 ][ Pag.376 ][ Pag.377 ][ Pag.378 ][ Pag.379 ][ Pag.380 ][ Pag.381 ][ Pag.382 ][ Pag.383 ][ Pag.384 ][ Pag.385 ][ Pag.386 ][ Pag.387 ][ Pag.388 ][ Pag.389 ][ Pag.390 ][ Pag.391 ][ Pag.392 ][ Pag.393 ][ Pag.394 ][ Pag.395 ][ Pag.396 ][ Pag.397 ][ Pag.398 ][ Pag.399 ][ Pag.400 ][ Pag.401 ][ Pag.402 ][ Pag.403 ][ Pag.404 ][ Pag.405 ][ Pag.406 ][ Pag.407 ][ Pag.408 ][ Pag.409 ][ Pag.410 ][ Pag.411 ][ Pag.412 ][ Pag.413 ][ Pag.414 ][ Pag.415 ][ Pag.416 ][ Pag.417 ][ Pag.418 ][ Pag.419 ][ Pag.420 ][ Pag.421 ][ Pag.422 ][ Pag.423 ][ Pag.424 ][ Pag.425 ][ Pag.426 ][ Pag.427 ][ Pag.428 ][ Pag.429 ][ Pag.430 ][ Pag.431 ][ Pag.432 ][ Pag.433 ][ Pag.434 ][ Pag.435 ][ Pag.436 ][ Pag.437 ][ Pag.438 ][ Pag.439 ][ Pag.440 ][ Pag.441 ][ Pag.442 ][ Pag.443 ][ Pag.444 ][ Pag.445 ][ Pag.446 ][ Pag.447 ][ Pag.448 ][ Pag.449 ][ Pag.450 ][ Pag.451 ][ Pag.452 ][ Pag.453 ][ Pag.454 ][ Pag.455 ][ Pag.456 ][ Pag.457 ][ Pag.458 ][ Pag.459 ][ Pag.460 ][ Pag.461 ][ Pag.462 ][ Pag.463 ][ Pag.464 ][ Pag.465 ][ Pag.466 ][ Pag.467 ][ Pag.468 ][ Pag.469 ][ Pag.470 ][ Pag.471 ][ Pag.472 ][ Pag.473 ][ Pag.474 ][ Pag.475 ][ Pag.476 ][ Pag.477 ][ Pag.478 ][ Pag.479 ][ Pag.480 ][ Pag.481 ][ Pag.482 ][ Pag.483 ][ Pag.484 ][ Pag.485 ][ Pag.486 ][ Pag.487 ][ Pag.488 ][ Pag.489 ][ Pag.490 ][ Pag.491 ][ Pag.492 ][ Pag.493 ][ Pag.494 ][ Pag.495 ][ Pag.496 ][ Pag.497 ][ Pag.498 ][ Pag.499 ][ Pag.500 ][ Pag.501 ][ Pag.502 ][ Pag.503 ][ Pag.504 ][ Pag.505 ][ Pag.506 ][ Pag.507 ][ Pag.508 ][ Pag.509 ][ Pag.510 ][ Pag.511 ][ Pag.512 ][ Pag.513 ][ Pag.514 ][ Pag.515 ][ Pag.516 ][ Pag.517 ][ Pag.518 ][ Pag.519 ][ Pag.520 ][ Pag.521 ][ Pag.522 ][ Pag.523 ][ Pag.524 ][ Pag.525 ][ Pag.526 ][ Pag.527 ][ Pag.528 ][ Pag.529 ][ Pag.530 ][ Pag.531 ][ Pag.532 ][ Pag.533 ][ Pag.534 ][ Pag.535 ][ Pag.536 ][ Pag.537 ][ Pag.538 ][ Pag.539 ][ Pag.540 ][ Pag.541 ][ Pag.542 ][ Pag.543 ][ Pag.544 ][ Pag.545 ][ Pag.546 ][ Pag.547 ][ Pag.548 ][ Pag.549 ][ Pag.550 ][ Pag.551 ][ Pag.552][ Pag.553 ][ Pag.554 ][ Pag.555 ][ Pag.556 ][ Pag.557 ][ Pag.558 ][ Pag.559 ][ Pag.560 ][ Pag.561 ][ Pag.562 ][ Pag.563 ][ Pag.564 ][ Pag.565 ][ Pag.566 ][ Pag.567 ][ Pag.568 ][ Pag.569 ][ Pag.570 ][ Pag.571 ][ Pag.572 ][ Pag.573 ][ Pag.574 ][ Pag.575 ][ Pag.576 ][ Pag.577 ][ Pag.578 ][ Pag.579 ][ Pag.580 ][ Pag.581 ][ Pag.582 ][ Pag.583 ][ Pag.584 ][ Pag.585 ][ Pag.586 ][ Pag.587 ][ Pag.588 ]

 
     


- oggiscrivo.it - Copyright 2009 - 2018 - Tutti i diritti sono riservati - Webmaster Mauro -