Scrittura Creativa

     
 

La scrittura creativa è una palestra di allenamento per chi ama scrivere e vuole sviluppare il "muscolo" della fantasia.
Per dare uno stimolo abbiamo ideato una simpatica competizione. Mensilmente proporremo un tema diverso fornendo le opportune istruzioni.
Questo mese l''argomento è:

INCIPIT E FINE DI UNA LETTERA

Le istruzioni sono:

Incipit e fine di una lettera: scrivi una lettera ad un’amica (in cui racconti la tua vita) che inizi e termini così: (Inizio) Cara Margherita, come stai? Prima di tutto Buon Natale e buon Anno Nuovo. Qualche giorno fa ho parlato con mia madre che mi ha detto che alla fine sei andata all’Università a Bologna. Glielo ha detto tua madre. Hai studiato qualcosa che c’entra con il cinema, vero? Quindi niente più economia e commercio? Hai fatto bene ad insistere in casa. Uno deve fare le cose che vuole. Anch’io ho fatto quello che volevo, ora te lo dico… (Fine) Mia madre mi ha detto anche che sei sempre bellissima ma io lo sapevo. Quando eravamo piccoli ero sicuro che saresti diventata Miss Italia. Ti bacio. Pietro. P. S preparati, perché quando passo da Bologna ti prendo e ti porto via


~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

Per partecipare basta registrarsi gratuitamente ed accedere alla propria area privata dove si trova la pagina per la pubblicazione della scrittura creativa.
Il miglior racconto sarà premiato con la pubblicazione nella prima pagina del sito per un mese con l'indicazione del vincitore.


 
     



Lista Generale

     
 



Il potere dell 'amuleto azzurro

Non ero mai stato al museo della mia città, nemmeno da studente. Chissà perchè quel giorno decisi
di andarci. Non potevo immaginare cosa mi sarebbe successo.
Sono una persona abbastanza colta, o meglio, ho sempre creduto di esserlo.
Non sono un tipo da discoteca, non amo gli ambienti caotici e troppo affollati, eppure non ho mai speso un minuto del mio tempo per visitare un museo nella mia città.
Ho viaggiato in lungo e in largo per l'europa, assaporando ogni cosa delle città in cui stazionavo, visitando mostre e cattedrali di cui rimanevo affascinato, ma della mia città natale conosco solo le piazze principali. Un pò me ne vergognavo ad essere sincero, ma non mi ero proprio mai posto neanche il problema, fino a quel lontano Natale di cinque anni fa.
Ricordo che quello era un Natale anomalo un pò per tutti gli abitanti di Torino. Il termometro segnava 12 gradi e la gente si lamentava che non ci sarebbe stata quell'atmosfera tipica natalizia senza il freddo e la soffice neve sui ... (continua)

Axel Super Tramp 08/05/2015 - 18:16
commenti 3 - Numero letture:472

Argomento: INCIPIT

Voto:
su 5 votanti



La fortuna in un biglietto gratuito

Non ero mai stato al museo della mia città, nemmeno da studente. Chissà perché quel giorno decisi di andarci. Non potevo immaginare cosa mi sarebbe successo.
Con calma camminavo lungo il viale, mancavano ancora pochi isolati, ripensavo alla mia ex, lei era molto presa dai musei, diceva che le davano ispirazione. Per conto mio non mi importava molto, ma questo giorno davano l'entrata gratuita così decisi di andare.
Arrivato all'entrata grosse porte di legno massiccio accoglievano all'interno, un tappeto rosso lungo il pavimento si districava per il museo, era un museo di dinosauri, almeno potevo emozionarmi perchè da bambino mi piacevano molto i giocattoli di dinosauro, sapevo anche molti nomi.
Subito vidi le classi delle scuole accalcate intorno alla testa di un enorme tirannosauro, era il mio preferito, ma credo quello di tutti i bambini.
La mia ex, chissà come mai ci eravamo lasciati, era li, stranamente, non avevo pensato che avrei potuto incontrarla li.
-Ciao Lean, come stai?... (continua)

Sara Tagliaferri 07/05/2015 - 08:55
commenti 2 - Numero letture:365

Argomento: INCIPIT

Voto:
su 6 votanti



I TRE VOLTI PERVERSI DEL MALE

(INTANTO SU CORSO BUENO SAIRES CRIS SI APPRESTA AD ENTRARE NELLA SUA PORCHE CAYENNE TURBO)

Nato nel Salento Cris (lu Scannaturi)(Lo Scannatore)era un temuto boss della mala Pugliese,ma ultimamente per problemi di droga,femmine e bella vita,non concludeva piu' gli affari con onore,bidonava tutti,la situazione per lui era diventata molto pericolosa.
Quindi era emigrato a Milano da alcuni parenti per scampare a qualche futuro agguato,ma cio'nonostante,era stato convocato per dei chiarimenti dagli amici che erano stabili gia'prima di lui nella citta'.

Faro'tardi alla riunione,crederanno che sono un codardo,ma non potevo lasciare incompiuto un lavoretto che mi ha fruttato un bel po' di grana,quel contrabbandiere Ebreo mi stara' bestemmiando per avergli rubato i suoi fottuti gioielli,meglio accelerare per non rischiare di fare riscaldare gli animi dei miei tra virgolette amici,certe cose meglio sistemarle subito.
Quante belle donne su corso Buenos aires,i loro vestiti striminziti ris... (continua)


Cristian Rizzo 27/04/2015 - 20:32
commenti 0 - Numero letture:350

Argomento: PUNTO DI VISTA MULTIPLO

Voto:
su 2 votanti



Smeralda

Ciao, piacere, Smeralda, ho 23 anni, vivevo in un piccolo paesino sperduto in montagna, l'odore dei pini lasciava una brezza fresca e dolciastra, amavo il mio paesino.
Il mio angolo preferito era una duna incastonata fra gli scogli del lago, li si poteva sentire il rumore delle onde che si infrangevano sulla ghiaia e qualche volta delle volpi digrignare i denti, ma non avevo paura, non avevo paura di niente.
Ero stata ricoverata in un centro di psichiatria, dicevano che ero matta perchè udivo delle voci, a me sembrava che quelle voci fossero mie amiche, non ero mai sola. Quando stavo per fare un errore mi avvertivano, se mi vestivo mi dicevano come sarei stata migliore, e in più mi aiutavano nella quotidianità a sopportare il vociare di periferia. Preferivo stare li ad osservare i pesci nuotare e ad ascoltare il vento e le mie adorate voci.
Chissà se ero sul serio matta, sarà ma io mi sento bene.
Forse avevo visto troppi film, il mio preferito era “Codice genesi” quest'uomo, quest'... (continua)

Sara Tagliaferri 18/04/2015 - 09:10
commenti 3 - Numero letture:451

Argomento: PUNTO DI VISTA MULTIPLO

Voto:
su 2 votanti




[ Pag.1 ][ Pag.2 ][ Pag.3 ][ Pag.4 ][ Pag.5 ][ Pag.6 ][ Pag.7 ][ Pag.8 ][ Pag.9 ][ Pag.10 ][ Pag.11 ][ Pag.12 ][ Pag.13 ][ Pag.14 ][ Pag.15 ][ Pag.16 ][ Pag.17 ][ Pag.18 ][ Pag.19 ][ Pag.20 ][ Pag.21 ][ Pag.22 ][ Pag.23 ][ Pag.24 ][ Pag.25 ][ Pag.26 ][ Pag.27 ][ Pag.28 ][ Pag.29 ][ Pag.30 ][ Pag.31 ][ Pag.32 ][ Pag.33 ][ Pag.34 ][ Pag.35 ][ Pag.36 ][ Pag.37 ][ Pag.38 ][ Pag.39 ][ Pag.40 ][ Pag.41 ][ Pag.42 ][ Pag.43 ][ Pag.44 ][ Pag.45 ][ Pag.46 ][ Pag.47 ][ Pag.48 ][ Pag.49 ][ Pag.50 ][ Pag.51 ][ Pag.52 ][ Pag.53 ][ Pag.54 ][ Pag.55 ][ Pag.56 ][ Pag.57 ][ Pag.58 ][ Pag.59 ][ Pag.60 ][ Pag.61 ][ Pag.62 ][ Pag.63 ][ Pag.64 ][ Pag.65 ][ Pag.66 ][ Pag.67 ][ Pag.68 ][ Pag.69 ][ Pag.70 ][ Pag.71 ][ Pag.72 ][ Pag.73 ][ Pag.74 ][ Pag.75 ][ Pag.76 ][ Pag.77 ][ Pag.78 ][ Pag.79 ][ Pag.80 ][ Pag.81 ][ Pag.82 ][ Pag.83 ][ Pag.84 ][ Pag.85 ][ Pag.86 ][ Pag.87 ][ Pag.88 ][ Pag.89 ][ Pag.90 ][ Pag.91 ][ Pag.92 ][ Pag.93 ][ Pag.94 ][ Pag.95 ][ Pag.96 ][ Pag.97 ][ Pag.98 ][ Pag.99 ][ Pag.100 ][ Pag.101 ][ Pag.102 ][ Pag.103 ][ Pag.104 ][ Pag.105 ][ Pag.106 ][ Pag.107 ][ Pag.108 ][ Pag.109 ][ Pag.110 ][ Pag.111 ][ Pag.112 ][ Pag.113 ][ Pag.114 ][ Pag.115 ][ Pag.116 ][ Pag.117][ Pag.118 ][ Pag.119 ][ Pag.120 ][ Pag.121 ][ Pag.122 ][ Pag.123 ][ Pag.124 ][ Pag.125 ][ Pag.126 ][ Pag.127 ][ Pag.128 ][ Pag.129 ][ Pag.130 ][ Pag.131 ][ Pag.132 ][ Pag.133 ][ Pag.134 ][ Pag.135 ][ Pag.136 ][ Pag.137 ][ Pag.138 ][ Pag.139 ][ Pag.140 ][ Pag.141 ][ Pag.142 ][ Pag.143 ][ Pag.144 ][ Pag.145 ][ Pag.146 ][ Pag.147 ][ Pag.148 ][ Pag.149 ][ Pag.150 ][ Pag.151 ][ Pag.152 ][ Pag.153 ][ Pag.154 ][ Pag.155 ][ Pag.156 ][ Pag.157 ][ Pag.158 ][ Pag.159 ][ Pag.160 ][ Pag.161 ][ Pag.162 ][ Pag.163 ][ Pag.164 ][ Pag.165 ][ Pag.166 ][ Pag.167 ][ Pag.168 ][ Pag.169 ][ Pag.170 ]

 
     


- oggiscrivo.it - Copyright 2009 - 2018 - Tutti i diritti sono riservati - Webmaster Mauro -